In Lombardia, le imprese che innovano assumono il doppio delle altre

Le imprese innovatrici assumono oltre il doppio delle non innovatrici (il 31% cerca collaboratori contro il 13,7% delle altre). Un nuovo assunto su tre in Lombardia è nelle imprese che innovano. In un anno hanno attivato 54 mila contratti di lavoro rispetto ai 125 mila delle non innovatrici. Circa la metà, 30 mila sono collegabili alla propensione ad innovare. Pesano il 14% delle imprese lombarde e in regione sono più diffuse che in Italia (12,8%). Sono più propense a personale giovane (39% rispetto al 29% delle non innovatrici sono under 30) e a laureati (24% contro 16%) e valutano di meno l’esperienza dei neo assunti (55% contro 58%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati : Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior, per l’anno 2015.

Lunedì 26 settembre Focus sulle tecnologie AIRI - Camera di commercio. “Le innovazioni del prossimo futuro: tecnologie prioritarie per l'industria" è un’iniziativa di AIRI (Associazione italiana per la ricerca industriale), in collaborazione con Innovhub, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, con analisi e previsioni di sviluppo tecnologico prioritario nel breve-medio termine di settori industriali di interesse per il Paese, su: IC e Telecomunicazioni, Energia, Trasporti su terra, Beni Strumentali per l’industria e i servizi.

“Come Camera di commercio dedichiamo con Innovhub – SSI una attenzione mirata proprio all’innovazione, un comparto strategico per la competitività delle nostre imprese - ha dichiarato Alberto Meomartini, vice presidente della Camera di commercio di Milano e presidente dell’azienda speciale Innovhub – SSI -. Grazie all’Unione Europea si sono ampliate le opportunità per le imprese italiane, per il mondo accademico e scientifico che porta avanti la nostra frontiera di conoscenze e di invenzioni. Molti italiani sono oggi volti e nomi noti a livello internazionale, per il ruolo di primo piano nel loro ambito di lavoro. Per questo siamo a fianco delle imprese, con i nostri laboratori specializzati e avanzati e con iniziative quotidiane di affiancamento, anche per favorire l’utilizzo dei fondi europei dedicati”.

Prime Milano, Brescia e Bergamo. A Milano sono 21 mila le assunzioni nelle imprese innovatrici, il 34% di tutte le assunzioni, un dato superiore alla media lombarda (30%). Per numero di assunzioni nelle imprese innovatrici dopo Milano ci sono Brescia (3.700, 25%) e Bergamo (3.440, 28%). Per peso, seconda Varese (32%, 2.630).

Ha commentato Renato Ugo, Presidente AIRI: “Lunedì AIRI presenterà a Milano il volume “le innovazioni del prossimo futuro. Tecnologie prioritarie per l’industria”. Non è un caso che questo report che accompagnerà il road show di divulgazione e conoscenza delle innovazioni tecnologiche sviluppate dalle imprese, venga presentato in questa città, capitale di una regione, che vede il maggior numero di aziende procedere con un alto tasso di sviluppo e innovazione tecnologica. Obiettivo di questo nostro importante impegno è quello di sostenere positivamente, attraverso i trends tecnologici individuati, la competitività del sistema industriale nazionale”.

SHARE THIS