Nasce Competitoor, il primo servizio saas di benchmarking competitivo

L’84% delle persone ritiene il prezzo l’elemento più importante nel processo d’acquisto e 8 persone su 10 confrontano i prezzi di prodotti simili prima di procedere all’acquisto. Questi due soli dati bastano a sottolineare l’importanza che hanno oggi le politiche di pricing, soprattutto nella vendita online, dove con un clic si passa da uno shop all’altro, senza fatica. Lo sanno perfettamente i colossi dell’e-commerce come Amazon, che cambia 2,5 milioni di volte al giorno i propri prezzi o Ebay che sulla leva dell’asta ha costruito il proprio successo internazionale.

Un aiuto nel campo delle strategie di pricing è offerto da Competitoor, startup nata dall’idea di un gruppo di giovani ingegneri italiani che da anni lavora nello sviluppo di strumenti per la vendita online. Competitoor è un servizio di benchmarking competitivo che permette di monitorare il proprio mercato di riferimento online e di essere avvisati non appena un concorrente modifica i prezzi del proprio catalogo. L’utilizzo di Competitoor permette agli store manager di risparmiare molte ore settimanali ed operare scelte sul pricing dei propri prodotti in grado di aumentare sia il fatturato annuo che la marginalità.
Maximilian Lanaro, CTO di Competitoor sostiene che utilizzando correttamente Competitoor è possibile aumentare il proprio fatturato annuo del 10% principalmente alzando i propri prezzi invece che abbassarli.

“L’ignoranza riguardo il proprio reale mercato di riferimento è uno dei principali limiti di chi vende online, spesso ci si concentra su pubblicità e offerte aumentando le visite ma sprecando energie e risorse su prodotti che non sono competitivi. Competitoor permette di monitorare contemporaneamente decine di migliaia di prezzi, ne analizza l’andamento e permette di fare previsioni e stime realistiche”.

Le principali innovazioni che porta Competitoor sono 2: la formula saas, ovvero un servizio su abbonamento mensile che non obbliga a complesse integrazioni tecnologiche ed il prezzo a cui viene proposto, sostenibile anche per e-commerce di medie e piccole dimensioni.

“Sono due gli strumenti che ogni e-commerce deve possedere per avere successo” sostiene Davide Lugli, ingegnere informatico, socio di Maximilian.
“Uno strumento di analisi come Google analytics, per misurare le visite ed il ROI del proprio e-commerce e Competitoor ovvero l’occhio vigile e costante che tiene informati di come si muove la concorrenza. Sono le due gambe su cui costruire un business di successo”.

Competitoor verrà presentato il 21 Aprile a Milano, durante l’annuale e-commerce forum, l’appuntamento più importante in Italia per chi vende online.
La società con sede tecnica a Carpi (Modena) e centro commerciale a Londra, sta ottenendo numerose richieste ed è disponibile a partnership tecnologiche con agenzie Web e società di hosting alla ricerca di strumenti che migliorino le performances dei propri clienti.

SHARE THIS