Archimede di Roma vince il titolo di miglior scuola imprenditorialeitaliana

SHARE
L’Istituto Pacinotti Archimede di Roma, insieme ad altre 16 scuole europee, ha ricevuto ieri sera a Riga l’«Entrepreneurial School Award», il riconoscimento europeo destinato alle migliori scuole superiori che hanno attuato programmi di educazione imprenditoriale per i loro studenti. I premiati sono stati selezionati in base a diversi criteri, tra i quali la strategia di adozione e diffusione dell’educazione imprenditoriale tra i propri studenti, l'impiego efficiente delle risorse, la preparazione tecnica dei docenti coinvolti e la capacità di creare reti locali a supporto.

Il Pacinotti Archimede è un esempio su come è possibile integrare con successo la formula di Junior Achievement, attraverso l’adozione di “Impresa in azione” all'interno del più ampio progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, sfruttando la propria specifica esperienza con i laboratori didattici per la robotica e l’Information Technology per fare impresa. A dimostrazione della validità della proposta, 15 classi di questo Istituto hanno aderito nell’ultimo anno scolastico e numerose aziende del territorio, piccole e grandi, hanno dato il proprio contributo affinché si creasse un vero e proprio ecosistema a supporto dell’imprenditorialità dei giovani.

Gli «Entrepreneurial School Awards» inaugurano il nuovo anno scolastico di Junior Achievement Italia, prima associazione non profit per l’educazione economica e imprenditoriale nella scuola. Nella passata edizione, più di 13.000 studenti tra i 16 e i 19 anni in 700 classi in tutta Italia hanno partecipato all’esperienza di “Impresa in azione” creando circa 650 imprese di studenti, alcune delle quali già diventate imprese reali. Quest’anno si prevede un nuovo incremento di adesioni, in considerazione che la sensibilità di giovani e adulti verso questa tematica sta aumentando.

“Sviluppare le giuste competenze per il futuro lavorativo è sempre più urgente: mentre il mercato del lavoro richiede innovazione e imprenditorialità, sono ancora pochi gli studenti italiani che hanno finora vissuto un'esperienza imprenditoriale al termine del proprio percorso scolastico" afferma Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia. "Le attività di Junior Achievement vanno nella direzione di rendere più accessibile questo tipo di formazione. Offriamo ai docenti delle scuole superiori formazione e strumenti adeguati per l’adozione e lo sviluppo dell’imprenditorialità in classe con un mix inedito fatto di attività pratiche, didattica digitale e affiancamento di volontari d’azienda come mentor. Ci auguriamo che casi d’eccellenza come il Pacinotti Archimede possano aumentare sensibilmente”.

“Con l’introduzione dell’Alternanza Scuola-Lavoro gli studenti sono messi di fronte a nuovi ambienti di apprendimento e sperimentano metodologie didattiche innovative per l’acquisizione di competenze oggi indispensabile. Siamo orgogliosi di ricevere questo riconoscimento che testimonia l’impegno della nostra scuola e di tutto il corpo docente verso iniziative che accorciano la distanza tra il mondo dell’istruzione e quello del lavoro e che ci permettono di coinvolgere maggiormente i nostri studenti rendendoli cittadini attivi” afferma Valeria Santagata, dirigente scolastico dell’IIS Pacinotti-Archimede di Roma.

“Il MIUR sta seguendo con interesse la sperimentazione avviata in collaborazione a JA Italia e la sua rete europea nel 2015/16 presso 5 scuole superiori che hanno inserito il dispositivo della mini-impresa di studenti tra il 50% della propria popolazione studentesca. Siamo convinti che l’acquisizione di un approccio all’intraprendenza sia centrale nello sviluppo delle competenze degli studenti e auspichiamo che queste proposte possano rientrare sempre più come parte integrante dei progetti di alternanza scuola lavoro e si trasformino in piattaforme concrete di collaborazioni di qualità tra istituti scolastici e tessuto imprenditoriale” dichiara Carmela Palumbo, Direttore Ordinamenti Scolastici del MIUR che ha consegnato il premio durante la cerimonia.

Junior Achievement Italia, di concerto con il MIUR e Ministero del Lavoro attraverso Italia Lavoro, nell’ambito del Piano d’Azione italiano del “Pact For Youth”, intende raccogliere e valorizzare le migliori prassi di imprenditorialità sui banchi di scuola al fine di ampliare la rete di aziende e istituzioni che nel nostro Paese offrono un sostegno concreto a favore della crescita professionale e dello sviluppo dell’intraprendenza tra i giovani. Per questo motivo è capofila di un “hub per l’educazione imprenditoriale” (EE-Hub) che mette in rete gli attori impegnati su questo tema e permette la diffusione di modelli virtuosi su scala nazionale.

L’impegno di queste organizzazioni è ancora più cruciale in considerazione del sempre più crescente numero di studenti coinvolti in attività di Alternanza Scuola-Lavoro: la riforma della Buona Scuola prevede infatti l’estensione graduale dell’obbligo di tali attività nel triennio delle scuole superiori. Già da quest’anno scolastico, un milione di studenti ne saranno coinvolti, più del doppio rispetto al 2015/2016. Ma non è tutto: è di queste settimane la notizia del MIUR che per essere ammessi all’esame di maturità, lo studente dovrà aver partecipato ad attività di formazione “on the job”, per rendere esplicito e valutabile il legame tra formazione e mondo del lavoro. Una chiamata esplicita per aziende e professionisti per contribuire a un grande progetto d’impatto sociale ed economico.

Con “Impresa in azione”, percorso che le scuole possono inserire tra le proposte di Alternanza Scuola-Lavoro, sono già scese in campo aziende come ABB, AXA, Citi, Fondazione Cariplo, Fondazione Varrone, General Electric, Hyundai, Metlife, Ricoh, The Walt Disney Company Italia, UniCredit che metteranno a disposizione delle scuole di JA risorse e competenze.
SHARE

0 commenti: