Eurofidi partecipa al roadshow di ReLicense

ReLicense, azienda leader nella compravendita di licenze software di seconda mano, annuncia la partecipazione di Eurofidi al suo roadshow dedicato ad illustrare al mercato le opportunità offerte dall’acquisto e dalla cessione di software usato.

In particolare Eurofidi, società operativa su garanzie bancarie, fideiussioni, fonti di finanziamento alle imprese e partner strategico del Fondo Centrale di Garanzia (FCG) parteciperà all’evento di apertura, in programma a Padova il 20 ottobre, raccontando la sua esperienza con ReLicense, e specificamente i vantaggi derivanti dalla gestione attiva del proprio parco licenze.

“Nel giro di un mese, dopo avere avuto un primo contatto con ReLicense nel corso di un altro evento, siamo stati in grado di liquidare un buon numero di licenze non più in uso, liberando così risorse fresche per nuovi investimenti”, spiega Claudio Abad, CTO di Eurofidi. “Possiamo sicuramente dire che la cessione delle nostre eccedenze software insieme a ReLicense ha generato per noi concrete e reali opportunità di business”

Gli incontri in programma faranno luce sul mercato del software “di seconda mano”, sulle sue modalità di trasferimento e gestione e sulle opportunità economiche che offre. I partecipanti avranno modo di ottenere informazioni e pareri di elevato valore da esperti in ambito legale e software, consulenti della Commissione Europea, clienti italiani, manager e specialisti internazionali di ReLicense.

Questo il calendario degli eventi:
• 20 ottobre 2015 Padova
• 21 ottobre 2015 Bologna
• 22 ottobre 2015 Roma
• 29 ottobre 2015 Catania

Ulteriori informazioni sul roadshow, tra cui le sedi e l’agenda dei singoli incontri, sono disponibili a questo link. La partecipazione agli eventi è gratuita, previa registrazione allo stesso indirizzo.
Eurofidi (www.eurofidi.it), con sede a Torino e operativa su tutto il territorio nazionale, è un intermediario finanziario vigilato da Banca d’Italia, che permette alle Pmi associate di ottenere credito dal sistema bancario, per finanziare i loro programmi di investimento e le necessità derivanti dal ciclo del circolante aziendale.
Una pratica del tutto legale
La compravendita di licenze software usate è già una solida realtà in molti paesi Europei. Nel luglio 2012, una sentenza della Corte Europea di Giustizia ne ha sancito ufficialmente l’assoluta legalità, dando ulteriore spinta ad un business in crescita significativa, al momento concentrato principalmente in Europa. Germania e Svizzera sono i mercati in cui questa pratica si è inizialmente diffusa, per poi estendersi gradualmente agli altri paesi d’Europa, supportata man mano da sentenze legali favorevoli, che hanno equiparato le licenze software agli altri asset aziendali, con la possibilità quindi di iscriverle a bilancio e di trasferirle ad altre realtà.

SHARE THIS