Visualizzazione post con etichetta Premio Gaetano Marzotto. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Premio Gaetano Marzotto. Mostra tutti i post
Amyko, il braccialetto smart che si attiva in caso di emergenza

Amyko, il braccialetto smart che si attiva in caso di emergenza

In un braccialetto tecnologico tutti i dati di prima necessità e servizi speciali per la sicurezza di tutta la famiglia. Lanciato da una start up italiana finalista al Pioneer Festival di Vienna, farà ricorso a una campagna di crowdfunding per la fase di industrializzazione partita a giugno.

L’accessorio del futuro è già qui. Tecnologico, indossabile, protettivo e autofinanziato dagli stessi utenti. Si chiama AMYKO, è l’ultima novità in materia di wearable technology ed è tutta made in Italy. L’hanno ideata due trentenni fondando una start up pluripremiata, la Wecare, che si ripromette di rivoluzionare il comparto del safety care. L’idea di AMYKO (www.amyko.it) è semplice e geniale al tempo stesso: un braccialetto tecnologico che in pochi grammi di gomma termoplastica riciclabile e un bel design minimal permette di portare al polso le informazioni di prima necessità e il nostro stato di salute per poi visualizzarle in caso di bisogno sul display dello smartphone da un soccorritore o un familiare. Dall’indirizzo di casa al recapito della babysitter, dai farmaci per il diabete alle istruzioni su intolleranze alimentari e allergie, è l’utente che decide cosa memorizzare e a chi renderlo visibile. E l’utente può essere il bambino in gita scolastica al quale il genitore ha creato un profilo, lo sportivo che fa trekking o va in mare, la professionista che esce sempre tardi dall’ufficio, la famiglia in viaggio o che vuole restare in contatto, il genitore anziano a corto di memoria.

Sicuro e sereno ovunque grazie ai tuoi dati sempre al polso e accessibili in caso di bisogno
Il sistema è semplicissimo. Basta registrarsi su un cloud privato creando in pochi click un account in cui memorizzare in modo protetto le informazioni sulla propria condizione personale e sanitaria (anagrafica, fotografia, gruppo sanguigno, allergie, intolleranze, patologie mediche, dieta, condizione di salute, medico curante, contatti di emergenza etc). Si avvicina il braccialetto a uno smart phone o a un tablet dotato di tecnologia NFC (near field communication) – la stessa usata per il bancomat e attivabile tra le impostazioni di connessione – e viene visualizzato il profilo dati completo e i contatti dei familiari per gestire la situazione. L’utente puo scegliere quali informazioni rendere pubbliche e a chi (la maestra, il coniuge, il medico, la baby sitter, un amico), nel massimo rispetto della privacy, e può aggiornarle nel tempo via mobile o pc .

Sicurezza dai mille usi: Amyko ci ricorda anche le visite mediche o invia sms a chi decidiamo noi
AMYKO è ricco di funzioni opzionali come il medical reminder per ricordare all'utente la somministrazione di un farmaco ad un determinato orario o l’appuntamento per una visita medica, dandone contemporaneamente notizia ad un parente per un controllo incrociato. In caso di emergenza, AMYKO può anche inviare un messaggio in automatico a un familiare come evoluzione 2.0 del servizio di “telesalvalavita”, e includere la geolocalizzazione. E se ci troviamo in una zona senza connessione dati o non c’è a portata di mano uno smart-phone con tecnologia NFC, il servizio DIRECT CALL ci collega direttamente al numero della persona cara.

L’idea nasce su un bus dall’intraprendenza di due trentenni pluripremiati
L’idea nasce nel 2013 quando Riccardo Zanini, 38 anni imprenditore nel settore della mobilità sostenibile e Filippo Scorza, 39 anni, bioingegnere e industrial designer, si incontrano durante “Startup bus Europe Competition”, competizione a aperta ai Paesi UE per lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico. E’ qui che in forma embrionale emerge l’idea di un servizio come AMYKO, che si aggiudica la wild card al Pioneer Festival di Vienna, e via via si consolida superando il test di diversi incubatori tra cui iStarter, Talent Garden, H Farm, Luiss enLabs, Impact Hub, Fondazione Filarete, fino ad aggiundicarsi il riconoscimento dall’Idea all’Impresa messo in palio da Unicredit nell’ambito del premio di Fondazione Gaetano Marzotto. L’affermazione arriva lo scorso anno all’ultimo web summit di Dublino con l’incontro con alcuni investitori importanti e la rivista Wired che segnala AMYKO tra le migliori 10 web app europee.

“Ho sempre desiderato progettare uno strumento che potesse aiutare le persone in quelle occasioni di emergenza in cui non si conoscono le necessità mediche dell'infortunato o si fa fatica a contattare i parenti, perchè il cellulare, quando è vicino, è bloccato o i numeri non sono salvati correttamente – spiega Filippo Scorza - Con AMYKO possiamo avere tutte queste informazioni in ogni istante, in tempo reale, in ogni Paese. Mi piace immaginarlo al polso dei nostri figli quando vanno in gita scolastica o quando sono lontani dal nucleo familiare.” Prosegue Riccardo Zanini: “In 15 anni di carriera nel business ho sempre voluto mettere al primo posto la ricaduta sociale dei prodotti che avrei voluto sviluppare/inventare. Con AMYKO, siamo riusciti a creare un prodotto di utilità praticamente infinita nella quotidianità, indistruttibile, che non ha bisogno di nessuna manutenzione e che soprattutto avrà un prezzo accessibile veramente a chiunque. E lo abbiamo fatto in Italia e questo ci riempie di orgoglio e di entusiasmo”.

