150mila euro per ZenUp, startup dell’incubatore del Polo Tecnologico di Navacchio

Si svolta nei giorni scorsi a Roma, Presso la sede centrale di Enel che coordina l’iniziativa, la premiazione delle 14 startup vincitrici, erano 26 le finaliste in tutta Europa, su ben 232 domande presentate, del primo bando di INCENSe (INternet Cleantech ENablers Spark) – l’acceleratore dedicato alle aziende della clean technology sostenuto dalla Commissione Ue attraverso il programma FIWARE.

Il programma INCENSe è stato lanciato da Enel, Endesa, Accelerace e FundingBox con l’obiettivo di promuovere l’innovazione e la crescita dell’occupazione tecnologica nel settore energetico attraverso lo sviluppo dei prodotti e servizi legati alle tecnologie verdi e tra le finaliste scelte per il grande potenziale in termini tecnologici e di business e perché hanno dimostrato di poter cambiare il ruolo del mercato energetico c’è anche una startup innovativa del Polo Tecnologico di Navacchio: ZENUP sta infatti realizzando vari prodotti per la lettura, la gestione e il controllo dei consumi di gas in ambito domestico ed è stata premiata per il prodotto NINA, un sensore che consente in tempo reale su web la lettura dei consumi di gas e la rivelazione di fughe di gas e che permette di adottare strategie sia per ridurne i consumi che per incrementare la sicurezza delle abitazioni.

Le start-up vincitrici riceveranno un contributo a fondo perduto fino a 150mila euro, senza obbligo di partecipazione nel capitale sociale, e potranno contare sul supporto da parte delle aziende partner di INCENSe: un programma di incubazione di 6 mesi, sezioni di training con esperti del settore, appositi workshop su programmi di finanziamento europei, accesso ai progetti specifici in Spagna (Smart City a Malaga), Danimarca (Next Step City Living Lab in Esbjerg) e Italia, così come la partecipazione ad incontri di presentazione dei progetti con investitori specializzati, come fondi di investimento e Business Angels.

“Siamo molto contenti di questo premio perché ci permetterà di anticipare l’ingresso sul mercato di NINA e ci consentirà di migliorare la nostra strategia di marketing” dichiara Laura Botti di ZenUp

SHARE THIS