HomeToGo: 2.8 milioni di case vacanze su un unico sito

Approda finalmente in Italia HomeToGo (www.hometogo.it), dopo essere sbarcato con successo in Francia, Polonia, Olanda e Inghilterra il motore di ricerca per le case vacanza con un database di oltre 2.8 milioni di proprietà consultabili e prenotabili online, di cui oltre 215 000 solo in Italia. Arriva nel Belpaese con l’obiettivo di rendere il processo di ricerca efficiente e facile per gli italiani.

Ad oggi esistono motori di ricerca per i voli (Skyscanner, Kayak) e per gli hotel (Trivago) ma per quanto riguarda le case vacanze, agriturismi, appartamenti, b&b e tutto ciò che riguarda lo short-term, esistono solamente siti, portali, agenzie che a conti fatti non offrono nessuna visione generale delle numerose offerte disponibili.

La startup nasce in Germania nell’aprile 2014 e riesce a rafforzarsi contando su un mercato che di fatto, in quanto a richiesta, è il più grande d’Europa. L’internazionalizzazione è iniziata a febbraio 2015 con l’obiettivo principale di regolare un settore caratterizzato da relativa trasparenza dei prezzi e da una svariato numero di provider che gestiscono le stesse proprietà con prezzi smisuratamente diversi.

Oltre ad essere ovviamente gratuito e a confrontare i prezzi delle strutture valutando anche le caratteristiche dei servizi offerti, HomeToGo introduce qualcosa di innovativo in quanto permette di confrontare per la medesima proprietà i prezzi provenienti dai diversi provider, mostrando offerte e sconti e riuscendo così a far risparmiare fino al 40% sul costo della prenotazione. “Il settore delle case vacanze è storicamente diverso da quello degli hotel e solitamente gli utenti si trovano a visitare più di 10 siti prima di prenotare. HomeToGo semplifica il processo mostrando sempre le migliori sistemazioni, offre un’ampissima scelta ai migliori prezzi e con la possibilità immediata di valutare alternative senza perdersi tra le ricerche di Google” spiega Fabrizio Di Fulvio, General manager Italia.

Per quanto riguarda l’user experience, il sito risulta molto pratico, intuitivo e facile da usare. L’utente dopo aver selezionato la destinazione, aiutato anche dall’inserimento automatico, e le date di interesse, può anche scegliere l’opzione “decidi le date più tardi” qualora indeciso e restringere la ricerca utilizzando i numerosi filtri. I risultati ottenuti risultano in linea con le esigenze e comprendono prezzi, numerose foto, descrizioni dettagliate, feedback degli utenti, posizionamento sulla mappa interattiva, link e logo del provider.

Quando l’utente avrà deciso la soluzione più adatta alle proprie esigenze e vorrà procedere con la prenotazione sarà reindirizzato sul sito che offre tale sistemazione, potrà così richiedere ulteriori informazioni o prenotare direttamente senza costi aggiuntivi.
Oggi nella sede di HomeToGo a Berlino lavorano più di 50 persone guidate dal CEO Patrick Andrä, prima direttore dell’area business development per Home24, Wolfgang Heigl, in precedenza founder del motore di ricerca per i voli Swoodoo (poi acquistata da Kayak) e Nils Regge, in passato founder del portale per case vacanze Casamundo.

HomeToGo ha ottenuto il secondo round di finanziamenti nel febbraio 2015 da 2 fondi di investimento: la tedesca Action Capital Partners, che ha finanziato realtà di successo quali Alando, Etsy, HolidayCheck e l’inglese DN Capital che in passato ha investito in Shazam, Book A Tiger e Quandoo. Al momento si sta sviluppando nelle principali nazioni europee e in Italia con l’obiettivo di offrire a tutti i provider di case vacanza un’esposizione internazionale. Prossimo obiettivo è sbarcare oltre oceano negli Stati Uniti.

 

SHARE THIS