Y.Share e Drive2Go presentano Easy.Box



Un locker per mettere al sicuro le chiavi dei veicoli. La soluzione per la mobilità pubblica e per la gestione delle flotte aziendali si chiama EasY.Box ed è stata prodotta da Drive2go, società controllata al 100% da Y.Share.

Nato come soluzione a un problema di sicurezza che da qualche anno si sta facendo sempre più rilevante, EasY.Box è un prodotto efficace ed economico. Si tratta di un locker sempre connesso al server (attraverso la tecnologia dell’Internet of Things) che al tempo stesso fornisce anche il tracciamento continuo della posizione del veicolo tramite GPS e il modulo GPRS. Facile da installare, connesso all’alimentazione elettrica del veicolo – e dotato di una batteria d’emergenza – EasY.Box può essere aperto con l’apposito badge Mifare, attraverso una chiave di sicurezza o addirittura da remoto.

Ma la soluzione proposta non è solo EasY.Box, comprende anche una «piattaforma di gestione», ospitata su server cloud, per gestire in maniera efficiente le operazioni di ogni flotta. Piattaforma utile anche in chiave sicurezza: in caso di tentativi di apertura non consentiti, il dispositivo è infatti in grado di inviare messaggi di alert alla piattaforma stessa. Per rendere i processi più efficienti, aumentarne la profittabilità riducendo al minimo i costi di gestione Drive2go e Y.Share propongono due ulteriori soluzioni, una per il monitoraggio dello stile di guida dell’autista e l’altra per permettere al manager di gestire in maniera più efficiente le attività relative al fleet-management. La prima soluzione, DST, acronimo di «Driving style tools», è l’anima portante di Drive2go e consiste in un insieme di strumenti per il monitoraggio dello stile di guida. DST infatti, attraverso il protocollo Can Bus, è in grado di leggere i dati del computer di bordo del veicolo e di fornire un feedback immediato all’autista sul suo stile di guida e sull’analisi di tutti i dati del veicolo.

Oltre a questi feedback forniti all’autista in tempo reale attraverso un’interfaccia a led, dati più complessi sono poi riportati nelle piattaforme online dove il manager può esaminarli e grazie all’integrazione dei moduli digitali può avviare una gestione completa della flotta partendo dalla segnalazione dei danni e dei veicoli danneggiati per predisporre la loro riparazione, l’identificazione dei veicoli disponibili e le attività di gestione delle ferie, le buste paga e i cambi turno del personale.

Nonostante sia un’azienda molto giovane, Y.Share, che si sta sviluppando all’interno di e-Novia la Fabbrica di Imprese, si è distinta in numerosi progetti avviati con i maggiori player del Tpl (e del waste). «Ad oggi importanti compagnie del settore hanno richiesto l’installazione di più di 2.000 EasY.Box e quasi 3000 DST alcuni compresi del servizio aggiuntivo dei moduli digitali – commenta Andrea Rinaldo -. Con il monitoraggio dello stile di guida siamo riusciti a far risparmiare ai nostri clienti fino all’8% in termini di carburante e fino 30% sui costi di manutenzione dei veicoli».

e-Novia è una «Enterprises Factory», che trasforma ricerca in prodotto, ricercatori in imprenditori, startup in imprese. La “Fabbrica di Imprese” quindi promuove, costituisce e sviluppa società innovative, ad alto valore tecnologico, attraverso la valorizzazione delle proprietà intellettuali sviluppate in collaborazione con i principali istituti di ricerca italiani e con le corporate internazionali e veicolati in progetti di start up attraverso la propria «linea produttiva» composta da due «anime»: la Invention Foundry e la Enterprise Foundry. La prima trasforma proprietà intangibile in invenzioni tangibili, la seconda trasforma invenzioni in imprese innovative.
Nuova Vecchia