Ai nastri di partenza il Digital Day 2018


Dopo il Digital Day dell'anno scorso a Roma, che ha generato proficue collaborazioni in settori quali il calcolo ad alte prestazioni, la mobilità connessa e la digitalizzazione dell'industria, la Commissione ripropone l'iniziativa per incoraggiare una maggiore cooperazione nel digitale.

In un anno sono stati compiuti importanti passi avanti verso la realizzazione del mercato unico digitale. L'abolizione delle tariffe di roaming e la portabilità dei contenuti online sono ormai parte integrante della vita dei cittadini europei. Nel maggio 2018 entreranno in vigore norme più severe in materia di protezione dei dati e la prima normativa a livello di UE sulla cibersicurezza.

Su molte proposte tuttavia è ancora necessario trovare un accordo. L'Europa deve progredire e, basandosi sul mercato unico digitale, aumentare gli investimenti e promuovere la cooperazione in settori chiave quali l'intelligenza artificiale, le tecnologie blockchain, la sanità elettronica e l'innovazione.

Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale, ha dichiarato: "I cittadini europei stanno iniziando a godere dei benefici concreti del mercato unico digitale. Ora possono attraversare le frontiere con i loro servizi di streaming video e audio preferiti e senza tariffe di roaming. I blocchi geografici sugli acquisti online saranno presto un lontano ricordo e dal 25 maggio sarà migliorata la protezione dei nostri dati personali. Il Digital Day di quest'anno è il momento ideale per riconoscere ciò che abbiamo realizzato, ma anche per incoraggiare gli Stati membri a procedere rapidamente con le proposte legislative ancora in discussione. Abbiamo bisogno di preparare insieme il nostro futuro digitale e di fare di più, unendo forze e risorse, per cogliere le opportunità offerte da tecnologie quali intelligenza artificiale e blockchain."

SHARE THIS