Self-Publishing su Amazon, ormai un fenomeno di massa in Italia. Bruno: “Occorre approcciare al settore con professionalità, comprendendo i fattori che su Amazon possono decretare il successo.”

Self-Publishing su Amazon, ormai un fenomeno di massa in Italia. Bruno: “Occorre approcciare al settore con professionalità, comprendendo i fattori che su Amazon possono decretare il successo.”


Un fenomeno ormai diffuso anche in Italia quello del “Self-Publishing”, ossia dell’autoproduzione di libri, resa particolarmente facile da Amazon ma non solo: nel 2017 si stimano oltre 30.000 titoli, oltre il 45% di tutti quelli pubblicati. Numeri importanti che hanno contributo a far crescere il settore del libro: oltre il 5% rispetto all’anno precedente.

Il fenomeno va però anche cambiando caratteristiche, sia i prezzi che le copie vendute sono sempre più vicine ai libri realizzati dagli editori “tradizionali”, segno di una nuova attenzione qualitativa: i libri auto-prodotti non sono più “artigianali” ed approssimativi, in molti si rivolgono ad editor o commissionano la veste grafica a professionisti.

In crescita anche l’utilizzo del “Self Publishing” da parte di esperti ed aziende, che lo utilizzano non solo per mettere a frutto le proprie capacità professionali, ma anche per accrescere la propria autorevolezza o per ampliare la notorietà.

“Il libro auto-prodotto non è più un hobby, ma per molti una vera e propria professione, che naturalmente ha bisogno di attenzione, di esperienza e di una serie di competenze, che non sono solo quelle di saper scrivere, ma anche di saper vendere - ha dichiarato Giacomo Bruno, della Bruno Editore, noto come il “papà degli ebook” per aver portato per primo gli ebook in Italia nel 2002 e che oggi, con la sua casa editrice, ha pubblicato oltre 600 libri digitali. Negli ultimi 18 mesi, il 100% di libri pubblicati da Bruno (80 titoli) sono diventati Bestseller n.1 su Amazon. Non semplici Bestseller di categoria, ma n.1 assoluti di Amazon Italia.

“Oggi non si deve guardare ad Amazon solo come l’e-commerce più grande del mondo, ma come ad un vero e proprio motore di ricerca. Un tempo contava essere primi su Google, oggi l’obiettivo per autori, imprenditori e aziende è essere primi su Amazon, perché con oltre 600.000.000 di utenti registrati con carta di credito, è il motore di ricerca più potente del mondo.

Scrivere un libro è il nuovo biglietto da visita: ti dà autorevolezza, professionalità, competenza. - prosegue Giacomo Bruno - Tuttavia se il tuo libro rimane in fondo alle classifiche diventa tempo perso. In questi anni di esperienza, abbiamo studiato a fondo il fenomeno del Self Publishing e più in generale dell’editoria digitale su Amazon, riuscendo a comprenderne gli algoritmi che ne regolano il motore di ricerca interno.”

Proprio per questo Giacomo Bruno e la sua Bruno Editore hanno organizzato dall’1 al 3 giugno a Roma un grande evento di formazione proprio per imparare ad approcciare nel modo giusto il Self Publishing e l’editoria digitale, dalla progettazione del libro alle strategie di vendita e soprattutto per conoscere i fattori del motore di ricerca Amazon aggiornati agli ultimi cambiamenti del 2018.

Per maggiori informazioni: https://www.numero1.me



Yamzu annuncia tornei basati sulla blockchain

Yamzu annuncia tornei basati sulla blockchain


(MERCURPRESS.IT) Yamzu, la piattaforma di tornei basata su browser, organizzerà tornei online basati sui tuoi videogiochi preferiti.

La missione di Yamzu è diventare punto di riferimento online per i tornei eSports per chiunque abbia un computer e una connessione internet stabile.

I tornei saranno basati sulle abilità dei singoli giocatori e protetti da diversi livelli di sicurezza per evitare l’uso di cheat da parte dei più “furbi”. Non c’è quindi spazio per barare: il miglior giocatore vince.

"Volevamo reinventare il modo in cui funziona l'industria degli eSport. La tecnologia blockchain ci aiuterà a raggiungere il nostro pieno potenziale, stiamo creando una crypto moneta, una valuta che funziona in qualsiasi parte del mondo e che attirerà molti giocatori che non hanno avuto la possibilità di partecipare ai tornei di eSports fino ad oggi "- dice Asiad Majeed, CEO e fondatore di Yamzu. La società ospiterà i propri tornei sulla piattaforma Yamzu, puoi già iniziare a provarla collegandoti sul sito www.yamzu.com "Per chiarire: l’accesso ai tornei sarà completamente gratuito, saranno aperti a chiunque. Vogliamo rimuovere tutte le limitazioni esistenti che impediscono la partecipazione attiva nell'industria degli eSport "- aggiunge Asiad.

