Nasce #Ban-Up società di #consulenza per #internazionalizzazionedelle #startup

Nasce Ban-Up S.p.A. sulla spinta e grazie all’iniziativa dei Soci Fondatori, Paolo Anselmo, Dario Caleffi e Luca Canepa business angel d’esperienza con importanti progetti all’attivo da un lato e, dall’altro, CBA Studio Legale e Tributario, guidato da Angelo Bonissoni, uno studio di professionisti che ha saputo cogliere ed integrare le varie esigenze dei player della filiera, contemperando i “desiderata” e le “necessità” di tutti gli operatori dell’ecosistema per creare un modello di crescita e innovazione virtuoso.

Ban-Up è una società consulenza personalizzata, dedicata alla valorizzazione e accelerazione di idee imprenditoriali innovative di startup e società italiane e estere per agevolarne la crescita in modo strutturato, e sistematico, attraverso la fusione di competenze professionali specifiche e un network internazionale di contatti. A sostenere l’iniziativa sono anche operatori di diritto estero e società di caratura internazionale con sede in Italia e Regno Unito, che sentono bisogno d’innovazione e vogliono sviluppare in modo indiretto l’R&D.

Obiettivo è sia creare sinergie con le PMI in un’ottica di open innovation che di accompagnarle sulla piattaforma digitale di Epic Sim S.p.A, con cui Ban-Up ha una partnership privilegiata, dove le startup potranno proporre il loro progetto strutturato. Epic è una società di intermediazione, che organizza, attraverso una piattaforma fintech avanzata, una private investment community dove investitori professionali (istituzionali e privati qualificati) possono accedere a opportunità di finanziare progetti di sviluppo proposti da PMI e startup italiane.

Il CdA è composto da Paolo Anselmo con delega a Rapporti Istituzionali, Nazionali ed Internazionali nonché alla partnership con Epic; Dario Caleffi, che si occuperà dei Rapporti con le Startup mentre Luca Canepa avrà la delega a Gestione Operativa Interna ed esterna, Partnership e Gestione commerciale e strategica. Il Consiglio comprende inoltre Francesco Magagnino.

La presidenza è stata affidata a Marco Nannini che ha così commentato: “Mi sono unito a questo progetto che ambisce sin dalla nascita a diventare soggetto aggregante nella filiera dell’innovazione europea e internazionale. L’obiettivo è connettere le startup e l’innovazione con la piccola, media e grande impresa italiana, spina dorsale di questo Paese, e proiettare le PMI con sempre maggior forza verso una dimensione internazionale. Per raggiungere questi traguardi è importante coinvolgere anche incubatori e acceleratori di impresa, in grado di rispondere alla richiesta di modernizzazione dei più diversi settori dell’economia attraverso le giovani aziende da questi supportate”.

SHARE THIS