Header Ads

Autentico e Hand vincono la seconda edizione della Startup Battle

Sono Autentico e Hand le due startup che il 25 novembre sono state decretate le vincitrici ex aequo della seconda edizione della Startup Battle, aggiudicandosi entrambe il premio di 25K di funding messo in palio da Clhub, inizialmente previsto per una sola startup, e un periodo di incubazione presso la propria sede a Capoterra.

Autentico
La soluzione per l'etichettatura NFC di ogni tipo di prodotto di serie o artigianale, per garantire l'autenticità del prodotto e contrastare il mercato parallelo.

Hand
Sistema tascabile con memoria sd che archivia e scambia dati offline con altri dispositivi, per la privacy totale. Alimenta cellulari e hd.

Mentre Escursì ha ricevuto una Menzione Speciale per l’impegno dimostrato per una regione come la Sardegna e per l’importante lavoro che svolge per la promozione e per il rilancio dell’occupazione in questa regione.

Escursì
Un marketplace di esperienze outdoor. Promuove le attività, fornendo agli operatori servizi digitali tra cui un booking in cloud innovativo.

“Su 6 startup solo 2 sono sarde, e questo è un bel segnale che va in continuità con quello che è Clhub, che è partecipato da Americani e da iStarter, riflettendo così un po’ la nostra filosofia: cioè che la Sardegna non è un limite, ma un punto di partenza.” Queste le parole di Riccardo Sanna, CEO di Clhub, prima dell’annuncio dei vincitori.

La Giuria

A seguito dei pitch la Giuria Tecnica si è riunita con la Giuria di Clhub, per confrontarsi e poter quindi deliberare.

La Giuria Tecnica:

On. Avv. Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde;
Fabio Bancalà, CEO di Equinvest;
Antonio Chiarello, Equity Partner and Board member iStarter;
Valter Songini​, Responsabile Comunicazione di Sardegna Ricerche;
Alfonso Mariconda, Responsabile Corporate Venture Capital TIM.

La Giuria di Clhub:

Riccardo Sanna, CEO;
Giovanni Sanna, Executive Chairman;
Damiano Congedo, Startup Mentor.

Vai alla documentazione sulla Giuria

L’evento

Ha presentato l’evento Andrea Tramonte, giornalista, accogliendo i presenti e presentando la Giuria.

Dopo la presentazione della Giuria, ha preso la parola Giovanni Sanna, Executive Chairman di Clhub, che ha raccontato attraverso il suo speech intitolato “Un anno di Clhub” quali sono stati gli obiettivi raggiunti dal venture incubator nel suo primo anno di attività.

Febbraio 2016: degli investitori privati americani decidono di credere nel progetto e di investire attivamente in Clhub.
Il venture incubator sardo assume quindi un carattere globale.

Aprile 2016: prima Startup Battle dalla quale esce come vincitrice Veranu.

Luglio 2016: Clhub stringe un accordo con uno dei principali acceleratori italiani, TIM #WCAP.

Ottobre 2016: Il 13 ottobre a Londra durante l’evento tenutosi presso l’Ambasciata Italiana a Londra, Sardinia Goes Global, viene presentato ufficialmente l’ingresso in società di iStarter, l’acceleratore italiano a Londra.
L’annuncio avviene davanti alla presenza dell’Ambasciatore Italiano Pasquale Q. Terracciano e alla comunità finanziaria londinese.

Ottobre 2016: Fabio Bancalà, fondatore di Equinvest, una piattaforma di equity crowdfunding, partecipata anche da Back To Work 24 del Sole 24 Ore, decide di credere nel progetto.
Equinvest diventa un partner fondamentale per Clhub, e questa sinergia si concretizza nel lancio della campagna di equity crowdfunding di Veranu.

“Clhub vuole guardare avanti. Abbiamo immaginato per il 2017 una crescita che sia maggiore, con nuovi investimenti in startup anche in fasi di sviluppo diverse da quella di very early stage” Giovanni Sanna, Executive Chairman ha così concluso il suo intervento lasciando spazio a dei video messaggi che sono arrivati dagli altri due componenti del CDA di Clhub Andrew Apodaca, Vice Executive Chairman e Simone Cimminelli, Co-Founder e Managing Director di iStarter, impegnati a cogliere opportunità internazionali, hanno voluto comunque mandare un “grosso in bocca al lupo” alle startup partecipanti.

Novità rispetto alla prima edizione

Durante il suo speech “Viaggio nel programma di incubazione” Damiano Congedo, in veste di Startup Mentor, ha spiegato quali sono state le novità di questa seconda edizione.

Rispetto alla prima edizione, infatti, Clhub ha apportato diverse novità al format, ristrutturandolo per dare maggiore spazio alle startup selezionate.

Le quali hanno avuto a disposizione, non più 7 minuti di tempo per esporre la propria idea, ma 5.

È stata introdotta una sessione di Q&A alla fine di ogni pitch, dove ognuno dei 5 giurati, facenti parte della Giuria Tecnica, ha potuto porre allo speaker una domanda alla quale si poteva rispondere entro un limite massimo di 1 minuto ciascuna.