Chiuso un accordo con una multinazionale del mobile, mentre l’industrializzazione sarà finanziata tramite crowdfunding
Wecare ha gia chiuso una partneship collaborativa con un operatore leader del mobile che installerà l’applicazione sui nuovi dispositivi offrendo alcuni servizi premium gratuiti. Innovativa la formula di presentazione al mercato. AMYKO si può pre-ordinare sulla piattaforma di crowdfunding www.indiegogo.com, la maggiore del mondo insieme a Kickstarter. Con pochi euro l’utente finanzia il processo di industrializzazione e lo riceve prima che venga immesso ufficialmente sul mercato. Ma c’è tempo dal 22 giugno al 30 luglio perchè la campagna dura 40 giorni.

Tecnologia indossabile: un mercato stimato con ricavi al + 75% e da 3 milioni di pezzi in 3 anni
Un vero fenomeno in ascesa quello della tecnologia indossabile, destinato a decollare con l’arrivo dell’ Apple Watch. Solo nel 2014 ha venduto 17,6 milioni di dispositivi e secondo le stime dell’Osservatorio IDC in poco meno di un quadriennio, nel 2018, sfiorerà il tetto dei 112 milioni di werable device. Anche in Italia, il fenomeno dei wearable device è pronto a decollare. Nel 2014 si è avuto una crescita, rispetto al 2013, superiore al 190%, per un totale di circa 700 mila unità vendute. Nel 2018 ne verranno consegnati quasi 3 millioni, con una crescita media annua nel periodo 2013-2018 pari al 67%. La crescita in termini di valore del mercato sarà ancora superiore con un aumento medio del 75% ogni anno, arrivando nel 2018 a superare i 450 milioni di euro.
Parte la quinta edizione del Premio Gaetano Marzotto all’insegnadell’open innovation

Parte la quinta edizione del Premio Gaetano Marzotto all’insegnadell’open innovation

Si è aperto il 23 aprile il bando per la quinta edizione del Premio Gaetano Marzotto, la più importante competition italiana dedicata al mondo delle startup e dell’innovazione che anche quest’anno stanzierà un montepremi di più di un milione di euro. Le migliori proposte che verranno analizzate da alcune delle più importanti personalità del mondo dell’innovazione, del giornalismo e dell’imprenditoria, saranno premiate non solo con riconoscimenti in denaro ma potranno sfruttare periodi di formazione con tutoring e mentoring dedicati.

“Siamo felici di ribadire il nostro impegno per l’innovazione del Paese con questa nuova edizione del Premio Gaetano Marzotto - afferma Matteo Marzotto, presidente di Associazione Progetto Marzotto – Ci impegniamo per sostenere e dare risalto alle idee e ai progetti degli innovatori italiani, storie unite nell’indelebile fil rouge di una solida e coraggiosa visione, fatta di pragmatismo, responsabilità sociale e, soprattutto, vocazione verso il futuro. Valori che hanno sempre ispirato la stessa visione imprenditoriale e l’operato di mio nonno, Gaetano Marzotto, alla cui memoria il Premio è dedicato, e di cui continuiamo a farci promotori rinnovando ogni anno il nostro impegno nel premiare e sostenere le eccellenze imprenditoriali italiane più innovative.”

L’edizione di quest’anno si apre all’insegna della parola d’ordine open innovation con l’ingresso di nuovi partner industriali che intendono sostenere le nuove imprese innovative italiane in un’ottica che è già un modello reale per molte imprese e per molte famiglie industriali del nostro Paese. Il Premio accoglierà infatti quest’anno la presenza di tre importanti realtà industriali italiane: CLN Group, uno dei principali operatori, con forte presenza a livello mondiale, nel mercato della distribuzione di acciaio, ingegnerizzazione e produzione di ruote, e stampaggio e assemblaggio di componenti metallici per il settore automotive; Santex Rimar Group è un gruppo leader nel settore dei macchinari per i tessili tradizionali e per i tessili tecnici; Gruppo Vinicolo Santa Margherita che vanta ottant'anni di storia enologica, ma oltre due secoli di presenza imprenditoriale, che intende affermarsi nel mondo come uno dei principali promotori della cultura enogastronomica italiana.

“Con questa grande novità - afferma Cristiano Seganfreddo, direttore generale di Associazione Progetto Marzotto - si concretizza l’obiettivo di creare opportunità d’incontro tra l’ecosistema dell’innovazione e il sistema industriale e produttivo italiano. Siamo felici di annunciare la partecipazione al Premio di questi tre grandi nomi del mondo dell’industria italiana: CLN Group, che selezionerà startup e innovatori nei settori dell’Automotive, Meccanica ed Energia, Santex Rimar Group, per i settori Tessile-Moda e Meccanica, e Gruppo Vinicolo Santa Margherita, per i settori Alimentazione e Agricoltura; Architettura, Arredamento e Design; Entertainment e Turismo”.

Questi grandi partner industriali partecipano alla quinta edizione del Premio Gaetano Marzotto selezionando tra tutti i candidati il progetto che ritengono più in linea con la propria ricerca di innovazione e con la propria strategia di crescita, creando il proprio premio riferito ai campi di loro interesse all’interno della competition stessa. Il concetto di open innovation si prefigge di favorire l’incontro tra il mondo della grande industria italiana e quello delle startup per segnare un ulteriore passo in avanti verso la creazione di un sistema e di un modello operativo che può diventare un potente motore di crescita per il Paese.

I Premi previsti

PREMIO PER L’IMPRESA
300.000 euro in denaro e un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA del valore di 25.000 euro

Il Premio per l’impresa è destinato alla migliore impresa innovativa con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali territoriali, culturali o ambientali. Sono chiamati a partecipare nuovi imprenditori che abbiano una società già costituita, un team consolidato, un mercato di riferimento interessante e preferibilmente un partner (incubatore, acceleratore) che ne accrediti il valore.

