Parte la terza edizione del workshop Ingegneria Innovazione e Impresa

Dal 19 al 26 marzo, nei locali della facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Palermo, l’associazione Butterfly for University – RUN organizza la terza edizione del workshop “Ingegneria Innovazione e impresa”, in collaborazione con il Consorzio Arca e ADoP (Associazione Dottorandi e Dottori Palermo). Il workshop è rivolto agli studenti di tutte le facoltà dell’ateneo palermitano ed ha l’obiettivo di promuovere la cultura d’impresa, informando i partecipanti sugli strumenti a disposizione per realizzare le loro idee imprenditoriali.

L’evento vuole identificarsi come momento di discussione e riflessione su come valorizzare gli spazi e le risorse interne alla cittadella universitaria di “Parco d’Orleans” attraverso nuove idee d’impresa. Si tenterà, inoltre, di focalizzare l’attenzione su casi concreti, mirando a promuovere la nascita e lo sviluppo di spin-off accademici.

Troppo spesso, infatti, la conoscenza e la ricerca rimangono sterilmente confinate nelle aule universitarie invece di produrre valore economico ed occupazione. Invertire questa tendenza è esattamente uno degli obiettivi che ci proponiamo ad Arca attraverso le attività di incubazione ed accelerazione degli spin-off universitari, e durante gli incontri del workshop cercheremo di trasmettere agli studenti la fiducia nel fatto che con il giusto sostegno è possibile realizzare le proprie idee.

Il comitato scientifico di rilievo che prenderà parte al workshop è composto da Umberto La Commare (presidente del Consorzio Arca), Fabio Maria Montagnino (direttore del Consorzio Arca), Maurizio Carta (Presidente della Scuola Politecnica) e Fabrizio Micari (ex Presidente della Scuola Politecnica e delegato alla gestione dei rapporti di ricerca con l’U.E.).

Coloro i quali parteciperanno a tutte le attività e che avranno ottenuto valutazione positiva dell’elaborato finale da parte del CCS, verrà rilasciato un attestato di partecipazione e saranno riconosciuti 3 CFU come attività formative (come previsto dai regolamenti di CCS per le attività di cui all’articolo 10 c.1 lett.F), previa approvazione da parte del CCS di appartenenza.

Posta un commento

Nuova Vecchia