Aggrade conclude il secondo round di finanziamento di 350.000 Euro

Aggrade, startup innovativa attiva nel campo della formulazione di farmaci e nutraceutici, conclude con successo il secondo round di finanziamento di 350.000 Euro da parte di un gruppo di investitori privati italiani, tra cui Medeopart e Aldabra Capital, confermandosi un’impresa molto promettente nel settore.

Aggrade è nata nel 2013 e detiene i diritti per sfruttare a livello commerciale il brevetto di una particolare tecnologia, la Aerodynamic Granulation System (Ags), utilizzata per realizzare medicinali in forma solida (compresse, capsule e bustine) e prodotti nutraceutici (integratori ed estratti vegetali) con una tecnologia di granulazione totalmente a secco, economica, ecosostenibile, a ciclo continuo ed estremamente flessibile, in grado di influenzare non solo le caratteristiche fisiche del materiale ma anche la sua biodisponibilità, ovvero la facilità di assorbimento all’interno del corpo umano, e le tempistiche di rilascio del principio attivo.

“Siamo molto contenti di aver trovato il supporto di investitori italiani che hanno creduto fortemente nel progetto e che, oltre a nuova finanza, apporteranno competenze tecniche e il loro esteso network di relazioni nel settore farmaceutico” - ha dichiarato Edoardo Bosio, Fondatore e Amministratore Delegato di Embed Capital, Advisor e socio di Aggrade.

Aggrade utilizzerà i fondi per la ricerca e lo sviluppo tecnologico, per rinnovare i brevetti (validi in 14 nazioni) e per sostenere l’attività di business development e commerciale.

Partecipata e sostenuta da Embed Capital, Aggrade ha da poco siglato un accordo commerciale con una importante azienda di nutraceutici, la BioDue di Tavarnelle VaI di Pesa (FI), quotata in Borsa.
Grazie all’intesa, l’impresa toscana ha deciso di realizzare un impianto industriale per la produzione di integratori alimentari con l’utilizzo della tecnologia sviluppata da Aggrade, in cambio di royalties.

SHARE THIS