Linkedin, esordio boom a Wall Street: balzo oltre il 100% e c’è già chi scommette che si è aperta la “New Wave of New Economy”

Partenza col botto a Wall Street per Linkedin. Il titolo del social network per le reti professionali, sbarcato ieri sulla piazza finanziaria di New York, ha segnato un rialzo dell’83%, dopo aver spiccato un balzo di oltre il 100% poco dopo l’avvio degli scambi.

Le azioni Linkedin hanno preso il volo nonostante il prezzo del collocamento sia stato alzato ieri del 30% a 45 dollari, per via dell’interesse scatenato dalla società.

Le azioni hanno toccato quota 92,99 dollari, per poi ripiegare a 81,76 dollari, per una valorizzazione della compagnia intorno agli 8 miliardi di dollari.

Un successo previsto ma con un’entità che sembra aver sorpreso decisamente il mercato, tanto che nelle sale operative, ieri, già si parlava di possibile “bolla speculativa”.

Gli analisti finanziari infatti, si sono domandati sul raddoppio istantaneo del valore di mercato del titolo Linkedin, che ha superato di gran lunga le loro aspettative. Un volo che ha fatto lievitare il valore della società a circa 10 miliardi dai 4,2 miliardi della vigilia.

Gli occhi degli investitori restano puntati, oggi, sul titolo nel secondo giorno a Wall Street, ma c’è già chi scommette sulla discesa delle azioni sotto quota 90 dollari, nel giro di cinque giorni.

Chissà se il trionfale debutto di Linkedin, dopo quello di Netscape Communication (1994) e Google (2004) farà da apripista alle quotazioni di Facebook e Twitter.

Tagged with
  1. Il mio primo Profilo Linkedin risale, ormai, al 2005 … sono passati quindi 6 anni. Lo uso ancora molto e devo dire, con un certo profitto.

    Speriamo che tutti quei soldi non gli diano alla testa e non cambino la formula che finora gli ha portato successo!

    Reply
  2. Mi pare di aver letto che LinkedIn fatturi poco più di 90 milioni di dollari.
    E’ vero che l’informazione vale e costa e può valere sempre di più, ma a prima vista sembrerebbe il tutto un po’ squilibrato…vedremo.

    Reply
  3. Caro.
    Ci siamo incontrati su Linkedin tantissimi anni fà. Non ricordo con esattezza quanti.
    Ad oggi lo usiamo entrambi molto attivamente. Devo dire che trovo molti vantaggi nell’utilizzo delle sue funzioanlità. Spero davvero che non cambi nulla di essenziale, anzi continui a migliorare e continui a diffondersi nella business community.
    A presto
    Ale

    Reply
  4. Entrai in Linkedin nel 2005 e ne ho seguito passo passo lo sviluppo, notando come questo strumento fosse capace di generare nuove iniziative: è la natura stessa della partecipazione a stimolare reazioni di questo tipo, chi partecipa a Linkedin ha l’intenzione di… andare avanti !
    Un saluto a tutti !
    Carlo

    Reply
  5. Ho usato e uso Linkedin per lavoro, trovo che ci siano opportunità interessanti.
    I contatti sono tutti professionali, e la mancanza di inserimento foto, video, ecc ( facebook style) trovo che sia un modo per mantenere l’alto livello professionale del sito e della sua rete.
    Plaudo all’ingresso di Linkedin in borsa, peccato non avere azioni….

    Reply
  6. Ho chiesto a Reid Hoffman di regalarmi un’azione gratis per ogni connection che ho. 30,000 x USD 80 = USD 2,400,000
    ….purtroppo non mi ha ascoltato!

    Reply
  7. L’idea mi piace …. mi sa che glielo propongo anch’io. Dovrei avere ancora un bel gruzzoletto di connections, sotto il materasso! :-)

    Reply
  8. Caro Carmelo,
    ti do atto di essere stato davvero un pioniere in Italia in tal senso….io ho conosciuto linkedin grazie a te quando ancora in Italia non lo conosceva nessuno…

    Comunque e’ una ottima notizia per tutti gli operatori dell’online.

    1 caro saluto!

    Reply
  9. Caro Carmelo, essendo un precursore come te ed utilizzando molto linkedin, mi unisco al tuo entusiasmo, vediamo come si sviluppa, ciao

    Tano

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published.