Un comitato di selezione - presieduto da Emil Abirascid e composto da personalità del mondo dell’imprenditoria, della ricerca, delle istituzioni, delle università, della finanza, dei venture capitalist e della stampa di settore - individuerà i progetti finalisti e i vincitori saranno proclamati durante la finale il giorno 26 novembre 2015, da una giuria di imprenditori composta da Alberto Baban, Presidente Piccola Industria di Confindustria, Amulio Cipriani, Board Member CLN Group, Riccardo Illy, Presidente Gruppo Illy S.p.A e vicepresidente Illycaffè S.p.A , Massimo Maccaferri, Presidente Eridania Sadam e JCube, Gaetano Marzotto, Presidente Pitti Immagine, Presidente Santa Margherita SpA, Consigliere di amministrazione Hugo Boss, Zignago Holding S.p.A, Zignago Vetro, Alpitour, Ettore Riello, Presidente Verona Fiere e presidente Riello S.p.A., Diana Saraceni, General Partner Panakés Partners, Francesco Zonin, Vice Presidente Casa Vinicola Zonin S.p.A.

PREMIO DALL’IDEA ALL’IMPRESA
50.000 euro in denaro e periodi di residenza e affiancamento per un valore complessivo di 680.000 euro
Il Premio dall’idea all’impresa è riservato ai giovani fino a 35 anni di età massima e consiste in un riconoscimento in denaro e in periodi di residenza all’interno di incubatori e acceleratori di impresa AlmaCube, Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ,Fondazione Parco Tecnologico Padano - Acceleratore Alimenta,H-Farm, I3P,Impact Hub, Industrio Ventures, JCube, LUISS ENLABS, M31, Nana Bianca, Polihub, Polo Meccatronica, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden,Trento Risee Vegacon programmi dedicati, per trasformare le idee in impresa. Sono chiamate a partecipare persone fisiche, team di progetto e startup innovative.
La giuria sarà composta da Luca Colombo, Country Manager, Facebook Italia, Luca De Biase, Giornalista, Il Sole 24 Ore, Stefano Gallucci, Amministratore delegato, Santex Rimar Group, Salvatore Majorana, Direttore technology transfer, Istituto Italiano di Tecnologia, Ettore Nicoletto, Amministratore delegato Santa Margherita SpA, Cosimo Palmisano, Vice Presidente Decisyon, founder ECCE Customer, Massimo Russo, Direttore, Wired, Massimo Sideri, Editorialista del Corriere della Sera e scrittore.

PREMI CORPORATE
I Premi Corporate vengono assegnati da tre gruppi industriali che partecipano al Premio Gaetano Marzotto in qualità di partner con l’obiettivo di selezionare e premiare il progetto che ritengono più in linea con le rispettive strategie di crescita all’interno dei settori di riferimento indicati:
- CLN Group cerca startup innovative nei settori: Automotive, Meccanica, Energia
Valore del Premio:50.000 euro in denaro
- Gruppo Santex Rimar cerca startup innovative nei settori: Tessile e Moda, Meccanica
Valore del Premio:50.000 euro in denaro
- Gruppo Vinicolo Santa Margherita cerca startup innovative nei settori: Alimentazione e Agricoltura; Architettura, Arredamento e Design; Entertainment e Turismo
Valore del Premio:50.000 euro in denaro

I Premi Corporate sono destinati alle imprese innovative candidate sia al Premio per l’impresa che al Premio dall’idea all’impresa del Premio Gaetano Marzotto 2015.
Non sono previsti bandi specifici per i Premi Corporate e i premi verranno assegnati da giurie dedicate all'interno dell'azienda.

PREMIO SPECIALE UNICREDIT START LAB
150.000 euro in percorsi di affiancamento dedicati
Premio rivolto ad almeno una startup per ciascuna delle due categorie: Premio per l’impresa e Premio dall’idea all’impresa. Il percorso prevede: assegnazione di un mentor scelto tra professionisti, consulenti, imprenditori, partner di UniCredit sull’innovazione per confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita; la partecipazione alla Startup Academy; programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab; assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit per seguire le esigenze bancarie; per le startup che ne abbiano i presupposti, organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori.
I settori di interesse includono: ICT/Digital/Web, Life Science, Clean Tech, Nanotech, Moda & Design, Robotica, Agrifood e Turismo.

Il Premio Gaetano Marzotto, promosso e ideato da Associazione Progetto Marzotto, ha durata decennale. Il Progetto Marzotto nasce per creare, attraverso una serie di azioni diversificate, un nuovo tessuto sociale (www.progettomarzotto.org), il Premio Gaetano Marzotto ne è un’appendice, con l’obiettivo di individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano, in primis occupazionali.

Nel 2014 il concorso è stato vinto per il Premio per l’impresa da Tensive (300.000 euro ai quali si aggiunge un percorso con la Fondazione CUOA del valore di 25.000 euro), biomateriale sintetico per lo sviluppo di protesi innovative alternative a quelle in silicone; il Premio dall’Idea all’Impresa (50mila euro in denaro, al quale si aggiunge un percorso con Fondazione CUOA del valore di 10mila euro) è stato vinto da Xmetrics, dispositivo per nuotatori da indossare in corsia che registra i parametri di allenamento e fornisce riscontri audio live; il Premio Speciale UniCredit Start Lab per la categoria Premio per l'impresa è stato assegnato a Neronote, ecommerce basato ad Ancona che produce e vende online camicie su misura a prezzi concorrenziali con quelli delle produzioni in serie; Premio speciale UniCredit Start Lab per la categoria Premio dall’Idea all’Impresa è andato invece a My Angel Care, un braccialetto contenente le informazioni mediche di primo soccorso di chi lo indossa.

La competizione è aperta a persone fisiche, team di progetto, imprese startup, imprese già costituite, cooperative e associazioni. I progetti imprenditoriali devono avere l’Italia come sede legale e base di sviluppo. La ricaduta economica e sociale di quest’ultimi deve avvenire principalmente nel territorio italiano e deve generare esiti positivi, in primis occupazionali. Le idee proposte devono essere originali, innovative e attuabili, finanziariamente sostenibili e in grado di generare ritorni economici e avere un impatto sociale positivo sul territorio italiano.

Per partecipare è necessario presentare il proprio progetto tramite la piattaforma disponibile al sito www.premiogaetanomarzotto.it nella sezione Partecipa entro e non oltre il 23 giugno 2015.