“Oltre alla Startup Battle” ha spiegato Damiano Congedo, “Clhub ha altri modi di investire, contribuendo e sostenendo così, la crescita dell’ecosistema sardo, impegnandosi in un costante scouting di talenti e idee che reputiamo innovative per farle così entrare nel nostro portfolio”.

Clhub ha infatti investito nelle ultime settimane in altre 3 startup, quali:

Brebey: che sviluppa una tecnologia innovativa per l’utilizzo della lana di pecora;
Kunste: che sviluppa un dispositivo che grazie agli ultrasuoni protegge le carene delle barche dagli organismi marini;
Life Tree: un sistema multifunzionale alimentato da un impianto fotovoltaico che eroga dei servizi nei momenti di necessità o di emergenza.

Spiegando poi quali sono i 4 pilastri che guidano Clhub nella scelta dei suoi investimenti:

prima dell’idea, come investitori, vogliamo conoscere chi c’è dietro,ovvero il team, perchè poi saranno queste le persone che dovranno portarla avanti e costituire una società;

quanto il modello di business sia sostenibile e come il mercato potrebbe rispondere;

a che stadio si trova lo sviluppo dell’idea, ovvero lo stato dell’arte, considerando che come incubatore operiamo in una determinata fascia di vita aziendale;

come l’idea di business possa integrarsi con quella di Clhub e/o le altre startup presenti in portfolio, così da permettere la forte crescita di una sinergia all’interno dell’incubatore.

Inoltre Clhub ha annunciato che questo format aspira a diventare un appuntamento fisso per seguire gli sviluppi del venture incubator, nello specifico quali sono stati i risultati raggiunti nei mesi antecedenti l’evento e quali saranno gli obiettivi che seguiranno fino al prossimo appuntamento previsto ogni 6 mesi.

Le due startup vincitrici

Un confronto tra i giurati, che ha visto due startup arrivare ad un ex aequo, ha convinto Clhub a raddoppiare la cifra messa in palio, dando così la possibilità alla Giuria di decretare le 2 startup entrambe vincitrici.

A nominare le 2 vincitrici è stato l’On. Avv. Alfonso Pecoraro Scanio, in veste di Presidente della Giuria.

“Questo premio è il coronamento di tanta fatica iniziata nel 2013 […] diffusione della tecnologia a tutela del consumatore e soprattutto dei produttori del Made in Italy. Noi crediamo fortemente in questa tecnologia e crediamo fortemente nella nazione italiana e speriamo che con uno strumento come questo l’esportazione dei prodotti all’estero non causi più problematiche di contraffazione” Diego Lai, CEO di Autentico.

“Speriamo che questa nuova collaborazione che nasce con Clhub ci porti avanti e sia la svolta!” Team di Hand.

Le altre startup in gara

Byebuy
Esaudire richieste di beni originali ed autentici, attraverso i membri di una piattaforma social, sfruttando viaggi già programmati.

CIVING
La prima piattaforma per interviste on-demand che automatizza il processo di screening e aggiunge valore alle persone

LookAdvisor
La bellezza è negli occhi di chi la osserva e nelle mani di chi la crea Cercala,esprimiti, fatti conoscere con @lookadvisor

La 7, Wip App, ha dato forfait, e non ha quindi partecipato alla competizione.

Premio

La Startup Battle è il format ideato da Clhub per lanciare la sua Call for Ideas.
Il format Startup Battle prevede che le startup selezionate si sfidino davanti a una giuria di esperti, che avrà il compito di valutare e aggiudicare il premio di € 25.000,00 (€10.000,00 in cash e €15.000,00 in servizi) per lo sviluppo dell’idea di business durante i 4 mesi successivi presso Clhub, che entrerà in società con un equity del 10%.

Tra i servizi preventivati Clhub fornirà:

● accesso agli spazi dell’incubatore/acceleratore;
● mentorship per lo sviluppo del progetto;
● costante formazione e partecipazione a eventi;
● iniziative di networking.

Premio di Aruba

Come nuovo partner Aruba Cloud ha deciso di offrire alla vincitrice della Startup Battle l’ingresso diretto al proprio programma We START you UP che prevede 3.000 euro di credito cloud all’anno per tre anni.

Partner dell’evento

La Startup Battle è un evento che coinvolge importanti partner a livello nazionale e internazionale. Anche per questa edizione ha visto numerosi partner riconfermarsi tali e nuovi aggiungersi alla lista.

Main Partner: Apo Inc., Aruba Cloud, Equinvest, iStarter, Milano Notai, TIM #WCAP, Westport Construction Inc.
Partner Istituzionali: Amerigo, Camera di Commercio italiana a Londra, Confindustria Sardegna, Italia Startup, Invitalia, Sardegna Ricerche.
Media Partner: Sardinia Post.
Partner: Iubenda, Publikendi, San Martino, Starters Hub, Voverc.

La location

Sala conferenze de “Il Planetario” in Piazza L’Unione Sarda (via Santa Gilla, Cagliari) che è stata riconfermata come location dopo aver ospitato la prima edizione.

Nessun commento:

Powered by Blogger.