Suqqo: Una startup per innovare il settore dei succhi di frutta


Che caratteristiche ha il succo di frutta che tutti desiderano bere? Freschezza del prodotto, naturalezza del sapore e assenza di altri elementi aggiunti al di fuori della frutta stessa. Sono proprio queste le qualità che sorprendono la prima volta che si prova un SUQQO. La giovane startup di Torino ha saputo farsi notare e farsi apprezzare sempre di più negli ultimi anni tra Piemonte e Lombardia e ora, grazie al round di crowdfunding appena concluso positivamente, l’azienda potrà accelerare ulteriormente la propria crescita per espandersi in tutta Italia.

La componente innovativa dei succhi a marchio SUQQO è tutta nei processi produttivi. Grazie alla spremitura a freddo di frutta e verdura fresca, alle ricette uniche e bilanciate per abbinare al meglio gli ingredienti e al trattamento ad alta pressione effettuato sulle bottiglie (che consente di prolungare la vita del prodotto fino a 60 giorni, purché conservato a bassa temperatura), la startup Suqqo Srl è in grado di offrire una bevanda che mantiene inalterato il gusto e tutte le proprietà degli ingredienti utilizzati senza ricorrere alla pastorizzazione, come avviene per la maggioranza dei succhi in commercio, e senza l’aggiunta di conservanti, acqua o zuccheri.

Suqqo S.r.l. è un’azienda che nasce a Torino nel 2016 da un’idea di Edoardo Varetto che, ispirandosi al successo all’estero di Joe & The Juice, intuisce le potenzialità di questo mercato e dedica tutto se stesso alla creazione della startup e alla realizzazione dei primi prodotti, forte anche delle sue precedenti esperienze nel settore, di un diploma in mixology e del supporto di consulenti e tecnologi alimentari.

Da allora Suqqo ha vissuto una crescita anno su anno, in termini di produzione, di staff e di clienti che ha portato questi succhi dall’inconfondibile etichetta nera a farsi conoscere in particolar modo a Torino e a Milano grazie ad accordi con locali come bar, palestre, centri benessere e supermercati, tutti di fascia medio-alta.

Il business di Suqqo S.r.l. nasce appunto come B2B, offrendo però anche un’opzione di home delivery B2C per coloro che desiderano ricevere periodicamente i succhi di frutta spremuti a freddo. Tra i clienti di spicco di Suqqo figurano Eataly, Trussardi e Costadoro Caffè. Altra peculiarità di questi succhi è l’aver studiato e creato le proprie ricette appositamente per ogni momento della giornata, come si può intuire dai nomi dati ai vari prodotti.

Sono i consumatori finali, i clienti soddisfatti e i numeri pubblicati su wearestarting.it, sito di equity crowdfunding sul quale Suqqo ha pubblicato la propria offerta per raccogliere capitale, a testimoniare il buon andamento della giovane azienda piemontese. A spingere ulteriormente la crescita, nell’estate 2019 Suqqo introduce i prodotti a marchio KUNA: i primi succhi di frutta monogusto e monoporzione non pastorizzati. Questa mossa consentirà all’azienda di poter conseguire notevoli risultati anche durante la stagione invernale, tendenzialmente meno redditizia.

Il crowdfunding, concluso con successo lo scorso luglio raccogliendo 168 mila euro, consentirà all’azienda di investire in nuovi macchinari più efficienti per aumentare la produzione. Le caratteristiche e le potenzialità del progetto hanno convinto più di 50 investitori, i quali hanno manifestato entusiasmo verso la società nella quale hanno investito e presto verranno registrati come nuovi soci della startup innovativa. Tra i vari feedback positivi di questi sostenitori prevale, oltre all’apprezzamento del prodotto, la fede nel fondatore e amministratore delegato di Suqqo, Edoardo Varetto e il suo team.

In una dichiarazione rilasciata al portale online WeAreStarting, Edoardo esprime la sua soddisfazione per il risultato raggiunto: “Ci sentivamo sicuri di poter concludere positivamente questo crowdfunding e l’aver raccolto una cifra superiore al nostro obiettivo è stata una bella soddisfazione che gratifica il lavoro che svolgiamo quotidianamente. Ci tengo a ringraziare tutti gli investitori, a cui intendiamo dare soddisfazioni, per aver creduto in noi e per averci permesso di raggiungere un tale risultato. Ora bisogna ‘semplicemente’ continuare a lavorare, provare, testare, imparare e fare il massimo per crescere in fretta verso il nostro obiettivo di lungo periodo: creare qualcosa di valore, autorevole, duraturo nel tempo ed essere riconosciuti come marchio leader nel mercato dei succhi freschi.”

Anche per WeAreStarting si tratta di un altro grande caso di successo, il numero 6 del 2019, che porta il totale raccolto della piattaforma a più di 2 milioni da quando è attiva. “Sin dal nostro primo contatto con Suqqo abbiamo intravisto le grandi potenzialità di questa startup e l’alto coinvolgimento di investitori in questa raccolta appena conclusa ha confermato la nostra intuizione. Siamo davvero orgogliosi di avere una società come Suqqo S.r.l. tra i progetti di successo del nostro portale di equity crowdfunding. Ora siamo curiosi di vedere i risultati che il team saprà ottenere grazie a questa raccolta online”. Dichiara Carlo Allevi, operations manager del Portale.

Oltre al già citato sito di equity crowdfunding, ha lavorato fianco a fianco con Edoardo Varetto e contribuito alla nascita di questa promettente startup anche il team TACOMA, società di consulenza commerciale per startup e PMI. “Ho collaborato con Edoardo da quando Suqqo ancora era solo un sogno e in questi anni ho visto accadere molte cose belle: Suqqo ha stretto collaborazioni importanti con altri brand e ha iniziato ad ottenere risultati interessanti. Non so quanto potrà valere la società un giorno, ma da sempre vedo in Edoardo dedizione, passione, attenzione e tante altre qualità fondamentali per un imprenditore. Per questo mi aspetto un grande futuro per Suqqo e una crescita esponenziale del valore di questa startup”. Il commento di Riccardo Malsente, co-founder di TACOMA.
Nuova Vecchia