I Tempi della 5° edizione del Premio Gaetano Marzotto

- Apertura del bando: 23 aprile 2015
- Termine per l’invio delle proposte: 23 giugno 2015
- Preselezione delle proposte: Settembre 2015
(Comunicazione dell’esito entro il 30 settembre 2015)
- Premiazione finale: 26 novembre 2015

Premio Gaetano Marzotto è un’iniziativa promossa da Associazione Progetto Marzotto
Con il patrocinio di
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale 

Presidenza del Consiglio, Ministero dello Sviluppo Economico

CNA – Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane

Padiglione Italia Expo 2015
Unioncamere 


Con Italia Startup come main partner, CLN Group Santex Rimar Group, Santa Margherita come partner per i Premi Corporate è realizzato in collaborazione con: UniCredit Start Lab, Fondazione CUOA, Jacobacci&Partners, Italian Angels for Growth, Startupbusiness.

Il Premio dall’idea all’impresa è realizzato in collaborazione con: AlmaCube, Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ, Fondazione Parco Tecnologico Padano - Acceleratore Alimenta, H-Farm, I3P, Impact Hub, Industrio Ventures, JCube, LUISS ENLABS, M31, Nana Bianca, Polihub, Polo Meccatronica, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden, Trento Rise e Vega.
Open Day a Expo Gate, un nuovo incontro di Italia Startup per fare rete

Open Day a Expo Gate, un nuovo incontro di Italia Startup per fare rete

Italia Startup, associazione che rappresenta l’ecosistema del mondo delle startup italiano a livello nazionale e internazionale, organizza per il 28 novembre un Open Day presso la struttura di EXPO Gate, in via Luca Beltrami a Milano (MM1 Cairoli/Castello).

La giornata si preannuncia ricca di appuntamenti. In primis l’incontro con i finalisti e i vincitori del Premio Marzotto, indetto dall’associazione nata per onorare la memoria e il pensiero dell’industriale Conte Gaetano Marzotto, che premia i nuovi imprenditori e costruttori di futuro che sviluppano idee in grado di far convivere innovazione, impresa e società.

La giornata organizzata da Italia Startup è aperta ai soci, alla community che ruota intorno all’ecosistema startup e a tutti coloro che sono appassionati di innovazione e di imprenditorialità.

Il Programma dell’Open Day è così articolato:

  • 10.30-12.30 - Incontro con finalisti e vincitori del Premio Marzotto. I team che hanno preso parte alla finale raccontano le loro idee e sono a disposizione di chi desidera stringere partnership e ascoltare le loro #istorie.

  • 14.00 - L’incubatore ‘Industrio’, socio di Italia Startup, presenta live in anteprima le prime 5 startup coltivate e accelerate negli ultimi 6 mesi.

  • 14.30 – Il direttivo di Italia Startup illustra i servizi e le opportunità che mette a disposizione dei soci e dell’ecosistema startup italiano.

  • 15.30 - Lancio e presentazione del nuovo servizio di job searching per le imprese associate (startup e loro partner) realizzato da Italia Startup con la partnership dell’azienda associata Monster.it.

  • 16.00 - Incontro con “Fondatori”, il libro edito da Hoepli e coordinato dai giornalisti Luca De Biase e Luca Tremolada. Il volume, nel corso di questa settimana, è oggetto di un’intensa attività di twetting: durante l’Open Day verranno presentati i tweet più belli, che costituiscono un tweet book o libro aumentato. Partecipa!

  • 17.00 – h18.00 - Cocktail di chiusura.
Sono 849 i partecipanti che hanno aderito quest’anno al concorsopromosso da associazione Progetto Marzotto

Sono 849 i partecipanti che hanno aderito quest’anno al concorsopromosso da associazione Progetto Marzotto

«Sono 849 i progetti arrivati da tutta Italia, con un’età media dei partecipanti di 34 anni. Un riconoscimento – dichiara Matteo Marzotto, presidente di Associazione Progetto Marzotto, promotrice dal 2010 dell’iniziativa –
che ci riempie di soddisfazione, a chiusura di due mesi intensi di presentazioni del Premio nelle principali città italiane, volte a sostenere e a sviluppare l’ecosistema dell’innovazione.

Quest’anno per lanciare il Concorso abbiamo pensato ad un ciclo di incontri tematici, che di volta in volta affrontassero alcuni temi chiave per lo sviluppo economico del nostro Paese, attraverso le testimonianze più significative ed evolute dei protagonisti del mondo dell’impresa e dell’innovazione, grazie al contributo e al coinvolgimento di molti dei nostri partner: da LA MODA E L’INNOVAZIONE|Storie di imprenditori e innovatori del sistema moda, il 16 maggio a Firenze nella sede dell’acceleratore Nana Bianca; a INNOVARE COMUNICANDO|Storie di imprenditori e di innovatori della comunicazione, il 28 maggio a Roma presso LUISS ENLABS|La Fabbrica delle startup; a L’INNOVAZIONE: DALL’UNIVERSITA’ ALL’IMPRESA, il 7 giugno a Padova al Galileo Innovactors Festival; a LA NUOVA MANIFATTURA|Un confronto tra imprenditori e innovatori del sistema manifatturiero l’11 giugno al Politecnico di Torino in collaborazione con I3P, il roadshow si è chiuso in Sicilia con gli ultimi due appuntamenti a Palermo e Catania incentrati sul tema COSTRUIRE L’INNOVAZIONE|Storie di istituzioni e di innovazioni, tutti appuntamenti che hanno raccolto largo seguito di pubblico e operatori, rivelando questa nuova formula vincente, convinti che solo attraverso la messa in rete delle specificità di ciascun territorio e delle diverse competenze, possa avvenire una reale crescita imprenditoriale del nostro Paese».

