Intervista a Stefano Trotto, Commercial Unit Active Network S.p.a,

Intervista a Stefano Trotto, Commercial Unit Active Network S.p.a,


Start Up da sempre fa rima con innovazione, digitalizzazione e web. Ma in Italia purtroppo spesso se ne parla soltanto, mentre le infrastrutture sono carenti e l’innovazione vera stenta e decollare. Ne parliamo con Stefano Trotto Commercial Unit Active Network S.p.a, una delle azione italiane leader nel settore della connettività sia per privati ed aziende.

Si parla tanto di innovazione, ma in Italia anche le semplice connessione internet non è sempre scontata, perché a suo avviso? 

Purtroppo l’Italia sta pagando un forte ritardo nel rinnovamento della sua rete fissa d’accesso ad Internet, ritardo causato principalmente dal problematico processo di liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni e che affonda le radici negli anni Novanta. Oggi l’Italia è divisa in due: zone e città ad Ultra Larga Banda e zone a Banda Larga o addirittura assente.

Soprattutto molte aziende IT e web lamentano una certa inaffidabilità della connessione, che per loro significa perdere importanti opportunità. E' possibile nel 2018 avere una connessione sicura, affidabile, veloce? 

In alcune zone o città d’Italia è possibile avere collegamento ad Internet molto affidabili e a Banda Ultra Larga, con velocità di picco pari o superiori ai 30Mbps in download e 3Mbps in upload, mentre in altre zone o città ci sono collegamenti con prestazioni insufficienti e purtroppo anche inaffidabili. Per colmare questo gap serve un forte investimento da parte dello Stato e dei grandi Carrier. Qualcosa si sta facendo grazie agli investimenti promossi da Infratel nelle aree bianche e al piano industriale di Open Fiber e della stessa Telecom Italia. Active Network S.p.a aggiorna in continuazione il il proprio database delle risorse disponibili sul territorio nazionale e grazie a un semplice strumento web, disponibile su www.beactive.it, permette al cliente di verificare la copertura della propria sede, semplicemente indicando il proprio indirizzo, e scoprire qual è il servizio migliore attivabile per quell’area d’interesse. Provare per credere!

Per molti nostri lettori è fondamentale anche avere un efficace servizio per i clienti, qualcuno che comprese eventuali difficoltà possa intervenire velocemente in assistenza. Può dirci qualche parola al riguardo?

L’assistenza al cliente per noi è fondamentale. Da anni ormai abbiamo attivato un customer service su Numero Verde, quindi totalmente gratuito, che provvede ad assistere il cliente nella delicata gestione dei problemi dell’assistenza tecnica. Sul nostro sito www.beactive.it è presente, inoltre, una sezione dedicata alla gestione di criticità amministrative, commerciali e di natura tecnica, alla quale il cliente può rivolgersi per ricevere assistenza. Naturalmente, in base alla tipologia di contratto attivato e ai livelli di garanzia sul servizio scelti siamo in grado di trattare il caso in modo diverso e ottimizzare i tempi di ripristino dell’eventuale disservizio. Particolare cura è riservata ai servizi dei clienti Business che hanno un’attività lavorativa che dipende fortemente dall’efficienza del collegamento ad Internet.

Con il sempre più diffuso e-commerce e con i tanti nuovi servizi che si stanno sviluppando attraverso il web, come nel caso di Google Home per esempio, la necessità di velocità dei dati diventerà ancora più urgente. Quali sono le vostre proposte per "domani"? 

Con l’avvento dell’internet delle cose l’affidabilità e la velocità del collegamento ad internet faranno sempre più la differenza. Per questo motivo Active Network S.p.a. sta investendo sempre più sulla rete NGN, rete di nuova generazione, fissa e mobile, interconnettendosi con tutti i più grandi fornitori di sia di Fibra Ottica che Wireless, come LTE e Wimax. L’obiettivo è mixare al meglio le due modalità d’accesso in modo da dare sempre la migliore soluzione al cliente in termini di prestazioni e affidabilità.

www.activenetwork.it
www.beactive.it
A Milano le startup foodtech con Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit

A Milano le startup foodtech con Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit


Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit, è uno degli eventi di riferimento a livello mondiale nel campo della Food Innovation. Una vetrina d’eccezione interamente dedicata alla promozione di soluzioni e talenti, tecnologicamente all’avanguardia, provenienti da tutto il mondo.  Un’area espositiva e un palinsesto di conferenze per presentare, raccontare e discutere sui temi, sui modelli e sulle innovazioni che stanno cambiando il modo in cui il cibo è prodotto, trasformato, distribuito, consumato e raccontato.

La 4° edizione di Seeds&Chips avrà luogo dal 7 al 10 maggio a MiCo-Milano Congressi: quattro giorni di conferenze e incontri sui grandi temi legati al food e all’innovazione in questo campo, dal climate change alla robotica, dall’e-commerce alla precision agriculture, dal food waste alla circular economy; una parte espositiva con start up, aziende, incubatori che presenteranno le loro proposte tecnologiche; più di 200 speaker internazionali, investitori e policy maker da tutto il mondo per confrontarsi sulle maggiori sfide globali.

