Basecamp Milano 2019: Salesforce dà voce ai protagonisti della Quarta Rivoluzione Industriale



Oltre 2000 aziende di tutti settori – dalla moda all’automotive, passando per il retail, il banking e le utility – si sono date appuntamento oggi al MiCo Centro Congressi di Milano per “toccare con mano” gli ultimi sviluppi tecnologici di Salesforce, l’azienda leader che continua a guidare il mercato globale del CRM con una quota di mercato del 16,9%, ossia più della somma dei suoi 15 concorrenti immediati (IDC, aprile 2019).

È stato un vero e proprio Basecamp Milano da record con oltre 6.000 registrati, tutti parte del folto ecosistema italiano di Salesforce che si riunisce una volta all’anno. Unico scopo  condividere esperienze e visioni sull’uso delle nuove tecnologie della Quarta Rivoluzione Industriale al fine di adottare al meglio il cambiamento digitale e guidare la crescita del proprio settore.

Il keynote di apertura di questa edizione si è contraddistinto per la presenza di nomi prestigiosi che si sono alternati sulla scena per uno scambio di idee e opinioni ad alto valore. A fare gli onori di casa Federico Della Casa, Country Leader di Salesforce Italia, che ha accolto sul palco un ospite a sorpresa: direttamente da San Francisco, il co-CEO di Salesforce Keith Block, intervenuto per sottolineare una volta di più lo spirito pionieristico di Salesforce: “Amo l’Italia, è un paese ricco di storia, cultura ma anche innovazione. Spesso quando cerchiamo dei clienti che hanno fatto progetti innovativi, parliamo dell’Italia. Non mi sorprende vedere tanta folla oggi, questo è senza dubbio uno degli eventi internazionali più grandi”.

È stata poi la volta di Paolo Bergamo, Senior Vice President Salesforce Global, che, insieme a Ezio Russo, Area Vice President, ha accompagnato sul palco manager e imprenditori di importanti aziende quali, Automobili Lamborghini, F.C. Internazionale Milano e Nicolaus Tour. Con lo Chef Massimo Bottura quale gradito ospite a raccontare dell’associazione no-profit Food For Soul e della nascente collaborazione con Salesforce.

Il palco di Basecamp si è quindi trasformato in un anfiteatro ideale della Quarta Rivoluzione Industriale, dove ogni speaker ha raccontato come sta vivendo le sfide della trasformazione digitale da protagonista, riscrivendo le regole del proprio settore e contribuendo al benessere della propria comunità.

I percorsi delle aziende nella Quarta Rivoluzione Industriale sono stati proposti anche nell’area espositiva dove è stata rappresentata l’Italia attraverso i suoi monumenti poi abbinati ad aziende che già utilizzano le soluzioni Salesforce. Una vera e propria “Connected Country” realizzata in collaborazione con Copernico.

Qui, Banca IFIS, Brunello Cucinelli, Fratelli Carli, Green Network Energy, Octo Telematics, Technogym e il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, hanno individuato e rappresentato il futuro del loro business attraverso potenziali percorsi nella IV Rivoluzione Industriale. Un vero e proprio connubio tra storia, cultura e innovazione lungo lo Stivale.

I partecipanti all’evento hanno poi potuto assistere alle 50 sessioni verticali in programma, all’interno delle quali sono intervenuti 40 Trailblazer – ossia i clienti Salesforce che fanno da “apripista” e creano modelli di business innovativi e servizi su misura per i propri clienti – condividendo le proprie storie di successo.

Federico Della Casa, Country Leader di Salesforce Italia, si è dichiarato soddisfatto dell’incredibile successo ottenuto in questa ultima edizione di Basecamp Milano. “Il successo di questa edizione di Basecamp è sorprendente solo all’apparenza. In realtà, incontrando le aziende quotidianamente, questa spinta al cambiamento è ben visibile. Le aziende hanno capito che investire nelle tecnologie della Quarta Rivoluzione Industriale è l’unica cosa da fare per riuscire ad alzare il livello di competitività. Siamo molte felici e orgogliosi che vedano in Salesforce un punto di riferimento. Il successo di questa edizione di Basecamp ne è la prova”.

“Tutto ciò che fanno i nostri clienti è di ispirazione allo sviluppo funzionale della nostra piattaforma per consentire alle aziende in tutto il mondo di realizzare appieno la loro visione ed affermarsi sul mercato”, ha aggiunto Paolo Bergamo, Senior Vice President Salesforce Global. “La tecnologia di oggi, l’intelligenza artificiale in modo particolare, ci aiuta a lavorare avendo più cura delle esigenze del singolo cliente, rispettandone sempre i valori più profondi. Questa deve essere la strada verso un nuovo capitalismo più inclusivo ed è la strada maestra che Salesforce segue dal primo giorno per sviluppare il business e muoversi correttamente, in modo mirato e mai invasivo, verso un mondo nuovo in cui siamo tutti connessi”.

L’ecosistema dei partner non ha mancato di partecipare attivamente con 37 partner sponsor tra cui: Accenture, Deloitte Digital, PWC, Reply Arlanis, Atlantic, Lutech TEN e Web Results.
Nuova Vecchia