In libreria il volume “L’Impresa Internazionale nei cosiddetti Paradisi Fiscali” di Paolo Zagami

SHARE
“L’Impresa Internazionale nei cosiddetti Paradisi Fiscali” di Paolo Zagami è un libro interessante e mai banale che fa capire perché, da un lato, il nostro Paese non è più invitante per i tanti potenziali investitori esteri e perché, dall’altro lato, tante ed importanti imprese italiane delocalizzano all’estero nei luoghi a fiscalità privilegiata.

L’autore tratta argomenti molto complessi in modo chiaro e dettagliato e particolarmente apprezzabile ed originale è il cuore dell’opera che si sostanzia in un vero e proprio processo ai paradisi fiscali con le varie argomentazioni a sostegno dell’accusa e della difesa. Di rilievo anche la prima parte sulla storia dei luoghi “no tax” dove Paolo Zagami, avvocato internazionalista già alla sua seconda monografia, passa in rassegna con molta disinvoltura la nascita e lo sviluppo dei paradisi fiscali dall’antichità sino alla attuale crisi finanziaria.

Scritto bene, molto scorrevole e per nulla troppo tecnico, il libro ha un taglio più politico-sociale che economico-giuridico focalizzandosi anche sull’ipocrisia di molti Stati che a parole condannano il sistema ma in realtà si fanno concorrenza tra loro offrendo rifugi sicuri con bassa o nulla tassazione a capitali di varia provenienza. E si conclude con un finale a sorpresa: il verdetto sull’utilità o meno dei Paesi “off-shore” è infatti lasciato al lettore che al termine delle pagine potrà decidere se i cosiddetti “paradisi fiscali” abbiano le caratteristiche di un paradiso o piuttosto di un purgatorio o di un inferno.

Il libro edito da Rubbettino, ISBN 9788849845723, pp. 224, euro 14,00, è disponibile in tutte le principali librerie e sulle più importanti piattaforme on-line come Ibs, Mondadori, Feltrinelli ed Hoepli.
SHARE

0 commenti: