Imprese: anche a Genova migliora la maturità digitale


Il 33% delle imprese che nel 2018 erano completamente a digiuno di digitale, oggi sono diventate “esordienti”, nel senso che stanno conoscendo e sperimentando utilizzi variegati di risorse digitali per la propria attività. Aumentano del 24% anche gli esperti, che applicano già con successo soluzioni 4.0. È quanto emerge dal confronto effettuato da Unioncamere nazionale sul livello di digitalizzazione nelle imprese italiane nel 2018 e nel 2019.

Sono stati messi a confronto due test, uno più immediato, il SELFIE 4.0, realizzabile in autonomia su puntoimpresadigitale.camcom.it; uno più dettagliato, lo ZOOM 4.0 che si può effettuare direttamente in azienda con il digital promoter della Camera di Commercio.

A Genova sono quasi 200 le imprese che hanno compilato l’indagine per capire il punto di partenza e pensare a nuove soluzioni in ottica impresa 4.0. Internet of things, soluzioni cloud, realtà virtuale, ecc: ormai le nuove tecnologie calzano a pennello per qualsiasi impresa, anche per le attività più tradizionali. Per avere un primo approccio al tema e capirne l’utilità, a Genova è attivo, presso la Camera di Commercio uno degli 88 Punti Impresa Digitale per imprenditori e professionisti che necessitano chiarimenti su queste tematiche.

“Da diversi anni stiamo lavorando su vari livelli per compiere una capillare opera di diffusione delle potenzialità del digitale tra le aziende – spiega Maurizio Caviglia, nella sua veste di Digital Leader del PID Genova -  In questo momento, poi, stiamo puntando su contributi fino a 4mila euro alle mpmi per formazione, consulenze e attrezzature per investimenti legati a impresa 4.0”.
Nuova Vecchia