La piattaforma è già funzionante ma è in corso la riprogettazione grafica e l'implementazione della crittografia. I tornei sponsorizzati da Yamzu inizieranno nell’autunno 2018 con gettoni Yamzu disponibili alla chiusura della ICO (Initial coin offer) che prenderà il via nelle prossime settimane.
Il calcolo del ROI delle iniziative di welfare, se ne parlerà a Roma in occasione del convegno organizzato da GIDP e Granchi&Partners

Il calcolo del ROI delle iniziative di welfare, se ne parlerà a Roma in occasione del convegno organizzato da GIDP e Granchi&Partners


Giovedì 31 maggio 2018, con inizio alle 16.00, presso l’Auditorium Enel di Roma (Via mantova n°24), si terrà il convegno “Il calcolo del ROI delle iniziative di welfare”

Il tema del Welfare aziendale è di grande attualità e gli esperti prevedono che nei prossimi anni assumerà un’importanza ancora maggiore. Tra gli elementi di maggiore interesse per le aziende italiane nei confronti del Welfare ci sono le strategie di sostenibilità che rafforzano la reputazione e il coinvolgimento degli stakeholder, l’instaurazione di relazioni collaborative con le Risorse Umane con un conseguente miglioramento del benessere organizzativo e i benefici fiscali che ottimizzano i costi del lavoro e incentivano la produttività. Come valorizzare economicamente i ritorni sugli investimenti delle iniziative di Welfare? Nel corso del convegno verrà presentata la metodologia di calcolo del ROI (ritorno sull’investimento) e il Payback Period (la tempistica di rientro dell’investimento) delle iniziative di Welfare.

Nel convegno verranno approfondite le tecniche per tradurre in valori monetari i benefici tangibili e intangibili, gli strumenti per calcolare la correlazione tra iniziative di Welfare e la riduzione dello stress da lavoro correlato e le metodologie per comunicare i benefici delle iniziative sia all’interno sia all’esterno dell’azienda.

Apriranno i lavori Paolo Citterio e Gianfranco Rossini, rispettivamente Presidente Nazionale e Vicepresidente aggiunto Regione Lazio Gidp/Hrda. Parteciperanno al convegno in qualità di relatori: Guido Granchi, AD di Granchi&Partners “Il calcolo del ROI del Welfare”; Donatella Chiomento, titolare Studio Chiomento “Il ROI del Welfare e la valutazione dello stress da lavoro correlato “; Massimo Tafi, titolare di Mediatyche “La comunicazione efficace del ROI del Welfare”.

Il convegno è riservato esclusivamente agli associati GIDP e alle aziende clienti Granchi&Partners.
Collaborazione tra Université de Montréal e l’Università degli Studi di Milano. Ai nastri di partenza l’international Summer School sul bilateralismo commerciale

Collaborazione tra Université de Montréal e l’Università degli Studi di Milano. Ai nastri di partenza l’international Summer School sul bilateralismo commerciale


Dal 28 maggio al 1° giugno si terrà a Montréal la terza edizione della Summer School in Droit et commerce bilatérale: Amérique du Nord Europe/Law and Bilateral Trade: North America-Europe organizzata in cooperazione tra l’Université de Montréal e l’Università degli Studi di Milano.

Rivolta a studenti, in particolare di Giurisprudenza, Scienze politiche, Economia e Studi internazionali, e professionisti , la Summer School è dal 2016 un’occasione di alta formazione in modalità intensiva, con un programma che varia ogni anno, sui temi inerenti la politica commerciale internazionale: i rapporti che intercorrono tra Unione europea e Nord America, gli accordi commerciali in esecuzione, come il CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement), o potenzialmente in negoziazione, come il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership).

Questa Summer School internazionale, si tiene alternativamente a Montréal e a Milano ed è co-diretta, per l’Université de Montréal dai professori Hervé A. Prince e Nanette Neuwahl, per l’Università degli Studi di Milano, dai professori Lucia Bellucci e Gian Luigi Gatta.

Nelle sessioni tematiche in cui si articola l’edizione 2018, interverranno esperti professori delle Università di Milano, Montréal, Laval, Bordeaux, Besançon e Parigi, alcuni dei quali hanno già insegnato nelle edizioni precedenti della Summer School: Francesca Arnaboldi, Angelica Bonfanti, Francesco Delfini, Ysolde Gendreau, Loic Grard, Véronique Guèvremont, Albert Henke, Francesca Romanin Jacur, Leila Lankarani, Amissi Manirabona, Richard Ouellet, Stéphane Rousseau e Martine Valois.

Come nelle precedenti edizioni, Nctm Studio Legale, uno tra i più importanti studi legali indipendenti italiani, parteciperà alla manifestazione per dare un contributo professionale ed educativo ai giovani allievi attraverso la maturata esperienza in ambito di international trade. Tra i relatori saranno infatti presenti anche quest’anno due Partner di Nctm che hanno partecipato anche in passato alla Summer School: Paolo Quattrocchi, esperto di diritto societario e commerciale, con particolare attenzione all’internazionalizzazione d’impresa, nonché direttore del Centro Studi Italia-Canada e vice-presidente della Camera di Commercio italiana in Canada Ovest, e Bernard O’Connor, esperto di diritto commerciale comunitario, OMC e proprietà intellettuale.

Per la Summer School, che si svolge sotto l’Alto Patronato dell’Ambasciata del Canada in Italia, le due università partner sono state insignite del prestigioso Premio Venezia della Camera di Commercio Italiana in Canada.