«Una risposta oltre le aspettative – riscontra Cristiano Seganfreddo, direttore generale dell’Associazione – che conferma come il Premio Gaetano Marzotto in soli quattro anni sia diventato a tutti gli effetti il riconoscimento all’innovazione più significativo in Italia, grazie non solo a un considerevole investimento economico, ma anche alla costruzione di un network dell’innovazione, che vede tra i nostri partner i principali incubatori, acceleratori, fondi d’investimento, business angel, advisor, venture capital, istituti universitari e di formazione manageriale italiani; tra i nostri obiettivi, c’è quello di accorciare le distanze tra nuovi imprenditori e industria italiana, tra ricerca universitaria e mondo produttivo, tra investitori e giovani imprese».

Rivolto a tutti coloro – persone fisiche, team di progetto, imprese startup e imprese già costituite – che hanno una nuova idea imprenditoriale in grado di generare ricaduta economica e impatto sociale sul territorio italiano, in primis in termini occupazionali, con sede e base di sviluppo in Italia ma capacità di crescita internazionale, il Premio, che quest’anno ha rivisto e affinato le categorie di concorso, i criteri di assegnazione e le giurie, andrà ad individuare le iniziative imprenditoriali più strutturate con il Premio per l’impresa e la migliore idea proposta da un team under 35 con il Premio dall’idea all’impresa, a cui si affianca come in passato il Premio speciale UniCredit.

Con Lombardia e Veneto in testa per adesioni come nel 2013, il Concorso vede per questa edizione al terzo posto il Lazio, a seguire l’Emilia Romagna. Questo il quadro nel dettaglio:

- 357 i candidati con età media 38 anni per il “Premio per l’impresa”, che destina 300.000 euro e un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA del valore di 25.000 euro alla migliore impresa innovativa capace di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, culturali, territoriali o ambientali.
Il Premio è rivolto ai nuovi imprenditori che abbiano una società già costituita, un team consolidato, un mercato di riferimento interessante e un partner (incubatore, acceleratore) che ne accrediti il valore.
Un comitato di selezione - presieduto da Emil Abirascid e composto da personalità del mondo dell’imprenditoria, della ricerca, delle istituzioni, delle università, della finanza, dei venture capitalist e - individuerà i 5 progetti finalisti, che verranno annunciati durante la semifinale in Ottobre.
Il vincitore sarà proclamato durante la finale di giovedì 27 novembre 2014, da una giuria di imprenditori composta da Alberto Baban, Riccardo Illy, Gaetano Marzotto, Ettore Riello, Diana Saraceni, Francesco Zonin.

- 492 i candidati con età media 30 anni per il “Premio dall’idea all’impresa”, che destina 50.000 euro in denaro e periodi di residenza e affiancamento del valore complessivo di 735.000 euro a giovani fino a 35 anni di età massima.
Il Premio consiste in un riconoscimento in denaro e in periodi di residenza all’interno di incubatori e acceleratori di impresa - quali Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ, Fondazione Filarete, H-Farm, I3P, Impact Hub, Industrio Ventures, Innovation Factory, JCube, LUISS Enlabs, M31, Nana Bianca, Polihub, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden, The Net Value, Trento Rise e Vega - con programmi mirati, per trasformare le idee in impresa. Gli incubatori partner del Premio, valutate le proposte, nomineranno il vincitore del percorso da loro messo a disposizione e durante la semifinale di ottobre annunceranno chi tra i ventidue vincitori dei percorsi si aggiudicherà il grant da 50.000 euro, che verrà assegnato da una giuria composta da Annalisa Balloi, AD Micro4you e vincitrice del Premio Impresa del Futuro nel 2011; Rossella Corrao, Ceo SBSKIN; Luca De Biase, giornalista Il Sole 24 Ore; Stefano Gallucci, AD Centervue S.p.A.; Salvatore Majorana, direttore Technology Transfer dell’Istituto Italiano di Tecnologia; Cosimo Palmisano, fondatore Ecce Customer; Massimo Sideri, giornalista Corriere della Sera.
Fondazione CUOA affiancherà il team vincitore con una attività iniziale di analisi dei fabbisogni e un successivo programma formativo adeguato alle specifiche esigenze, per un valore complessivo, non corrisposto in denaro, di 10.000 euro.

A questi progetti attingerà anche la giuria del “Premio Speciale UniCredit Start Lab”, che ci affianca dalla passata edizione e che prevede per ciascuna delle due categorie di Concorso l’inserimento in un programma UniCredit del valore di 150.000 mila euro, non corrisposti in denaro, bensì attraverso l’assegnazione di un mentor - scelto tra professionisti, consulenti, imprenditori, partner di UniCredit sull’innovazione – che organizzerà confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita; la partecipazione alla Startup Academy; un programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab; l’assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit per seguire le esigenze bancarie; e per le startup che ne abbiano i presupposti, l’organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori. Settori di interesse: ICT/Digital/Web, Life Science, Clean
Tech, Nanotech, Moda & Design, Robotica, Agrifood e Turismo.

Da una prima analisi, tra i quindici settori di application (Agroalimentare, Ambiente, Biotecnologie e Salute, Design e Arredamento, Digitale, Energia, Farmaceutico, Informazioni e Telecomunicazioni, Meccanica, Moda e Tessile, Nuovi Materiali, Nanotecnologie, Servizi, Social Innovation e Terzo Settore) il totale dei progetti candidati si è concentrato maggiormente su Ambiente, Informazioni e Telecomunicazioni, Design e Biotecnologie; mentre per il Premio dall’idea all’impresa, si riscontra un significativo aumento di proposte digital rispetto alle precedenti edizioni.

Si chiude così la prima fase, quella di recruiting, a cui faranno seguito:
- entro il mese di Settembre, la preselezione delle proposte, che andrà ad individuare i 27 progetti più mirati: 5 per il Premio per l’impresa e 22 per il Premio dall’idea all’impresa;
- il 22 Settembre, i colloqui con i finalisti presso Villa Trissino Marzotto;
- ad Ottobre, data in fase di definizione, semifinale con annuncio dei 22 vincitori dei percorsi di affiancamento e del vincitore del grant da 50.000 euro per il Premio dall’idea all’impresa e dei 5 finalisti per il Premio per l’impresa;
- il 27 Novembre, finale con annuncio del vincitore del grant da 300.000 mila euro per il Premio per l’impresa.

