Assemblea dei Giovani Imprenditori di Unindustria Treviso con MarcoGay, Marco Montemagno, Roberto Race ed Arduino Paniccia

Muoviamoci, questo il titolo-invito dell’assemblea del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Treviso in programma domani venerdì 23 settembre che si terrà in una sede inconsueta e affascinante come lo storico stabilimento ex Pagnossin di Treviso (via Noalese 94), ora portato a nuova vita dalla Zanardo S.p.A.

Un’assemblea divisa in due parti: il primo pomeriggio sarà dedicato a incontri b2b tra giovani imprenditori, non solo trevigiani, per sviluppare relazioni, nuove idee e presentare progetti per nuove aziende. Il via lo darà, con la Presidente dei Giovani di Treviso Alessia Forte, Marco Montemagno, imprenditore tech e broadcaster.

Alle 17 e 30, sempre all’interno della fabbrica, l’incontro assembleare. Aprirà i lavori la relazione di Alessia Forte. Seguirà una conversazione, coordinata dal giornalista Piergiorgio Paladin, tra Roberto Race, Segretario generale di Competere.eu e consulente in comunicazione strategica, e Arduino Paniccia, docente di studi strategici e Presidente di Asce, scuola di competizione economica internazionale di Venezia.

La successiva relazione sarà di Marco Montemagno mentre le conclusioni saranno di Marco Gay, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria.
Partner dell’evento sono Pwc, Smart, Banca Popolare di Verona, Allianz, Eurosystem e Zanardo, sponsor tecnici sono Astoria, Dersut, Ideeuropee, Magis e Ic&m.

“La nostra Assemblea annuale- spiega la Presidente Alessia Forte - ha l’obiettivo di essere un’occasione di sviluppo di business, incontro, approfondimento. L’innesco di relazioni personali e lavorative tra Imprenditori del nostro Gruppo permette lo sviluppo delle nostre imprese e la crescita di tutto il territorio. Noi giovani imprenditori vogliamo migliorare, e per farlo dobbiamo prendere piena coscienza di quello che siamo e facciamo, ragionando d’insieme e facendo lobby.

Il ruolo sociale dell'impresa nel nostro Paese deve essere ben chiaro: non amo definire "eroi" gli imprenditori ma dobbiamo essere tutti consapevoli che il progresso, il benessere e le opportunità di lavoro provengono, in gran parte, dallo sviluppo delle aziende. Ne consegue che tutte le energie e le politiche dovrebbero essere messe a sistema per coadiuvare la crescita delle nostre fabbriche.

Ed il nostro territorio ed il Nord Est per il suo ecosistema che vede al centro le imprese può candidarsi ad essere un laboratorio nazionale per un nuovo modello di sviluppo.

Il nostro approfondimento verterà sulla strategia d’impresa: ogni nostra azione, perché sia di successo, deve essere pianificata e coerente. Drive to business, Muoviamoci!”

SHARE THIS