JoinPad e Istituto Superiore Mario Boella fanno crescere la Realtà Aumentata in Italia

JoinPad, l'azienda italiana che sviluppa soluzioni in Realtà Aumentata per il mondo industriale, sta mettendo a punto un nuovo kit di sviluppo software (SDK, Software Development Kit) dedicato alla creazione di applicazioni basate sugli smartglasses Moverio di Epson. Per questo progetto JoinPad ha scelto ISMB - Istituto Superiore Mario Boella, centro di ricerca applicata e di innovazione di Torino focalizzato sulle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (ICT), come partner per il test della soluzione e dei prossimi progetti di Realtà Aumentata.

Il nuovo SDK sarà dotato di molte funzionalità utili per realizzare applicazioni capaci di sfruttare al meglio le caratteristiche intrinseche dei Moverio, in particolare la visione stereoscopica, che è uno degli elementi che rende al momento unico a livello mondiale il prodotto Epson. L'SDK di JoinPad sarà uno strumento utile per tutti gli sviluppatori che vogliono avvicinarsi al mondo degli smartglasses in modo veloce ed efficace. Grazie al nuovo SDK e ai tutorial che saranno messi a disposizione a partire dal suo lancio sarà facile creare nuove applicazioni e servizi legati al mondo industriale, del gaming e applicazioni con ricadute positive sulla società.

ISMB è un centro di ricerca applicata e di innovazione focalizzato sulle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (ICT). Fondato nel 2000 da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino, oggi l'Istituto si avvale delle competenze tecnologiche e di processo di circa 150 ricercatori che lavorano in stretta collaborazione con l'impresa, l'accademia e la pubblica amministrazione.
"L'Istituto - dice Giovanni Colombo Direttore di ISMB - opera secondo il modello della gestione della conoscenza, intervenendo non solo nella creazione dell'innovazione, ma seguendone anche la fase implementativa e la successiva evoluzione in stretta collaborazione con partner industriali come piccole e medio imprese o grandi gruppi industriali tra cui Ansaldo, Mediaset, Microsoft, Selex-Elsag, SKF e Telecom Italia."

"Basandoci sull'esperienza maturata nei primi due anni di sviluppo su Moverio - spiega Mauro Rubin, Presidente di JoinPad - abbiamo ritenuto opportuno creare un prodotto che facilitasse la vita di sviluppatori e interaction designer durante il processo di creazione delle applicazioni di Realtà Aumentata. I nostri algoritmi per la visione stereoscopica permettono di sfruttare l'unicità binoculare dei Moverio dando la possibilità a tutti di creare nuovi modi di interagire con l'ambiente circostante."

Nell'ambito della nostra attività di ricerca ed innovazione - dice Paolo Mulassano, vice direttore di ISMB - vediamo grandi potenzialità per le applicazioni di Realtà Aumentata. Inoltre, le nostre aree di ricerca attraverso la collaborazione con aziende e partner strategici dell'istituto, stanno riscontrando un forte interesse per la tecnologia Moverio che grazie alle sue particolari caratteristiche, abilita la realizzazione di soluzioni all'avanguardia, capaci di far fare alle aziende un salto di qualità."

SHARE THIS