Brandon Ferrari punta sul sud

Brandon Ferrari, il distributore online nella top ten delle start up milionarie italiane, apre una sede a Napoli per accompagnare le pmi del Sud nell’e-commerce e avvia il progetto per la nascita di un polo per l’innovazione, uno spazio condiviso in cui le start up del Sud potranno creare sinergie, condividere esperienze, relazioni e nuove opportunità di business.

Brandon Ferrari è il distributore online che accompagna e supporta le aziende italiane del fashion, del design e del food nel mercato e-commerce. Seleziona brand noti o ad alto potenziale e gestisce per loro le campagne di vendita sui siti di e-commerce di tutto il mondo. Nel 2014 Brandon Ferrari ha gestito 770 campagne, di cui 260 in Italia e 510 all’estero. Le 30 aziende del Sud che si sono affidate in esclusiva al distributore digitale, tra cui Marinella, Okydoky, Francesca Ferrante, Hanita, Giorgia & Johns, rappresentano circa il 25% del fatturato di Brandon Ferrari.

La nuova sede, che si aggiunge a quella di Milano, è nel secentesco Palazzo Ischitella, nel centro storico di Napoli. Sono già cinque i nuovi collaboratori che da Napoli si occupano di individuare i fornitori e ampliare le opportunità di business e sono previste nuove assunzioni entro la fine dell’anno. La nuova sede è anche uno spazio di co-working che agevola la condivisione di know how e best practices tra imprese della digital economy. Si sono già insediate le napoletane Buzzoole, la start up che ha sviluppato un software per individuare influencer online e lanciare campagne personalizzate di digital-marketing, Tailor Baby, il configuratore virtuale che permette alle mamme di creare e personalizzare abiti ed accessori per i loro bambini e CambioMerci, un barter system che permette alle aziende di usare una moneta complementare per scambiarsi beni e servizi dello stesso valore.

L’apertura della sede napoletana rientra nella strategia di espansione commerciale di Brandon Ferrari, che punta sul Sud e sulle sue pmi eccellenti nei tre settori di riferimento, fashion, design e food. Napoli, città strategica per la sua vicinanza con due importanti aree industriali e commerciali - il distretto tessile-moda di San Giuseppe Vesuviano e il CIS di Nola, il polo per il commercio all'ingrosso più grande d'Europa con 300 aziende e 90 settori merceologici per la distribuzione commerciale – è il punto di partenza di questa strategia di crescita.

La presenza diretta sul territorio permette a Brandon Ferrari di affiancare le pmi campane e del Sud Italia, aiutandole ad aumentare i loro volumi di vendita nei marketplace online di tutto il mondo.

«Aprire una sede a Napoli può sembrare una decisione controcorrente per una start up fondata a Milano. Siamo invece convinti che proprio nel Sud Italia ci siano tante pmi con le capacità e le potenzialità per aprirsi a nuovi mercati. Nell’ultimo anno le imprese del Sud che si sono affidate a noi hanno registrato incrementi del fatturato fino al 50%. E Palazzo Ischitella è solo l’inizio di un percorso. Vogliamo fare sistema, creare un polo per l’innovazione dove le imprese manifatturiere trovano in Brandon Ferrari il partner giusto per crescere all’estero e le start up del Sud si incontrano, condividono idee e opportunità, mettono a fattor comune le proprie capacità ed esperienze», ha dichiarato l’AD di Brandon Ferrari Paola Marzario.

SHARE THIS