Header Ads

Natale 2016, non solo sci: ecco i 20 luoghi per lo smart worker in vacanza

Sciare, stare in famiglia, rilassarsi e divertirsi. Questi sono gli obiettivi per le vacanze di Natale, ma non sempre si può – o si vuole – staccare totalmente la spina dal lavoro. Sempre di più sono quei professionisti che preferiscono non restare indietro e rischiare di dover affrontare montagne di email al loro ritorno dalla vacanza in montagna, o, ancora, coloro che proprio durante le feste hanno delle scadenze lavorative importanti ma che comunque non vogliono rinunciare alla settimana sulla neve.

Perciò sempre più spesso i viaggi di lavoro si trasformano in viaggi di piacere e viceversa, e i Worksumers, quei lavoratori moderni che – secondo l’Osservatorio di COPERNICO Where Things Happen – hanno esigenze di consumo in relazione al loro lavoro, sono sempre più alla ricerca di spazi innovativi e interattivi che rappresentano una chiara espressione del concetto di smartworking. Le soluzioni ricercate in città così come in montagna o al mare, sono connessione veloce, scrivanie e caffè, ma anche un ambiente stimolante e divertente.

Ancora una volta, COPERNICO Where Things Happen suggerisce di mettere in valigia prima della partenza, non solo la lista dei ristoranti per il cenone di Capodanno, le piste più belle dove sciare o i musei più interessanti da visitare, ma anche quella dei luoghi in cui i digital nomads potranno gestire le emergenze di lavoro, rispondere alla mail urgente o completare un documento, portatile alla mano, mentre si sorseggia un caffè.

Cortina
La meta invernale per eccellenza offre alcune possibilità per lavorare in flessibilità, come le hall degli hotel. Tra i tanti, suggeriamo l’Hotel De La Poste, l’ Ancora, il Bellevue oppure l’Ambra, dove a fine giornata il worksumer potrà premiarsi con un ottimo aperitivo. E proprio grazie ai suoi aperitivi Cortina è il luogo ideale per il professionista che vuole costruire nuove e potenzialmente fruttuose conoscenze: basta recarsi al centralissimo L’Enoteca o alla Baita Fraina o ancora alla bottega del vino Villa Sandi per tessere relazioni con i businessman e i manager che hanno fatto di Cortina il luogo di villeggiatura privilegiato della classe imprenditoriale italiana.

Anche chi ama camminare in alta quota non deve necessariamente rinunciare a restare al passo anche con il lavoro: può infatti mettere l’ebook reader nello zaino e dirigersi in uno dei rifugi della zona come la baita Piè Tofana (accessibile anche in auto) oppure El Camineto, per leggere un bel libro sulla formazione professionale in tutta tranquillità.

Per lo smart worker che invece vuole semplicemente godersi un buon pasto con vista sulle piste da sci, il ristorante Son Zuogo è il posto ideale.

Aspen
Aspen è una meta mondana e piuttosto costosa; intercetta gran parte di quel turismo di classe desideroso di sciare in Colorado. Capita spesso di incrociare qualche vip sulle varie piste o in funivia. Ma Aspen non è solo neve. Il centro storico della città, con i suoi edifici caratteristici in mattoncini rossi e una storia che tradisce il vecchio West, è decisamente affascinante, soprattutto per chi ama girovagare fra boutique di lusso e bar raffinati.

Per coloro che vogliono ricaricare le batterie e, perché no, approfittare del turismo locale per incontrare il futuro finanziatore del proprio progetto imprenditoriale, Aspen è il posto migliore. Per un pranzo d’affari, consigliamo il ristorante Element 47 all’interno dell’hotel Little Nell, mentre per una sessione di lavoro in tranquillità, il luogo ideale è l’elegante living room dell’Hotel Jerome.

New York
Se invece alla montagna si preferisce la città, New York è sicuramente la capitale natalizia per eccellenza. La città che non dorme mai offre un’infinita serie di alternative per chi vuole rimanere connesso e conoscere altri lavoratori indomiti. Dalla capillare rete di WeWork alla iper-trendy Soho House, senza dimenticare i vari Starbucks e le tante caffetterie che offrono connessione wi-fi gratuita (e un buon riparo dal freddo!). New York, insomma, è la meta per chi non si ferma mai. Il nostro consiglio è scendere a Washington Square Park, entrare nella calda ed accogliente lobby del Marlton Hotel e accomodarsi sui divanetti vicino al camino, per gustare l’atmosfera da beat generation, sorseggiare un ottimo drink tra una telefonata e l’altra o mentre si dà un’occhiata alla posta.

Vienna
Atmosfera imperiale, eleganza e fasto à la “Belle Epoque”, ma anche avanguardia e moltissimi luoghi adatti al worksumer.

Chi vuole immergersi nella Vienna d’altri tempi può sostare al Cafè Heiner, perfetto per una colazione tipica e per leggere con tranquillità quel libro sul work-life balance che non si è ancora riusciti a finire, oppure gustare il dolce caratteristico – la celebre torta Sacher – presso il Café Sacher, istituzione sin dal 1832 che però non disdegna un tocco di modernità nell’offrire la connessione wi-fi ai suoi ospiti. Per chi ama lavorare in un contesto meno tradizionale, presso il Das Kolin è possibile sostare per un brunch oppure un cocktail, anche all’aperto nel colorato Schanigarten, l’area esterna del locale.

Cape Town
Chi dice che il Natale debba per forza essere freddo o innevato? Per il lavoratore che preferisce prendersi una pausa dall’inverno non c’è modo migliore che scaldarsi al sole del Sud Africa e, perché no, surfare nelle baie di Cape Town, da Clifton a Sea Point, da Glen Beach a Camps Bay. Clifton Beach, in particolare, offre moltissimi spazi dove è possibile pranzare e restare per una sessione di lavoro post-spiaggia, o ancora, un altro luogo frizzante in cui abbondano le caffetterie alla moda è Waterfront, perfetto per una sosta pomeridiana con pc alla mano. Cape Town offre anche molti spazi di co-working per lavorare con tutte le comodità che si addicono al perfetto worksumer e conoscere la community innovativa locale: come Spin Street House, dal design moderno e accogliente o The Nest Space, dedicato ai creativi.

COPERNICO Where Things Happen è la piattaforma che innova la tradizionale visione dello spazio di lavoro e dà un nuovo volto allo smart working. COPERNICO gestisce attualmente 8 edifici, pari a 25.000 mq, ospita più di 600 aziende. Oltre 3.000 utenti quotidianamente utilizzano i suoi spazi come sede di lavoro e luogo preferenziale per meeting ed organizzazione di eventi.

Nessun commento:

Powered by Blogger.