Cresce la richiesta di nuove figure professionali per la gestione delle sofferenze bancarie

In Italia cresce la richiesta di nuove figure professionali per la gestione delle sofferenze bancarie che, secondo l’ultimo bollettino della Banca d’Italia, ammontano a quasi 200 miliardi di euro.

Per dare una risposta a questa richiesta e formare figure professionali specialistiche, Italfondiario, specializzata nel credit management con leadership riconosciuta sul mercato internazionale (gestisce oltre 520.000 crediti per un valore di 41,3 miliardi di euro) ha creato, nel 2012, Academy, un percorso formativo unico in Italia, che mira a formare potenziali futuri Asset Manager, specializzati, appunto, nella gestione dei portafogli di Non Performing Loans (NPL).

Il percorso, giunto alla quinta edizione e che prende il via in questi giorni, è rivolto a laureati in giurisprudenza che, alla fine del progetto, si occuperanno delle attività di analisi e studio delle posizioni, pianificazione della strategia di recupero stragiudiziale e giudiziale, valutazione delle garanzie immobiliari sottostanti il credito, coordinamento dei legali esterni incaricati della gestione giudiziale, due diligence su nuovi portafogli e reporting.

I partecipanti all’Academy 2017 devono essere in possesso di una laurea specialistica in giurisprudenza (con votazione minima 104/110), aver completato un periodo di praticantato in ambito civilistico e, preferibilmente, aver conseguito il titolo di avvocato con un’esperienza in recupero crediti bancari.

Dopo vari step selettivi (screening telefonico, assessment di gruppo, test scritti, colloqui individuali), i candidati quindi verranno avviati alla fase di formazione (“Academy”), in cui vengono affrontate tematiche tecniche e manageriali, alternando presenza in aula, training on the job e tutorship individuale.

Al termine del percorso, i migliori profili saranno inseriti in Italfondiario con un contratto a tempo determinato della durata di 12 mesi.

Grazie a Progetto Academy, dalla prima edizione del 2012 a oggi Italfondiario ha già assunto oltre 100 risorse tra le sedi di Roma e Milano.

SHARE THIS