Primo round di startup salirà a bordo della Lean Factory School,


E' stata completata la selezione del primo round di startup che salirà a bordo della Lean Factory School, l’impresa-palestra patrocinata da Confindustria Emilia, dove manager e operatori di macchina indossano camici e tute da lavoro e, armati di cacciaviti, trapani, tablet e indicatori digitali, si confrontano con i problemi reali delle linee produttive e sperimentano le potenzialità delle tecnologie abilitanti la Fabbrica 4.0 quali il Cloud, l’Industrial Internet, il Big Data and Analytics, l’Horizontal/Vertical Integration applicate per garantire una maggiore velocità, elasticità, capacità decisionale della “fabbrica”.

Attualmente, sono entrate a far parte del progetto di co-creazione: DIGIBELT, start-up innovativa con l’obiettivo di creare una piattaforma software di “prodotti” Lean Industry 4.0 che consenta di fluidificare ulteriormente i processi produttivi e di accelerare il miglioramento continuo strutturato supportato da informazioni fruibili in Real Time; OROBIX che ha introdotto un approccio disruptive fondato sull’applicazione di algoritmi di Intelligenza Artificiale finalizzati ad azzerare i problemi di qualità, a predire i guasti e a ottimizzare la schedulazione, già applicati in diversi settori industriali quali Life Science (biomedico, farmaceutico, diagnostico), Automotive, Industrial Goods; EXOR INTERNATIONAL che progetta e produce soluzioni dal “edge” che comprende HMI (Human Machine Interface) al Corvina Cloud, un piattaforma industriale che permette di raccogliere e analizzare dati provenuti dal “edge”, risolvendo i problemi di vari protocolli di comunicazione.

SHARE THIS