Banda ultra larga in Liguria: lo stato dell'arte


Continua il lavoro per garantire il raggiungimento degli obbiettivi di accesso a Internet stabiliti a livello europeo per il nostro Paese.

85% della popolazione coperta da connessione a fibra ottica, con il restante 15% coperto almeno da una connessione a 30 Mb/s entro il 2020. Questi gli obiettivi ambiziosi per lo sviluppo della banda ultra larga nel nostro Paese. A fare il punto sulla situazione del nostro territorio, si svolgerà domani alla Camera di Commercio a Genova l’incontro “Banda Ultra Larga Liguria: un’opportunità per il territorio”.

Parteciperanno ai lavori tutti i principali soggetti – pubblici e privati – coinvolti in questa grande opera di digitalizzazione. Ad aprire i lavori, il segretario generale della Camera di Commercio Maurizio Caviglia e rappresentanti di Regione Liguria, Liguria Digitale, Punto Impresa Digitale, Infratel, Open Fiber. Attesi anche gli intervenuti del presidente della Regione Giovanni Toti e del presidente di Anci Liguria nonché Sindaco di Genova Marco Bucci.

I lavori di posa e messa in opera dell’infrastruttura sono in corso e garantiranno alle aziende un connettività “a prova di futuro”. L’obiettivo finale del piano Banda Ultra Larga (BUL) è ridurre il gap infrastrutturale e di mercato esistente, attraverso la creazione di condizioni più favorevoli allo sviluppo integrato delle infrastrutture di telecomunicazione fisse e mobili.
Nuova Vecchia