MIP Politecnico di Milano, parte il primo i-Flex EMBA in smart learning

Partirà lunedì 24 ottobre la prima edizione dell’International Flex EMBA (i-Flex EMBA), il nuovissimo programma Executive MBA erogato in modalità smart learning. Il master, completamente in lingua inglese, è stato sviluppato dal MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business in collaborazione con WOBI, World of Business Ideas, che ha messo a disposizione i contenuti di straordinari relatori appartenenti al proprio network internazionale.

Dedicato a tutti i manager interessati a conciliare i propri impegni lavorativi e familiari con una formazione di alto profilo che coinvolga allievi provenienti da diversi Paesi, l’i-Flex EMBA utilizza una delle piattaforme di apprendimento digitale più avanzata al mondo, sviluppata su tecnologia Microsoft, e consente di acquisire le medesime competenze e lo stesso diploma dei formati Executive MBA tradizionali.

La prima classe che frequenterà il master da lunedì è decisamente internazionale: i partecipanti sono 35 e provengono, oltre che dall’Italia, da Colombia, Messico, Perù, Spagna, Grecia, Ucraina, Pakistan, Egitto e Cina. Il kick off vedrà la presenza di Filippo Passerini, già President Global Business Services and CIO di Procter & Gamble e ora Operating Executive di The Carlyle Group, e Francesco Manzullo, Marketing Director Europe WOBI.

“Negli ultimi anni stiamo assistendo a un profondo cambiamento nei bisogni di chi vuole frequentare un master – commenta Andrea Sianesi, Dean del MIP Graduate School of Business -: se da un lato cresce l’esigenza di flessibilità e di compatibilità dei programmi formativi con gli impegni lavorativi, dall’altro c’è sempre più interesse verso esperienze fortemente personalizzate e concrete. La nostra risposta è appunto un’offerta formativa incentrata sul concetto di smart learning, che combina strumenti di apprendimento digitali con una importante attività di coaching, mentoring e advisory, erogata anche attraverso due settimane in presenza, una a Milano e una a Buenos Aires”. Dopo l’esperienza di successo maturata in Italia grazie al Flex EMBA, MIP propone dunque lo stesso formato a livello globale attraverso una partnership strategica con WOBI.

“Siamo soddisfatti della partnership con il MIP per l’International Flex EMBA, grazie alla quale apporteremo un contributo prezioso per i manager e dirigenti che partecipano al programma: le ultime tendenze, il pensiero più attuale, i casi di studio internazionali, le idee all'avanguardia dai maggiori esperti, pensatori e quanti fanno innovazione ogni giorno nel mondo”, spiega Gustavo Barcia, Chief Executive Officer di WOBI.

L’International Flex EMBA è un programma di 18 mesi attraverso il quale manager ed executive con un’esperienza lavorativa di almeno tre anni, meglio se sviluppata in un ambiente o in un ruolo internazionale, potranno accedere tramite i più moderni strumenti di digital learning a contenuti esclusivi a complemento della propria formazione: alle modalità didattiche del MIP si aggiungono infatti la qualità delle idee e il respiro internazionale dei principali pensatori mondiali in ciascuna delle discipline manageriali trattate nel corso. Si compone in questo modo una faculty senza eguali, che nessuna business school al mondo può attualmente vantare, con esponenti del panorama economico mondiale come Martin Lindstrom, Joseph Stiglitz, Nouriel Roubini e grandi ispiratori come Chris Gardner e Andre Agassi.

Inoltre, i partecipanti del programma avranno l’occasione di prendere parte a un World Business Forum a scelta tra città quali Bogotá, Mexico City, Milano, Madrid, New York e Sydney e incontrare personalità di rilievo a livello mondiale come, nelle passate edizioni, Sir Richard Branson e Steve Wozniak.

L’i-Flex EMBA sfrutta le potenzialità di un’innovativa piattaforma di digital learning, sviluppata dal MIP su tecnologia Microsoft, che permette agli allievi di scegliere da dove seguire le lezioni, come e quando fruire contenuti, distribuendo gli impegni previsti dal programma in modo personalizzato e funzionale grazie alla possibilità di connettersi da ogni parte del mondo con qualsiasi dispositivo.

Il percorso prevede 12 corsi core, erogati tramite la piattaforma digitale, 2 settimane di interazione face-to-face in presenza tra Milano e Buenos Aires (con l’obiettivo di sviluppare le soft skills degli allievi), una settimana opzionale con il formato “Doing business in” in Silicon Valley, Cina o Italia e un project work finale.

Il master verrà arricchito dagli straordinari contributi video dei Top Thinkers & Doers del circuito WOBI, che per ciascuno dei corsi core forniranno spunti in grado di stimolare l’allievo ad andare oltre le interpretazioni convenzionali.

SHARE THIS