Sardinia Goes Global

Il 13 ottobre presso l’Ambasciata Italiana a Londra, si è tenuto l’evento a porte chiuse “Sardinia Goes Global” con il fine di presentare Clhub come opportunità di investimento alla comunità finanziaria londinese, e raccontare attraverso i due case history di Veranu e Moneyfarm come le realtà sarde si stiano muovendo e distinguendo nel campo della digitalizzazione e dell’internazionalizzazione.
Veranu come nuova realtà aziendale che sta crescendo velocemente e Moneyfarm come realtà già riconosciuta e affermata.

L’evento è stato organizzato grazie a una collaborazione tra l’Ambasciata Italiana, che lo ha ospitato, iStarter, l’acceleratore italiano a Londra e Clhub nuovo venture incubator sardo, la partecipazione di Moneyfarm e Veranu, la partnership di Italia Startup e il patrocinio della “Regione Autonoma della Sardegna”

L’Ambasciata Italiana a Londra che coordina un network composto da 2 Consolati, 2 Istituti di Cultura (Londra ed Edimburgo), 1 Ufficio ICE ed 1 Ufficio ENIT. Lo staff dell’Ambasciata, articolato in diversi uffici è composto sia da personale del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano che di altri Ministeri ed organismi pubblici italiani.
Clhub, venture incubator che supporta imprese e startup dalla fase iniziale sino al processo di crescita e di internazionalizzazione. Il focus primario di Clhub sono i settori di investimento come il digitale e i settori classici del Made in Italy, quali food e design.
iStarter, l’acceleratore di impresa che fornisce seed capital e la propria esperienza al servizio di startupper attraverso la sua rete diversificata di giovani professionisti e senior advisor.

Moneyfarm, società di consulenza finanziaria indipendente online, nata nel 2011 e operativa dal 2012, con sedi a Milano, Cagliari e Londra, vincitrice del premio Fintech allo StartupItalia! Open Summit 2015. L’obiettivo principale di Moneyfarm è aiutare le persone a gestire le proprie finanze in maniera semplice ed efficiente.
Veranu, il pavimento che genera energia elettrica pulita semplicemente camminandoci sopra ed ha come mission quella di sviluppare stili di vita sostenibili energeticamente nel rispetto dell’ambiente e con un’ottica diversa, partendo da noi stessi e dalle nostre azioni. L’evento è stato fortemente voluto in seguito al recente investimento di iStarter in Clhub, annunciato questo 5 ottobre.

L’operazione è stata ufficializzata con l’ingresso di Simone Cimminelli, Co-Founder e Managing Director di iStarter, nel CDA di Clhub, composto a oggi dallo stesso Simone Cimminelli, Riccardo
Sanna, CEO, Giovanni Sanna, Executive Chairmen e Andrew Apodaca, Business Developer.
A dare il benvenuto e l'inizio dei lavori è stato Pasquale Q. Terracciano, l’Ambasciatore Italiano a Londra, che ha accolto i presenti con una lettera del Presidente della Regione Francesco Pigliaru il quale ha voluto sottolineare il proprio supporto all’iniziativa e ringraziare i Co-Founder di Clhub, Simone Cimminelli di iStarter.

“La Sardegna si configura come un vero e proprio Distretto Digitale che negli anni ha saputo creare un contesto capace di favorire lo sviluppo di un numero altissimo di startup.
Stiamo investendo energie e risorse per dare prospettive ai nostri giovani e spronarli ad investire nel capitale umano e nell’innovazione nella nostra isola e la collaborazione con aziende, anche non sarde, per noi è fondamentale per creare un vero e proprio ecosistema digitale e permettere la crescita in questo settore.” (estratto dalla lettera del Presidente Francesco Pigliaru)
Ha voluto inoltre ringraziare Alessio Calcagni CEO di Veranu e Alessandro Onano, CMO di Moneyfarm, per essere stati presenti oggi a testimoniare come la Sardegna sia un terreno fertile per le startup che vogliano scalare.

Dopo la lettera l’Ambasciatore ha dato poi inizio ai lavori incentrando il proprio discorso su come l’Italia stia lavorando per contribuire in maniera significativa alla creazione di normative che possano favorire la crescita dell’ecosistema con il fine di agevolare la scalabilità delle startup.
Con l’annuncio dell’investimento di iStarter in Clhub, reso noto questo 5 ottobre (vai al comunicato), ha passato la parola a Simone Cimminelli, il quale è entrato ora nel CDA, sottolineando come questo ingresso sia in perfetta linea con quanto detto prima ovvero la direzione verso il quale si sta muovendo Clhub è la stessa verso la quale si sta muovendo l’Italia.

Simone Cimminelli, ha invitato la platea a guardare alla Sardegna con un’attenzione diversa: non solo come una meta turistica, ma come Hub per l’innovazione.

“Non posso che essere orgoglioso dei risultati raggiunti da iStarter, Londra guarda all’Italia come possibilità di investimento e la Sardegna ha portato qui oggi tre importanti esempi”
Clhub, per il quale è intervenuto Giovanni Sanna:
“La storia della Sardegna da sempre è protagonista nell’innovazione con L’Unione Sarda come primo giornale online in Europa e il CSR4 con la messa a punto della prima web mail al mondo e Tiscali, società di telecomunicazioni prima azienda sarda ad essere quotata in borsa.
Clhub mira ad essere un vero e proprio polo dell’innovazione pronto a diventare globale grazie anche agli investitori americani, con i quali i rapporti si sono ormai consolidati, e ora Londra grazie ad iStarter.

Sardinia Goes Global non è solo il nome dell’evento di oggi ma è anche un obiettivo che teniamo bene a mente [...].
Abbiamo validato il nostro percorso di incubazione volto all’internazionalizzazione e i risultati ne sono oggi tangibili, basta guardare il percorso che a portato Veranu e i risultati che ha raggiunto grazie a questo.”
Veranu è stata infatti la seconda a raccontarsi all’evento, la sua storia è quella di un’idea innovativa che parte da tre ingegneri Sardi e rappresenta un contributo concreto per la salvaguardia dell’ambiente nella riduzione delle emissioni di CO2.
A chiudere l’evento Moneyfarm , startup che oggi ha la sua principale sede operativa a Milano, ma che affonda le sue radici in Sardegna.

Alessandro Onano, ne ha vantato la preparazione e conoscenza tecnica di chi lavora nel territorio e contribuisce anch’esso a renderlo ideale per l’avvio di una startup, con il suo ecosistema fertile e in continua crescita.

Oggi è stato un giorno assolutamente importante per Clhub, a conclusione dell’evento il CEO di Clhub, Riccardo Sanna, ha riassunto gli eventi così “Se mi avessero detto all'inizio di questa avventura che saremo stati ricevuti all’Ambasciata Italiana a Londra, per presentare il nostro progetto di fronte a una platea di investitori, persone così influenti nel mondo delle finanza e delle startup, non ci avrei mai creduto. Sono fiero di quello che abbiamo fatto fin’ora e che ci ha portato a questo grande traguardo. Difficile scordare le parole di apprezzamento dell'Ambasciatore e di tutti i presenti.
C'è ancora da tanto da fare ma non vedo l'ora di continuare e portare sempre più in alto questa nostra realtà sarda "

SHARE THIS