Movibell, la startup che trilla

Una piattaforma mobile che aiuta le persone a muoversi in città, segnalando tutto quello che può servire, dai negozi ai ristoranti, dalle farmacie agli uffici, fino alle bellezze artistiche e culturali – non una semplice mappa o un navigatore, ma un vero e proprio Radar con contenuti geolocalizzati e personalizzati. Questa è Movibell, la prima applicazione presentata dall’omonima start-up.

“Il progetto di Movibell è nato in volo, perchè l’ho scritto proprio durante i miei viaggi in aereo”, racconta Alberto Muritano, fondatore e amministratore delegato di Movibell. “Pensavo alle suggestioni che possono darci i profumi, i sapori, gli odori – spesso sono questo tipo di sensazioni a farci ricordare un luogo. Da qui l’idea di una piattaforma in cui non siamo noi a cercare luoghi e oggetti, ma sono loro a dirci ‘Sono qui, seguimi’”.

La start-up tutta italiana ha iniziato a operare poco più di un anno fa, ma porta in dote una lunga esperienza nello sviluppo di progetti tecnologici per aziende ed enti pubblici. Già alla guida della digital factory Posytron, Muritano si è fatti lanciato in questa avventura imprenditoriale, in cui mettere a frutto le competenze maturate in ambiti quali il mobile e digital marketing, le tecnologie smart e wearable technology, l’Internet of Everything.

La mobile app Movibell funziona come un Radar e trilla (da qui il nome) quando scopre qualcosa di interessante. Scaricandola sullo smartphone e registrandosi, le persone possono infatti camminare per la città e vedere i Canali disponibili attorno a sè, scegliendo quali seguire. Ogni Canale può corrispondere a un negozio, un bar, un ristorante, ma anche un monumento, una piazza e qualsiasi altro luogo possa essere georeferenziato. Diventando follower si ricevono notifiche e aggiornamenti su novità, promozioni, eventi, ecc. che ogni Canale desidera condividere con la propria community.

“Visto dalla prospettiva di chi gestisce il Canale e i relativi contenuti, Movibell è una piattaforma mobile per fare proximity marketing in modo innovativo, con funzionalità avanzate per chi gestisce uno store, una catena o un brand e vuole interagire con i clienti che si muovono nelle immediate vicinanze del punto vendita”, aggiunge Muritano.

Dal punto di vista tecnologico, perchè Movibell può essere definita innovativa? “Innanzitutto per l’algoritmo proprietario, che sfrutta solo la rete cellulare e il GPS. Ciò significa che il negozio non deve installare beacon o altri dispositivi, e che l’utente può ricevere le notifiche anche se ha il Bluetooth spento”, spiega Muritano.

Altro elemento è la flessibilità che viene data a chi deve gestire uno o più Canali, utilizzando testi, immagini, audio e video per creare contenuti appealing da PC, tablet o smartphone. I Canali possono essere aggiornati singolarmente o in modo centralizzato – questo è particolarmente utile per le catene che possono decidere di comunicare una promozione su tutti i negozi in Italia e all’estero, oppure solo in una certa zona geografica, o solo nei punti vendita che hanno un certo prodotto. Infine, Movibell permette di personalizzare sulla base del profilo individuale i contenuti del Canale che raggiungono gli utenti connessi. Diventa così molto semplice condividere una promozione solo con le donne, oppure solo con le persone in una determinata fascia d’età, oppure con specifici interessi.

La piattaforma è in costante evoluzione. Dopo l’introduzione di capacità di tipo predittivo per facilitare la ricerca di marche e negozi, sono in arrivo delle funzionalità di couponing e, nei prossimi mesi, anche un sistema integrato di pagamento elettronico.

Per maggiori informazioni: www.movibell.com

SHARE THIS