Il Premio Gaetano Marzotto, promosso e ideato da Associazione Progetto Marzotto, ha durata decennale ed è volto a creare una piattaforma dell’innovazione in Italia fondata sul virtuoso connubio tra capacità imprenditoriale e visione sociale, su esempio di quanto fece nella prima metà del Novecento l’industriale Gaetano Marzotto e, successivamente, suo figlio Giannino. Quest’ultimo, recentemente scomparso, indiscusso testimone e autorevole mentore del Progetto, ha voluto seguirne ogni dettaglio in prima persona fino all’ultimo, con la passione, la lungimiranza e la generosità che lo stesso nipote Matteo Marzotto, eletto presidente dell’Associazione nell’ottobre 2012, ha dichiarato di volere tenere ad esempio, proseguendo nella missione di una lunga tradizione familiare. Se Progetto Marzotto nasce per creare, attraverso una serie di azioni diversificate, un nuovo tessuto sociale (www.progettomarzotto.org), il Premio Gaetano Marzotto ne è un’appendice, con l’obiettivo di individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano, rivolgendosi alle realtà più ‘giovani’ e vivaci del nostro Paese (www.premiogaetanomarzotto.it).

Nel 2013 il Concorso è stato vinto per il Premio impresa del futuro (250.000 euro) da WEARABLE LIGHT EXOSKELETON, sistemi robotici che tramite esoscheletri indossabili intervengono a supporto della movimentazione di materiali e della deambulazione di soggetti disabili e anziani; per il Premio per una nuova impresa sociale e culturale (100.000 euro) da EPINOVA BIOTECH, idrogel bioattivi capaci di sviluppare sostituiti epiteliali ad uso sanitario per la cura di ulcere e ustioni; per il Premio dall’idea all’impresa (percorsi di incubazione e accelerazione per un valore complessivo di 300.000 euro) da INTOINO, IVTECH, NEURON GUARD, CONDOMANI, BIKE INTERMODAL, CELL VIEWER, TRIPPETE, BIO FOOD CORNER, BIOGEM.FRA; per il Premio speciale UniCredit – Talento delle idee (150.000 euro in programmi dedicati) da APX, GPSEASYBOAT, PLUMESTARS, MATERIKO, ORANGE FIBER, B10MOUSE e BIKE INTERMODAL.

Premio Gaetano Marzotto è un’iniziativa nata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e gode dei patrocini di:

  • Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale

  • Presidenza del Consiglio, Ministero dello Sviluppo Economico

  • CNA – Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa

  • CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane

  • Padiglione Italia Expo 2015

  • Unioncamere

Con Italia Startup come main partner, è realizzato in collaborazione con: Fondazione CUOA, Innovarea, Istituto Italiano di Tecnologia, Jacobacci&Partners, Nuvolab, Startupbusiness, UniCredit Start Lab.
Il Premio dall’idea all’impresa è realizzato in collaborazione con: Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ, Fondazione Filarete, H-Farm, I3P, Impact Hub, Industrio Ventures, Innovation Factory, JCube, LUISS ENLABS, M31, Nana Bianca, Polihub, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden, The Net Value, Trento Rise, Vega.
Italian Angels for Growth investe 200mila euro in GIPSTech

Italian Angels for Growth investe 200mila euro in GIPSTech

Italian Angels for Growth (IAG), la principale associazione italiana di business angel, annuncia l’investimento realizzato da un gruppo di propri soci nella startup ad alto contenuto tecnologico GiPStech, ammontante a 200 mila euro.

GiPStech, ovvero Geo Indoor Positioning Systems and Technologies, sviluppa una tecnologia che consente un posizionamento molto preciso all’interno di spazi chiusi (indoor), ricavando una funzionalità del tutto simile al GPS lì dove il segnale satellitare non arriva.

Una tecnologia innovativa che sfrutta i sensori oggi presenti sui comuni smartphone assieme ad un fenomeno naturale, il geomagnetismo, che ha da sempre guidato le migrazioni degli uccelli, l’orientamento dei navigatori e che viene oggi utilizzato dai sistemi di navigazione per esterni. Una innovazione radicale che abiliterà nuovi servizi agli utenti e alle aziende: conoscendo con precisione come si muove un utente od un oggetto si potranno erogare servizi ed analizzare utilmente i dati raccolti nei più svariati settori, dal commercio alle fiere, dagli aeroporti agli ospedali, dai musei all’industria.

La startup non è passata inosservata, conquistando a settembre 2013 l’edizione italiana di Techcrunch, è stata finalista alla Start Cup Calabria e al Premio Gaetano Marzotto, ha vinto un grant Working Capital.

L’investimento sarà indirizzato a completare lo sviluppo della piattaforma tecnologica e testarne l’efficacia attraverso partnership con gli early adopters nei diversi settori di interesse.

“Siamo molto orgogliosi di aver raccolto l’interesse di investitori esperti come i soci IAG” dice Gaetano D’Aquila, CEO di GiPStech, “e siamo sicuri che ci saranno di stimolo e di aiuto nel prossimo futuro che si preannuncia di duro ma entusiasmante lavoro”

“Abbiamo percepito immediatamente le fenomenali potenzialità della tecnologia GiPStech, successivamente approfondendo la conoscenza della squadra abbiamo apprezzato la coesione e la complementarietà dei ruoli e delle esperienze. Un mix che pensiamo possa avere un grande futuro” afferma Massimo Vanzi, co-champion del consorzio d’investimento dei soci IAG che ha investito in GiPStech.

Tra i fondatori della innovativa società anche Matteo Faggin, noto nell’ecosistema delle startup per essere uno dei fondatori e coordinatori di SeedLab, programma di accelerazione per startup.

