Ai nastri di partenza il Campus Party, il Festival internazionale dedicato alla tecnologia, all’innovazione e alla creatività. Tra gli ospiti Enrico Mentana



Da mercoledì 18 fino a domenica 22 luglio, presso l’area espositiva di Rho Fiera Milano, iniziano i cinque giorni (e quattro notti) non stop con 4 mila tende, 13 palchi, 20 mila visitatori attesi, 350 speaker provenienti da tutto il mondo.

Si comincia con l’inaugurazione del Village, un vero e proprio campeggio allestito all’interno della fiera, destinata a diventare il più grande geek camping al mondo. Tutti i “campusero”, ovvero i visitatori che hanno deciso di vivere l’esperienza di Campus Party nel modo più originale, potranno cominciare a sistemare le loro tende a partire dalle ore 12:00.

La serata si preannuncia spumeggiante: aprirà la performance “Creativity & Technology” a cura del team WOA Creative Company di Davide “ASKER” Carioni. Un dualismo tra la creatività, rappresentata da forme sinuose e suoni dolci, contrapposti alla razionalità tecnologica con le sue forme rigide e digitali. Una performer alternerà gesti teatrali a balli sinuosi e più aggressivi, alimenterà la crescita dei suoi due lati contrapposti, danzerà con loro all’unisono, sarà strattonata in una tensione tra creatività e razionalità fino a controllarli e a rinchiuderli nella loro giusta armonia. Proiezioni, video, suoni e danza creeranno uno show all’unisono in un continuo crescendo tra tensioni ed equilibri che alimentano un flusso creativo e racchiudono al loro interno i temi chiave di Campus Party.

“Campus Party è innovazione e creatività allo stato puro - spiega Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global - perché attraverso la condivisione di passioni e interessi è l’occasione per far nascere quelle idee che cambieranno il futuro del mondo. Campus Party Italia vuole diventare l’appuntamento di riferimento dell’innovazione nel nostro Paese”.

Ultimo speaker della giornata sarà Enrico Mentana, che dalle 21.45 salirà sul Main Stage per presentare il suo nuovo, ambizioso progetto editoriale con l’intervento “Oltre le fake news: il coraggio di sfidare la crisi del giornalismo tradizionale”.

SHARE THIS