Header Ads

Social Good Accelerator Mipu diventa socio di Ban-Up

Un nuovo socio per Ban-Up, società dedicata alla valorizzazione e accelerazione di idee imprenditoriali innovative in Italia e all’estero: dopo PoliHub, BanTN, anche MIPU, social good accelerator che investe in startup con un impatto massiccio e positivo sulle comunità entra a far parte della “community” di Ban- Up.

Obiettivo creare e sviluppare sinergie tra le startup accelerate da MIPU e il network di professionisti, business angel, manager e imprenditori di Ban-Up.
MIPU è il Social Good Accelerator con sede a Salò, fondato nel 2012 da Giulia Baccarin e Giovanni Presti. Il metodo per lo sviluppo delle idee imprenditoriali è basato sulla sostenibilità e sulla crescita organica, grazie alla capacità di autofinanziarsi e di sviluppare imprese che durino nel tempo con focus verticale su IoT, modelli predittivi e Big Data. Le quattro startup di MIPU sono oggi: MIOT, I-care, The Energy Audit e Inspiring Software.

Ban-Up, nata dall’unione delle competenze manageriali, imprenditoriali, legali e fiscali dei soci fondatori e di CBA Studio Legale e Tributario, si pone l’obiettivo sia creare sinergie con le PMI in un’ottica di open innovation che di accompagnarle sulla piattaforma digitale di Epic Sim S.p.A, dove le startup potranno proporre il loro progetto strutturato a una private investment community di investitori professionali (istituzionali e privati qualificati).

“Ban-up è una piattaforma che riunisce incubatori, professionisti, business angel, manager e imprenditori. Non poteva mancare MIPU che da qualche anno si sta dimostrando un acceleratore in grado di far nascere e sviluppare startup di grande successo con un modello manageriale sostenibile”, ha dichiarato Luca Canepa, Managing Director di Ban-Up. “Stiamo ampliando sempre più il network di nostri soci perché crediamo che solo mettendo a fattor comune le diverse competenze e professionalità nell’ambito dell’innovazione si possa stimolare crescita dimensionale e qualitativa di startup e imprese e la conseguente espansione su nuovi mercati”.

“MIPU, fin dalla sua fondazione, ha come obiettivo quello di creare sul territorio nazionale startup virtuose e fortemente innovative in sinergia l’una con l’altra, capaci di rappresentare la realtà imprenditoriale italiana anche fuori dai confini nazionali.”, ha commentato Giulia Baccarin, CEO di MIPU. “La scelta di diventare soci Ban-up rientra pienamente nel nostro piano strategico di continuo rafforzamento e crescita aziendale.”

Nessun commento:

Powered by Blogger.