Macroregione Mediterrane Occidentale: presto l'Assemblea costituente


Nuova tappa verso l'assemblea costituente e l'avvio operativo della Macroregione mediterranea, innovativa forma di democrazia partecipativa, in programma per il 9 e il 10 novembre all'Istituto di Studi Filosofici di Napoli.

Plurale, rappresentativa e determinante partecipazione nella sede del Collegio Amministrativo Ferroviario Italiano (CAFI) a Roma per il varo del nuovo strumento europe trainante di affermazione dei piu' condivisibili e auspicabili obiettivi di coesione territoriale volti a sostenere, promuovere ed accompagnare programmi e progetti per lo sviluppo e la riduzione delle disparita' tra territori e cittadini. Fra i presenti Giovanni Sacca', responsabile del Settore studi del CAFI, Paolo Pantani, direttore di Civicrazia, espressione della sana ed impegnata società civile, e coordinatore del comitato promotore della Macroregione mediterranea centro occidentale, Gianpaolo Basile, collaboratore dell' Europarlamentare Andrea Cozzolino, Cristina Florenzano, delegata della Regione Basilicata, Stanislao Napolano, membro del comitato promotore e i giornalisti Carmelo Cutuli e Nicola Rivieccio.

La Macroregione, evidenziano i promotori, rappresenta l'opportunità storica da cogliere. In un'epoca in cui l'Unione europea vive un momento di forte incertezza democratica nasce la grande opportunità delle politiche Macroregionali. Quattro di esse stanno già operando (la baltica, la danubiana,la ionico-adriatica e l'alpina). Sono nate per stimolare anche gli Stati a impegnarsi con finanziamenti propri.
Il nuovo organismo partecipativo macroregionale rappresenta dunque in questo momento il più avanzato strumento dell’Unione Europea con cui colmare il deficit di democrazia in un’Europa ormai in pasto alle multinazionali e nella quale ogni cittadino non sia più diviso ma operi insieme agli altri in una logica di condivisione di obiettivi e risultati e nella quale non si è più costretti a delegare, ma si possa finalmente prendere in considerazione un nuovo modello di esercizio democratico.

Questo modello rappresenta il vero salto di paradigma, la possibilità di una governance affidata ad un processo che parte dal basso- spiega Paolo Pantani, primo direttore della Associazione Civicrazia per la difesa dei diritti del cittadino, con il mandato specifico per le politiche macroregionali e il varo della V macroregione europea, del Mediterraneo centro occidentale e coordinatore del Forum di Napoli per la M.M.C.O, MACROREGIONE MEDITERRANEA CENTRO OCCIDENTALE programmato per il 9 e il 10 Novembre 2018. Sede della Macroregione Mediterranea centro occidentale è Napoli e la sede operativa di rappresentanza è in Palazzo Francesco Berio in Via Toledo 256.


SHARE THIS