Software usato e opportunità per le aziende, ReLicense presenta il suo roadshow italiano

ReLicense, azienda leader nella compravendita di licenze software di seconda mano, ha organizzato un roadshow dedicato alle aziende italiane interessate ad approfondire l’argomento. Nel corso di quattro eventi previsti nel mese di ottobre, esperti indipendenti e rappresentanti dell’azienda illustreranno ai partecipanti le opportunità offerte dall’acquisto e dalla cessione di software usato.

Gli incontri faranno luce sul mercato del software “di seconda mano”, sulle sue modalità di trasferimento e gestione e sulle opportunità economiche che offre. I partecipanti avranno modo di ottenere informazioni e pareri di elevato valore da esperti in ambito legale e software, consulenti della Commissione Europea, clienti italiani, manager e specialisti internazionali di ReLicense.

Questo il calendario degli eventi:
• 20 ottobre 2015 Padova
• 21 ottobre 2015 Bologna
• 22 ottobre 2015 Roma
• 29 ottobre 2015 Catania

Ulteriori informazioni sul roadshow, tra cui le sedi e l’agenda dei singoli incontri, sono disponibili a questo link. La partecipazione agli eventi è gratuita, previa registrazione allo stesso indirizzo.

In Europa, sono numerosi gli studi qualificati che ritengono assolutamente significativo il potenziale economico di questo mercato, tra capitalizzazione di asset non utilizzati e riduzione dei costi, con un ruolo importante giocato dai contratti multilicenza Microsoft. “E’ ormai prassi consolidata vendere o comprare hardware usato”, spiega Corrado Farina, Territory Manager di ReLicense per l’Italia. “Vale la pena iniziare a pensarla allo stesso modo anche con il software usato. Non farlo significa infatti rinunciare a capitalizzare risorse inutilizzate o negarsi la possibilità di risparmiare somme significative:”

ReLicense opera esclusivamente sul mercato enterprise, con la mission specifica di trasferire la proprietà di licenze software Microsoft tra organizzazioni. Dopo aver registrato i primi significativi successi in Germania, l’azienda ha esteso gradualmente le proprie attività agli altri paesi europei, Italia compresa.

La compravendita di licenze software usate è già una solida realtà in molti paesi Europei. Nel luglio 2012, una sentenza della Corte Europea di Giustizia ne ha sancito ufficialmente l’assoluta legalità, dando ulteriore spinta ad un business in crescita significativa, al momento concentrato principalmente in Europa. Germania e Svizzera sono i mercati in cui questa pratica si è inizialmente diffusa, per poi estendersi gradualmente agli altri paesi d’Europa, supportata man mano da sentenze legali favorevoli, che hanno equiparato le licenze software agli altri asset aziendali, con la possibilità quindi di iscriverle a bilancio e di trasferirle ad altre realtà.

Nata in Germania nel 2008, ReLicense opera sul mercato enterprise, con la mission specifica di trasferire la proprietà di licenze software tra organizzazioni. L’azienda tratta principalmente licenze Microsoft, con un risparmio medio per il cliente quantificabile tra il 40 ed il 70 per cento rispetto ai costi del nuovo. La piena legalità delle attività di compravendita del software usato è stata confermata nel tempo da diverse sentenza, ultima tra tutte quella della Corte Europea di Giustizia in data 3 luglio 2012.
E’ possibile seguire ReLicense su Twitter: https://twitter.com/ReLicenseItalia

SHARE THIS