I principali attori dell’industria tecnologica mondiale (Google, Nokia, Blackberry, Microsoft, ecc) stanno mostrando grande attenzione per il settore dei sistemi di localizzazione indoor che prometteranno di generare (secondo una stima di Markets&Markets) revenue per 2,6 miliardi di dollari già nel 2018. La stessa Apple ha acquisito lo scorso anno WiFiSlam, una startup molto early stage attiva nel settore, per circa 20 milioni di dollari.

Rispetto allo scenario dei competitor, la grande innovazione di GiPStech è che non si basa solamente su tecnologie wifi o beacons, bensì integra (grazie ai propri algoritmi) ogni segnale esistente con le anomalie del campo geomagnetico, offrendo dei risultati incredibilmente precisi senza richiedere ulteriori investimenti in infrastruttura hardware.

La tecnologia è indirizzata al mercato B2B degli sviluppatori, dei system integrator, dei produttori di dispositivi mobili.
Premio Gaetano Marzotto

Premio Gaetano Marzotto

Il Premio Gaetano Marzotto i propone l’obiettivo di individuare e promuovere lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali, in grado di rispondere a criteri di sostenibilità economico-finanziaria e generare al tempo stesso benefici concreti per il territorio italiano.

Tre le categorie di Concorso che quest’anno andranno a premiare, con riconoscimenti in denaro e percorsi di tutoring e mentoring dedicati, i vincitori del 2014:

PREMIO PER L’IMPRESA
300.000 euro in denaro e un percorso di affiancamento della Fondazione CUOA del valore di 25.000 euro


Alla migliore impresa innovativa con capacità di generare significative ricadute positive negli ambiti sociali, territoriali, culturali o ambientali.
Sono chiamati a partecipare nuovi imprenditori che abbiano una società già costituita, un team consolidato, un mercato di riferimento interessante e un partner (incubatore, acceleratore) che ne accrediti il valore.
Un comitato di selezione - presieduto da Emil Abirascid e composto da personalità del mondo dell’imprenditoria, della ricerca, delle istituzioni, delle università, della finanza, dei venture capitalist e della stampa di settore - individuerà i progetti finalisti, che verranno annunciati durante la semifinale di giovedì 30 ottobre 2014.
Il vincitore sarà proclamato durante la finale di giovedì 27 novembre 2014, da una giuria di imprenditori composta da Alberto Baban, Riccardo Illy, Federico Marchetti, Gaetano Marzotto, Ettore Riello, Diana Saraceni, Francesco Zonin.

PREMIO DALL’IDEA ALL’IMPRESA
50.000 euro in denaro e periodi di residenza e affiancamento del valore complessivo di 735.000 euro


Riservato ai giovani fino a 35 anni di età massima, il Premio consiste in un riconoscimento in denaro e in periodi di residenza all’interno di incubatori e acceleratori di impresa - quali Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ, Fondazione Filarete, H-Farm, I3P, Impact Hub, Industrio Ventures, Innovation Factory, JCube, LUISS Enlabs, M31, Nana Bianca, Polihub, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden, The Net Value, Trento Rise e Vega - con programmi mirati, per trasformare le idee in impresa.
Sono chiamate a partecipare persone fisiche, team di progetto e startup innovative.
Gli incubatori partner del Premio valuteranno tutte le proposte e nomineranno il vincitore del percorso da loro messo a disposizione. I ventuno vincitori dei percorsi concorreranno per aggiudicarsi il premio di 50.000 euro, che verrà assegnato durante la semifinale del 30 ottobre, da una giuria composta da Annalisa Balloi, AD Micro4you e vincitrice del Premio Impresa del Futuro nel 2011; Rossella Corrao, Ceo SBSKIN; Luca De Biase, giornalista Il Sole 24 Ore; Stefano Gallucci, AD Centervue S.p.A.; Salvatore Majorana, direttore Technology Transfer dell’Istituto Italiano di Tecnologia; Cosimo Palmisano, fondatore Ecce Customer; Massimo Sideri, giornalista Corriere della Sera.
Fondazione CUOA affiancherà il team vincitore con una attività iniziale di analisi dei fabbisogni e un successivo programma formativo adeguato alle specifiche esigenze, per un valore complessivo, non corrisposto in denaro, di 10.000 euro.

PREMIO SPECIALE UNICREDIT START LAB
150.000 euro in percorsi di affiancamento dedicati


Rivolto ad almeno una startup per ciascuna delle due categorie di concorso, Premio per l’impresa e Premio dall’idea all’impresa, il Premio prevede l’inserimento in un programma UniCredit che include l’assegnazione di un mentor - scelto tra professionisti, consulenti, imprenditori, partner di UniCredit sull’innovazione - per confronti periodici con le startup su aspetti strategici e di crescita; la partecipazione alla Startup Academy; un programma di coaching da parte del team di UniCredit Start Lab; l’assegnazione di un Relationship Manager di UniCredit per seguire le esigenze bancarie; e per le startup che ne abbiano i presupposti, organizzazione di Business Meetings con clienti Corporate di UniCredit e con possibili investitori.
Settori di interesse: ICT/Digital/Web, Life Science, Clean Tech, Nanotech, Moda & Design, Robotica, Agrifood e Turismo.

