Arriva Vois, la startup che, attraverso il podcast, aiuta i brand a comunicare la propria vicinanza ai consumatori


Dalla fortunata serie “Prime Svolte”realizzata in collaborazione con MINI, per la startup guidata da Francesco Tassi è stato un crescendo di collaborazioni con numerosi brand del mondo della farmaceutica, della tecnologia, delle scienze e del food, trainate soprattutto dal successo dei contenuti audio ascoltati attraverso il podcast (1 italiano su 4 ha ascoltato podcast nell’ultimo mese)

Oggi ForTune cambia pelle e diventa VOIS affermandosi con decisione nel mondo del branded podcast.

Con l’obiettivo di raccontare storie che veicolano valori e mission di un’impresa e costruire un rapporto intimo e di fiducia con i propri utenti, ForTune cambia pelle e diventa VOIS (https://vois.fm/), un nome che gioca con il significato della parola francese richiamando la potenza evocativa dei contenuti vocali di creare immagini, far sognare e fidelizzare ad un brand. Un richiamo forte alle origini, evocato anche dal nuovo logo che raffigura una bocca, ovvero l’elemento primario da cui ha origine la voce.

La startup, che nel 2017 aveva contribuito a diffondere il podcasting in Italia si rinnova puntando l’attenzione sui branded podcast, nell’ottica di sviluppare contenuti audio per i brand a supporto sia delle loro attività di marketing che per finalità formative.

Per farlo l’azienda, che a gennaio 2020 ha ricevuto un nuovo round di investimento, introducendo nella compagine sociale figure di riferimento nel settore dei media, ha costruito un network di 80 autori e divulgatori esperti su tematiche verticali, come ad esempio farmaceutica, food, tecnologia, scienze ecc. I prodotti realizzati vengono poi pubblicati sulle diverse piattaforme di ascolto, da Spotify, Apple Podcast, Google Podcast ecc..

“Con VOIS miriamo a portare la voce dei brand dove questa può essere ascoltata - afferma Francesco Tassi, Ceo di VOIS - creando un canale di comunicazione audio per le imprese. Quando racconti una storia, crei una connessione profonda con il tuo ascoltatore, evochi situazioni che fanno parte anche della sua vita e questo innesca un meccanismo emotivo che avvicina molto il brand al suo pubblico.”

Molti i progetti in corso, soprattutto con multinazionali o realtà che hanno deciso di utilizzare lo strumento del podcast dopo averne osservato il successo oltre confine. Tra questi “Quella Svolta Che...”, seconda stagione della fortunata serie “Prime Svolte” sviluppata con il noto brand automobilistico MINI, in occasione del lancio della MINI Full Electric e scelto da Apple come uno dei migliori podcast 2019.

“Il podcast è una delle grosse opportunità che ha oggi un brand e, in questi ultimi due mesi in cui siamo stati nel pieno dell’emergenza Coronavirus, molti hanno iniziato ad accorgersi delle sue enormi potenzialità. - conclude Tassi - Spotify ha rilevato una crescita notevole del podcast come strumento di comunicazione, utilizzato soprattutto da aziende che attraverso la voce e il racconto di storie, hanno comunicato la loro vicinanza alle persone. La comunicazione è cambiata, le persone hanno la necessità di conoscere i valori del brand attraverso messaggi che abbiano uno stile più narrativo e meno orientato alla vendita diretta. Siamo solo agli inizi di questa nuova era, ma gli sviluppi sono molto promettenti”.
Nuova Vecchia