Teachat, la startup di Daniele Lama e Marco Rosetti è il Whatsapp delle ripetizioni scolastiche

Tempo di scuola, tempo di “Teachat“, la start up nata per offrire agli studenti aiuto e ripetizioni comodamente via chat.

A Daniele Lama e Marco Rosetti, i due founder del progetto, questa idea,  come spesso succede, è nata dalle loro esperienze “Siamo da anni tutor di ripetizioni e diverse volte è capitato che i ragazzi ci scrivessero in chat per avere chiarimenti durante lo studio. Così un giorno ci siamo chiesti: “ma perché non iniziare a fare lezione via chat in modo da essere più veloci e quasi sempre reperibili?”. Da quel momento abbiamo iniziato ad analizzare il mercato e abbiamo deciso che volevamo diventare il “Whatsapp delle ripetizioni”. Ed ora eccoci qua!”

Per  arrivare qui  Daniele e Marco, dopo le rispettive Lauree in Economia e Gestione Aziendale e in Informatica,  ne hanno fatta di strada: selezionati per CesenaLab, l’incubatore d’impresa di Cesena, attualmente sede di sviluppo del progetto, si sono ora classificati tra i 10 migliori progetti d’impresa su 125 idee presentate per StartCup 2016 ER e a hanno vinto con Aster, il TVLPx, un corso intensivo di imprenditorialità che si è svolto a maggio 2016 nella Silicon Valley in California. Non solo gare e competizioni per mettersi in gioco e farsi conoscere ma anche formazione e consulenza per migliorare il loro progetto: “La nostra partecipazione a “Creazione e Start-up di nuove imprese” promosso da UnionCamere Emilia Romagna è stato di fondamentale importanza perché la formazione con esperti (IFOA e Formaper) e il confronto con altri startupper come noi, ci hanno permesso di ricevere spunti, consigli e critiche costruttive e quindi di avere una visione più ampia degli aspetti da analizzare”.

Al momento è stato lanciato un primo prototipo gratuito della piattaforma web mobile diTeachat che permette a tutor e studenti di fare formazione via chat, direttamente dal proprio smartphone, tablet o pc: “In poche settimane abbiamo già raggiunto la disponibilità di quasi 60 tutor di diverse materie e creato una rete di 130 studenti. Lo studente che ha un dubbio può entrare in Teachat e fare una richiesta: il sistema lo metterà immediatamente in contatto con il miglior tutor disponibile in quel momento. Gli aspetti innovativi sono l’utilizzo della chat, il canale più utilizzato oggi dai ragazzi per comunicare tra di loro e l’immediatezza con cui il sistema riesce a mettere in contatto studenti e tutor: nessun appuntamento da fissare e nessuno spostamento. Il servizio sarà disponibile 24/7 per permettere agli utenti di fare e ricevere formazione in ogni momento. In questo modo si supera il concetto tradizionale di “ora di ripetizione”: lo studente è libero di utilizzare l’app quando vuole e per il tempo che ritiene necessario per la sua formazione, da 5 minuti, se ha un dubbio momentaneo a qualche ora per questioni che richiedono più tempo. Un metodo facile, veloce e innovativo di fare ripetizioni”.

La trasformazione di Teachat è in atto ed è futuro: “Prevediamo di lanciare la versione 1.0 a inizio 2017 e siamo alla ricerca di finanziamenti e di persone per poter far crescere il progetto: abbiamo tante idee, ci servono tempo e risorse per realizzarle. Vediamo Teachat come la start-up che riuscirà a rivoluzionare il mondo delle lezioni private diventando il “Whatsapp delle ripetizioni scolastiche”. La strada è ancora lunga ma crediamo molto in questo progetto e siamo fiduciosi”.

SHARE THIS