Boaterfly ottiene 500.000 euro dagli investitori

Il leader francese della locazione di barche, e non solo, tra privati annuncia di ricevere 500 000 euro per continuare il suo sviluppo.

Sul modello di Airbnb, e basandosi sul sistema dei siti di locazione e sharing di veicoli come Drivy e BlaBlaCar, Boaterfly propone la locazione di barca tra privati.

Lanciata a fine 2013 con 50 barche, la start up è passata da 450 a 700 barche nei primi mesi del 2015 e un aumento del 200% per quanto riguarda le prenotazioni.

Boaterfly permette ai proprietari di noleggiare la propria barca con o senza skipper, di ammortire i costi delle uscite in mare grazie alla convalidazione, e da in oltre la possibilità di affittare la propria barca ormeggiata per le notti offrendo una valida alternativa agli alberghi.
I viaggiatori beneficiano di un contratto privilegiato con il loro ospite, di un esperienza nautica unica e di un prezzo fino al 50% meno caro.

Sostenuta da numerose partnership, di cui la Fédération des Industries Nautiques, la start-up propone un salutino assicurativa giornaliera creata su misura con Allianz.

Il leader francese di locazione di barche tra provati profitterà di questo investimento per sviluppare il suo servizio in Francia e nel resto dell’europa.

Forte dalla fiducia di nuovi investitori e di partnership con attori del web e della nautica, Boaterfly incomincia un nuovo ciclo di sviluppo che gli permetterà di rinforzare la sua visibilità e di sviluppare la sua gamma di servizi. In risposta alla forte crescita del mercato in questione, Boaterfly sta investendo per rinforzare il suo team operativo già a partire da quest’estate.

La start-up lancera a breve la sua applicazione per smartphone al fine di velocizzare e facilitare l’interazione tra i vari componenti della comunità di Boaterfly.

“L’arrivo di questi fondi ci permette di entrare in una nuova fase. Tutti i tipi di barche sono i ben venuti, dalle più piccole ai grandi yacht di lusso” - spiega Guillaume de Corbiac - Presidente e co-fondatore.

“l’economia collaborativa conferma il suo potenziale nella nautica. Sul web assieme a tutti gli altri attori di questo settore, Boaterfly accetta la sfida.” spiega Ronan Kervadec - co-fondatore.

“Ringraziamo la nostra comunità ed i nostri investitori che si uniscono a noi per facilitare e rendere maggiormente sicuro la locazione di barca tra privati.” - spiega Simon Godreau - Socio.

Boaterfly fornisce la soluzione ad un problema semplice: proporre in locazione la propria imbarcazione, che in media esce dal porto solo dieci giorni l’anno, e democratizzare l’acesso alla nautica. L’avventura di Boaterfly è nata dall’incontro di tre imprenditori appassionati di mare. Quindici mesi dopo il suo avvio, la start-up Boaterfly propone gia più di 700 barche in Francia - Costa Azzurra, Corsica, Bretagna, Costa Atlantica, DOM-TOM - e in trenta paesi: Spagna, Italia, Croazia, Svezia, Turchia …

SHARE THIS