Nel 2013 il Concorso è stato vinto per il Premio impresa del futuro (250.000 euro) da WEARABLE LIGHT EXOSKELETON, sistemi robotici che tramite esoscheletri indossabili intervengono a supporto della movimentazione di materiali e della deambulazione di soggetti disabili e anziani; per il Premio per una nuova impresa sociale e culturale (100.000 euro) da EPINOVA BIOTECH, idrogel bioattivi capaci di sviluppare sostituiti epiteliali ad uso sanitario per la cura di ulcere e ustioni; per il Premio dall’idea all’impresa (percorsi di incubazione e accelerazione per un valore complessivo di 300.000 euro) da INTOINO, IVTECH, NEURON GUARD, CONDOMANI, BIKE INTERMODAL, CELL VIEWER, TRIPPETE, BIO FOOD CORNER, BIOGEM.FRA; per il Premio speciale UniCredit – Talento delle idee (150.000 euro in programmi dedicati) da APX, GPSEASYBOAT, PLUMESTARS, MATERIKO, ORANGE FIBER, B10MOUSE e BIKE INTERMODAL.
Quest’anno le categorie di concorso, i criteri di assegnazione, le giurie, sono stati rivisti e affinati, per dare un assetto ancora più concreto al premio che andrà ad individuare le iniziative imprenditoriali più strutturate con il Premio per l’impresa e la migliore idea proposta da team under 35 con il Premio dall’idea all’impresa, a cui si affianca come in passato il Premio speciale UniCredit.

La competizione è aperta a persone fisiche, team di progetto, imprese startup e imprese già costituite, che abbiano una nuova idea imprenditoriale, in grado di generare una ricaduta economica e un impatto sociale positivo principalmente sul territorio italiano, con sede e base di sviluppo in Italia, ma capacità di crescita internazionale.
Le idee proposte devono essere originali, innovative e attuabili, finanziariamente sostenibili e in grado di generare ritorni economici.
La partecipazione è gratuita. Per partecipare, si deve compilare il form on line dalla sezione Partecipa del sito www.premiogaetanomarzotto.it, in accordo coi termini previsti.

  • Entro mercoledì 18 giugno, si chiuderà la fase di invio dei progetti.

  • Giovedì 30 ottobre si terrà la semifinale.

  • Giovedì 27 novembre, si terrà la finale.

Una serie di presentazioni e incontri di attivazione con i soggetti dell'innovazione, imprenditori, incubatori, acceleratori, università, associazioni, istituzioni, permetteranno di sviluppare il network a supporto del progetto. In calendario:

  • Mercoledì 28 maggio 2014, Roma - COMUNICAZIONE E INNOVAZIONE | Partner: LUISS ENLABS

  • Mercoledì 11 giugno2014, Torino - MANIFATTURA E INNOVAZIONE | Partner: I3P

  • Martedì 17 giugno 2014, Roncade (TV) - CREATIVITA’ E COMUNICAZIONE | Partner H FARM

Il Premio Gaetano Marzotto è un’iniziativa sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e gode dei patrocini di: Presidenza del Consiglio, Agenzia per l’Italia Digitale; Presidenza del Consiglio, Ministero dello Sviluppo Economico; CNA – Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa; CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane; Padiglione Italia Expo 2015; Unioncamere

Con Italia Startup come main partner, è realizzato in collaborazione con: Fondazione CUOA, Innovarea, Istituto Italiano di Tecnologia, Jacobacci&Partners, Nuvolab, Startupbusiness, UniCredit Start Lab.

Il Premio dall’idea all’impresa è realizzato in collaborazione con: Boox, Cesena Lab, Consorzio Arca, Digital Magics, FabriQ, Fondazione Filarete, H-Farm, I3P, Impact Hub, Industrio Ventures, Innovation Factory, JCube, LUISS ENLABS, M31, Nana Bianca, Polihub, Progetto Manifattura, Seedlab, Talent Garden, The Net Value, Trento Rise, Vega.
Premio Gaetano Marzotto: aperto il bando, oltre 1 milione di euro allestartup

Premio Gaetano Marzotto: aperto il bando, oltre 1 milione di euro allestartup

Con un montepremi complessivo di oltre 1 milione di euro e un network raddoppiato con partner provenienti da tutta Italia, il Concorso - che da quest’anno ha Italia Startup come main partner e gode del Patrocinio del Padiglione Italia Expo 2015 - si presenta competizione e piattaforma di riferimento per l’ecosistema innovazione in Italia.

Fino al 18 giugno 2014 i nuovi imprenditori e costruttori del futuro in grado di fare convivere innovazione, impresa e società, potranno concorrere alla quarta edizione del Premio Gaetano Marzotto, il più significativo riconoscimento all’intraprendere della nuova Italia.

Il Premio Gaetano Marzotto, che ha durata decennale, cerca nuovi imprenditori e costruttori di futuro che siano in grado di far convivere innovazione, impresa e società. Le migliori proposte verranno premiate con riconoscimenti in denaro e periodi di formazione con tutoring e mentoring dedicati.

«Sostenibilità, ricaduta sociale sul territorio italiano - anche in termini occupazionali - e innovazione, sono i principi cui si riconduce il Premio Gaetano Marzotto, che in soli quattro anni ha saputo costruire un’importante piattaforma volta a creare opportunità di incontro tra il mondo dell’innovazione e il sistema industriale e produttivo italiano.» dichiara Matteo Marzotto, presidente di Associazione Progetto Marzotto, che promuove l’iniziativa e continua «Caratteristiche che mio nonno Gaetano, cui è dedicato il Premio, ha promosso con visione e lungimiranza per tutta la sua vita, contribuendo a creare un’impresa socialmente responsabile, che si facesse carico di distribuire non solo risorse, ma anche saper fare, per facilitare lo sviluppo di nuova imprenditorialità».

«Con un network raddoppiato che vede Italia Startup main partner del Concorso, l’ingresso di dodici nuovi incubatori e acceleratori da tutta Italia, il patrocinio del Padiglione Italia Expo 2015 con cui stiamo stringendo una collaborazione, Premio Gaetano Marzotto si rivela a tutti gli effetti realtà di riferimento dell’ecosistema innovazione in Italia, sostenendo la nascita di nuova impresa e impegnandosi a creare le condizioni ambientali per un cambio di paradigma» continua Cristiano Seganfreddo, direttore generale dell’associazione voluta nel 2010 da Giannino Marzotto, ideatore e mentore del Premio, e portata avanti grazie all’impegno e alla perseveranza delle sue figlie – Cristiana, Margherita e Maria Rosaria Marzotto – e di Ferdinando Businaro, amministratore delegato della stessa.