L’Olanda sarà partner dell’edizione a cui parteciperà SAR Principessa Viktoria de Bourbon de Parme che ha contribuito alla realizzazione di un programma di iniziative legate al farming in collaborazione con Seeds&Chips. Il progetto si concentra sul supporto agli agricoltori dei Paesi in via di sviluppo nell’utilizzo di tecnologie innovative così da favorirne le condizioni di vita e di lavoro. Oggi infatti l’80% del cibo mondiale viene prodotto da fattorie a livello familiare, la maggior parte delle quali vive in condizioni di forte povertà. Per assicurare un’adeguata sicurezza alimentare e continuare a nutrire la popolazione globale, c’è bisogno di una nuova generazione di agricoltori in grado di utilizzare le tecnologie più innovative così da raggiungere la sostenibilità economica, sociale e ambientale. Alla sessione dell’8 maggio parteciperanno tra gli altri alcuni giovani agricoltori da Honduras, Senegal, Algeria e India; Carola Schouten, Vice Primo Ministro e Ministro dell’Agricoltura dei Paesi Bassi e Gilbert F. Houngbo, Presidente IFAD.

Ricchissimo il programma di iniziative  e di conferenze dedicate ai principali temi della food innovation e dell’agricoltura sostenibile. Anche quest’anno porteranno il loro contributo startup, aziende e incubatori provenienti da tutto il mondo che si confronteranno e dialogheranno sull’innovazione tecnologica come chiave di volta per la definizione di un universo alimentare sostenibile e accessibile a tutti.

Sempre grande attenzione verrà prestata ai giovani a cui saranno dedicati alcuni format innovativi: ogni conferenza avrà almeno un relatore al di sotto dei 30 anni e verrà aperta da un Teenovator –  ragazzi dai 13 ai 19 anni particolarmente attivi nel settore della food innovation e protagonisti della food revolution in atto.

Alla III edizione di Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit, ha preso parte il Presidente Barack H. Obama in qualità di keynote speaker. L’evento ha registrato oltre 300 speaker provenienti da tutto il mondo; oltre 240 espositori; 15800 visitatori e registrato 131 milioni di social impression in 4 giorni. La IV edizione di Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit, si svolgerà a MiCo, Milano Congressi, dal 7 al 10 Maggio 2018 e vi prenderà parte tra gli altri John Kerry, il 68° Segretario degli Stati Uniti d’America, e Howard Schultz, Executive Chairman di Starbucks.
Campioni nel Business, gli sportivi che vincono nel business entrano nella campagna pubblicitaria WindTre

Campioni nel Business, gli sportivi che vincono nel business entrano nella campagna pubblicitaria WindTre


Il primo ad esordire nella nuova campagna è Andrea Pirlo, campione del mondo con la nazionale italiana di calcio nel 2006 e, adesso, ‘Campione nel Business’ con la sua azienda vinicola, anche grazie a Wind Tre Business.

Un partner vicino, solido e affidabile per ogni tipo di impresa,  di cui sostiene lo sviluppo grazie alle sue risorse tecnologiche e alle offerte dedicate. Il brand, infatti, è caratterizzato da relazione, fiducia e valore, che si traducono in vantaggi concreti per i clienti.

Gli altri sportivi, oggi leader nell’imprenditoria, che hanno scelto Wind Tre Business per le loro aziende e che saranno testimonial del marchio in questa nuova campagna sono: Francesco Moser, Marco Meoni, Fabio Ongaro e Patrizio Oliva.

La nuova campagna ‘Campioni nel Business’ è pianificata su radio, stampa, web e social, video in grandi stazioni e ‘domination’ negli aeroporti.

Le proposte di Wind Tre Business, sviluppate anche in partnership con leader di mercato e startup, includono soluzioni per lo Smart Working con i più elevati standard di affidabilità, qualità e sicurezza, oltre a servizi innovativi dedicati alla connettività IoT. Il marchio mette a disposizione diversi touchpoint digitali, come il sito web windtrebusiness.it e l’app dedicata al self-caring.
Le startup vincitrici delle Finali Mondiali Global Social Venture Competition

Le startup vincitrici delle Finali Mondiali Global Social Venture Competition


Una giuria internazionale ha assegnato un montepremi di 80 mila dollari messo in palio dalla GSVC a team di giovani imprenditori per sviluppare le loro idee di business a impatto a sociale e ambientale, queste le startup vincitrici:

FabricAID (Libano) - FabricAID ha ideato un sistema di raccolta, riciclo e redistribuzione di abiti usati. I vestiti vengono raccolti, classificati, ordinati e puliti per essere venduti a prezzi irrisori in negozi di seconda mano, mercati e negozi - creati da FabricAID con un programma di social franchising - per raggiungere le comunità più marginalizzate. Gli abiti in cattivo stato vengono riciclati per produrre, ad esempio, l’interno dei materassi.

NeMo (USA) - NeMo offre un dispositivo a basso costo e indossabile, e smartphone pre-programmati che permettono alle madri e alle famiglie che vivono nelle aree rurali di monitorare anche a casa in modo continuativo e accurato i segni vitali dei neonati e identificare e valutare eventuali segni di pericolo. Il progetto pilota è stato condotto in Uganda.

Thinkerbell Labs (India) - Grazie a un dispositivo audio-tattile, Thinkerbell Labs permetterà agli studenti non vedenti di imparare a leggere e a scrivere, sia a mano che al computer, in codice Braille. Il dispositivo consiste di componenti hardware come uno schermo Braille, una tavoletta Braille e una tastiera Perkin Style Braille.

«I tre team vincitori di questa edizione provengono da paesi e contesti profondamente diversi tra loro, confermando da un lato la globalità di questo concorso e dall’altro la volontà senza confini dei giovani di farsi attori del cambiamento e trovare soluzioni innovative per risolvere problemi della società in cui vivono» ha affermato Andrea Mezzadri, Project Manager della GSVC Italy, a conclusione della cerimonia di premiazione.