Regione Lazio: numeri record per VentureUp



È stata un successo l’edizione 2019 di VentureUp che si è svolta a Roma presso Lazio innova. Sono stati organizzati più tavoli rispetto alla scorsa edizione milanese, circa 400, registrando con 30 presenze anche il record di partecipazione degli investitori per gli incontri one to one con oltre 200 tra startup e innovatori. Numeri importanti che si sommano a quelli delle precedenti quattro edizioni (Milano nel 2015 e nel 2018, Rovereto nel 2016 e Roma nel 2017) a cui aderirono complessivamente 2.500 partecipanti, per un totale di 1.660 incontri one-to-one tra startup e investitori.

VentureUp è il portale promosso da AIFI (Associazione italiana del private equity, venture capital e private debt) e Fondo Italiano d’Investimento e creato per le startup che vogliono entrare in contatto con gli investitori per proporre il proprio progetto imprenditoriale.

Come per l’edizione di due anni fa, la Regione Lazio ha ospitato il prestigioso appuntamento presso la sede di Lazio Innova. Un incontro dal duplice valore per l’intera filiera a sostegno delle giovani imprese. Un evento strategico sulle policy pubbliche e private e sugli scenari prossimi futuri ma, soprattutto, un incontro fortemente operativo.
Nel solco del dibatto già aperto dalla Regione Lazio lo scorso 5 febbraio a Milano, VentureUp ha messo a confronto i modelli e le nuove strategie e ha coinvolto direttamente le startup innovative e gli investitori interessati alle buone idee, con centinaia di incontri one-to-one.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha ricordato che quanto presentato a VentureUp "è figlio di scelte politiche, un'idea di visione di futuro della nostra comunità, un impegno amministrativo e di scelte di campo. È importante dimostrare che l'amministrazione pubblica, se vuole, cambia e può cambiare in meglio. Da qui la voglia di mettere in campo azioni innovative sul credito”.

La Regione Lazio lavora già da tempo su queste tematiche, con l’obiettivo di costruire un percorso comune e condiviso, a livello nazionale, con tutti gli attori coinvolti nella articolata filiera del venture capital. Il progetto del Lazio per il capitale di rischio sostiene l’impresa innovativa, unendo le risorse dei fondi europei con il capitale privato - inteso sia come smart money di business angels e family offices sia come fondi di gestori professionali - combinandolo in maniera innovativa anche con la raccolta attraverso campagne di equity crowdfunding.

A sostegno delle startup, in aggiunta agli strumenti propriamente finanziari, la Regione Lazio ha messo in campo una serie di misure, diverse e complementari, per lo sviluppo dell’intero ecosistema. Si tratta di servizi e azioni a favore delle nuove imprese innovative, che includono e mettono in rete anche il mondo universitario, della ricerca e le grandi imprese a caccia di idee innovative.

Oltre che su un utilizzo più efficace dei fondi strutturali europei nel venture capital, grazie al fondo di fondi LAZIO Venture e al fondo diretto INNOVA Venture, i servizi integrati della Regione Lazio a sostegno delle imprese innovative si sviluppano attraverso azioni di facilitazione dell’incontro tra idee e investitori o, come nel caso della strategia di open innovation, tra grandi imprese, startup, creativi e innovatori.

Con VentureUp questa azione si allarga oltre i confini regionali e prende definitivamente forma, dimostrando la reale efficacia della sinergia tra pubblico e privato nel costruire strumenti per il finanziamento delle startup.
Nuova Vecchia