Videology e White Ops insieme per contrastare traffico di bot e attività non umane

Videology (videologygroup.com), tra le piattaforme di video advertising leader di mercato, e White Ops, azienda innovatrice nella rilevazione delle frodi pubblicitarie online, annunciano una partnership volta a contrastare bot e altre attività non umane nei video online su larga scala. Questo annuncio rappresenta il risultato degli sforzi intrapresi congiuntamente dalle due aziende contro la piaga globale delle botnet, già dall’inizio del 2014.

Alla fine dello scorso anno, White Ops e l’Association of National Advertisers (ANA) hanno pubblicato il più ampio studio di settore sul traffico di bot nel display advertising e nei video online. La ricerca ha svelato come in media il 23 percento degli inventari di video adv venga sprecato da impression generate da bot.

La partnership tra Videology e White Ops rappresenta un grande passo avanti verso l’identificazione e il contrasto della sempre più forte presenza di attività non umane nella video online advertising, grazie all’offerta di soluzioni multi-piattaforma di blocco e identificazione in tempo reale ai clienti Videology di tutto il mondo. Videology lavora già a stretto contatto con White Ops da oltre un anno per eliminare il traffico di bot per i propri clienti e - grazie alla partnership annunciata oggi - sta praticamente azzerandone il rischio nell’inventario della propria piattaforma.

L’accordo con White Ops consente di integrare nella piattaforma Videology la soluzione di rilevazione e prevenzione in tempo reale più efficace del mercato contro bot e attività non umane, proteggendo gli operatori dell’advertising digitale dalle minacce informatiche per consentire loro di focalizzarsi sulla propria audience. Mentre le soluzioni precedenti erano solo disponibili in fase di pianificazione e misurazione, questa integrazione fornisce ai clienti Videology la possibilità di assicurare la qualità dei media per tutto il ciclo di vita di una campagna, bloccando attività automatiche non umane e ottimizzando nel contempo gli obiettivi chiave.

La tecnologia di White Ops identifica le bot nel momento in cui compaiono, le localizza nei media e ne differenzia la navigazione rispetto a quella umana anche quando provengono dalla stessa macchina compromessa. Le soluzioni di bot detection e prevention “always-on” di White Ops si integrano completamente nella piattaforma Videology e sono disponibili in qualsiasi campagna - su ogni device – da questa servita. I clienti Videology sono in grado di implementare senza problemi le soluzioni White Ops per identificare le bot, ottimizzare il ROI e raggiungere il livello ottimale di traffico umano nei propri dispositivi e campagne.

In un mercato caratterizzato da scarsità di inventario quale quello dei video online, la capacità di individuare le bot e altre attività non umane a livello di impression piuttosto che eliminando intere URL è di grande valore per gli advertiser. A differenza di altre soluzioni che si affidano a metodologie basate sui domini o sui cookie e non forniscono risultati per singole impression, l’integrazione della tecnologia tra White Ops e Videology scova attività sospette su vasta scala in tempo reale per ogni impression. Questo consente a Videology di offrire ai clienti il più elevato livello di media reach mantenendo rigorosi controlli di qualità sull’inventario.

“Il traffico di bot nei video online rappresentano una grossa fonte di preoccupazione per i nostri clienti”, dichiara Scott Ferber, Chairman e CEO di Videology. “Ma l’accesso all’inventario è anche fondamentale quando si parla di video advertising. White Ops è in grado di contrastare il traffico di bot in modo esclusivo, e grazie alla stretta integrazione con loro i nostri clienti possono sfruttare la riconosciuta capacità di Videology di raggiungere obiettivi di portfolio, senza compromettere la qualità dei media”.

"White Ops è la soluzione più potente contro le frodi pubblicitarie presente sul mercato. Le nostre soluzioni garantiscono gli standard più elevati, rispondono ai requisiti più stringenti e assicurano il massimo risultato”, afferma Michael J.J. Tiffany, CEO di White Ops. “Grazie a questa partnership, Videology e il team di esperti di cyber-difesa di White Ops sono impegnati a bloccare il modello di profitto degli operatori di bot, consentendo a publisher e advertiser di focalizzarsi sull’accrescimento delle proprie audience e sulla gestione dei brand”.

Le soluzioni integrate di White Ops e Videology includono:
• Rilevamento di bot in ogni campagna e su ogni device, facilmente implementabile tramite semplici strumenti di piattaforma

• Capacità di distinguere tra attività di bot e attività umane provenienti dal medesimo device e di effettuarne una relativa reportistica

• Individuazione dell’origine delle bot nell’inventario per contribuire all’ottimizzazione di inventari futuri

Gli strumenti di rilevamento e prevenzione di bot e attività non umane di White Ops sono già disponibili per tutti gli utenti

SHARE THIS