Un nuovo Amyko per piccoli cuori onlus

SHARE
Un progetto pilota vedra affiancarsi Amyko, il braccialetto della sicurezza a portata di polso e Piccoli Cuori ONLUS, che da anni presta attivita assistenziali alle famiglie di bambini affetti da gravi patologie cardiache.

Amyko èun dispositivo che garantisce sicurezza in caso di emergenza: un braccialetto dotato di tecnologia NFC consente di visualizzare, quando avvicinato da smartphone o tablet, le informazioni medico sanitarie di chi lo indossa.
 Piccoli Cuori ONLUS, con sede e presenza attiva nel territorio Ligure, èformata da genitori che, dopo aver vissuto l'esperienza di avere un figlio portatore di cardiopatia congenita, vogliono essere di aiuto a coloro che stanno per affrontare questa esperienza.

L’appello di Piccoli Cuori ad Amyko èarrivato ad aprile 2016 per avere una possibilità di garantire una assistenza mirata e focalizzata sulle particolari esigenze di cure e trattamento ai bambini con problemi congeniti al cuore. Tra gli scopi dell’associazione infatti c’èl’obiettivo di migliorare l’assistenza e la cura dei piccoli pazienti affetti da cardiopatie congenite ed acquisite.

Amyko èstato quindi individuato come strumento valido per l’assistenza ai bambini e aiuto per tutti i genitori che convivono con lo stato patologico dei propri figli.

Lo strumento consiste semplicemente in un braccialetto in cui l’utente puòcaricare e memorizzare le proprie informazioni anagrafiche e di stato di salute in un cloud: tali informazioni vengono rese disponibili quando uno smartphone o tablet scansionano il braccialetto dell’utente oppure chiamando il numero verde e comunicando il codice a sei cifre che si trova stampato sotto la cover del braccialetto. Amyko permette l’archiviazione della storia sanitaria di chi lo indossa, offrendo la possibilita di avviare immediatamente, in caso di bisogno, procedure sanitarie mirate e univoche basate sul riconoscimento del paziente.

Nel caso di un bambino, o di un adulto, affetto da cardiopatia congenita, questa possibilitàèfondamentale perchépermetterebbe di ridurre i tempi di intervento e di dirottare il paziente verso l’ospedale che lo ha in cura. In particolare, Amyko permetterebbe di ottimizzare le fasi - ad oggi critiche - di identificazione, comunicazione con la centrale operativa e accettazione in ospedale, assottigliando così la soglia temporale tra l’incidente e la somministrazione al paziente delle cure necessarie.

La tecnologia di Amyko potrebbe quindi aprire nuovi scenari per la creazione di uno standard di soccorso a tempi di intervento ridotti. Agevolando il lavoro dei medici e degli operatori del pronto soccorso offrirebbe al tempo stesso sostegno a quelle famiglie la cui quotidianitàèombreggiata dallo spettro della malattia.

Intorno a questa partnership, Amyko sta aggiungendo nuove funzionalita del dispositivo come ad esempio la possibilitàdi caricamento di documenti attualmente cartacei, quali ad esempio i propri referti medici, nel cloud collegato al braccialetto Amyko. Tale nuova funzionalitàgarantisce l’affidabilitàdelle informazioni che un eventuale soccorritore può analizzare e visualizzare in caso di bisogno (dati validati e rilasciati da medico e/o specialista).

L’esigenza di poter risalire in maniera rapida e tempestiva ad eventuali informazioni medico sanitarie si applica non solo a determinate fasce di popolazione (affette da patologie gravi, farmaco dipendenza, condizioni specifiche del proprio stato di salute) ma si rivolge anche in maniera piùamplia e generalizzata ad ogni cittadino al fine di garantirne la sicurezza ed adeguata prestazione di soccorso, minimizzare le tempistiche di intervento e le risorse che ne prendono parte.

Per tutte queste ragioni nasce la collaborazione tra Piccoli Cuori e Amyko. Ad oggi le due realtàstanno avviando dialoghi con partner istituzionali che si dimostrino disponibili a tentare di scalare gli standard di soccorso attualmente adottati verso un’innovazione tecnologica che si dimostra valida in termini tanto operativi quanto di sostegno psicologico. Tramite un progetto pilota ed una serie di attivitàmediatiche in comunicazione online ed offline, l’obiettivo èquello di evidenziare la propria presenza nel settore assistenziale e di supporto alla persona.

Amyko èstato ideato, progettato e prodotto da Wecare, startup innovativa pluripremiata con sede Genovese e finanziata da Ligur Capital spa ed Embed Capital nel 2015.
SHARE

0 commenti: