Header Ads

Boom di ScegliBanche.it, il tripadvisor delle banche con oltre 10.000 giudizi condivisi

Una recente indagine dell’ABI ha rilevato come l’81% delle banche siano presenti sui social network, soprattutto con finalità di rafforzamento della propria immagine e per educare alla cultura finanziaria ed all’utilizzo corretto dei propri prodotti.

Certamente da parte dei clienti c’è molta voglia di comunicazione, condivisione, coinvolgimento: oltre 60.000 utenti in pochi mesi hanno partecipato alla community di ScegliBanche.it rilasciando più di 10.000 giudizi sulle banche presenti sul mercato italiano, un vero e proprio “boom” del primo “TripAdvisor” della banche. Anche l’opportunità che ScegliBanche.it fornisce di poter comparare in modo semplice ed immediato, ma soprattutto realmente indipendente, mutui e conti correnti, riscuote un enorme successo, con migliaia di utenti che ogni giorno approfittano del portale per avere le idee più chiare e poter comprendere meglio le offerte delle banche.

Ma chi tra gli istituti bancari riesce meglio a soddisfare i propri clienti? ScegliBanche.it ha redatto una classifica sulla base dei giudizi raccolti, ed ecco i risultati.

Tenendo conto delle sole banche che hanno ricevuto almeno 80 giudizi da parte degli utenti, le principali banche “on line” che sono risultate le meglio posizionate sono: Mediolanum; Fineco; Ing; CheBanca. ai primi quattro posti della graduatoria complessiva, mentre la banca tradizionale giudicata complessivamente migliore è risultata Banca Friuladria del Gruppo Cariparma, quella più conveniente la Banca popolare di Sondrio e quella con il miglior servizio On-line Banca Sella.

Diversa è risultata la classifica delle migliori banche tenendo conto dei giudizi specifici espressi sulla gentilezza e la professionalità dove la leadership delle banche prettamente “on line” è stata scalzata dalle banche “tradizionali” come Banca Popolare dell'Emilia Romagna, Veneto Banca, Friuladria e Banca popolare di Sondrio.

“Dal giudizio dei 60.000 utenti di sceglibanche.it emerge un cliente informato, molto presente sul web ed abituato ad utilizzare internet per conoscere, comunicare, esprimere giudizi ed opinioni.

Le banche “tradizionali” sono arrivate ai social ed al web in ritardo e stanno cercando di recuperare. Ora però dovranno passare da una facile “auto-rappresentazione” delle loro qualità ad un vero e proprio ascolto delle opinioni e delle eventuali critiche dei propri clienti, utilizzando il web come una preziosa fonte di suggerimenti. - ha dichiarato Domenico Zerella di ScegliBanche.it - Il web ha già cambiato radicalmente molte nostre abitudini di consumo ed ora sta cambiando radicalmente anche il nostro modo di rapportarci con le banche, dandoci la possibilità di confrontare con trasparenza e decidere con consapevolezza il prodotto più conveniente e adeguato alle nostre reali esigenze. Oggi i clienti si informano, parlano e giudicano, anche aiutati da ScegliBanche.it.

Le banche, non potranno limitarsi alla creazione, su qualche social network, di proprie pagine autoreferenziali ma dovranno invece necessariamente partecipare ad una piattaforma terza e realmente indipendente che le possa consentire di confrontarsi alla pari con la propria clientela e quindi far risultare i propri messaggi veramente credibili.”

Nessun commento:

Powered by Blogger.