4 nuove startup ad alta tecnologia grazie al progetto RE-SEED

Si potrebbero costituire già entro questa primavera i primi spin-off dal mondo della ricerca nati nell’ambito di RE-SEED, un progetto regionale finanziato attraverso il Fondo Sociale Europeo partito nel giugno 2012 e durato 30 mesi, che ha voluto dare ai giovani ricercatori con un livello d’istruzione avanzato la possibilità di concretizzare i risultati scientifici del loro lavoro accademico portandoli sul mercato.

Università di Udine (capofila), Friuli Innovazione e SISSA hanno selezionato, in base all’alto profilo tecnico-scientifico, 33 idee d’impresa promosse da 51 ricercatori, che hanno presentato l’idea di business singolarmente oppure in team. Di queste idee, che spaziano tra meccatronica, biomedicina, energia ed ambiente, logistica, servizi di consulenza e formazione, ICT in ambito culturale, 30 hanno sviluppato il proprio business plan e quattro sono attualmente in fase di costituzione d’impresa.

La prima futura neoimprenditrice, Lara Brunello, ha già avviato il suo percorso imprenditoriale, nell’ambito di servizi specialistici per la logistica e la pianificazione dei trasporti.

Altre due idee d’impresa invece hanno ottenuto nei giorni scorsi l’approvazione degli organi accademici competenti delle rispettive Università ed entro i primi mesi del 2015 potranno costituirsi in spin-off universitari. Entrambi sono inoltre in fase di verifica dei requisiti per iscriversi al registro delle imprese nella sezione speciale riservata alle startup innovative.

SOFIA S.r.l. (Soluzioni Organizzative Finalizzate all’Innovazione in agricoltura) con l’Università di Udine, si occupa della sicurezza nel settore agricolo-forestale, offrendo sia formazione e consulenza specialistica, sia producendo una serie di dispositivi innovativi per l’incolumità dei lavoratori di questo settore.

MaterialScan S.r.l. con l’Università di Trieste, attiene al campo dell’ingegneria dei materiali ed è nata dalla collaborazione dei ricercatori con un’impresa del territorio. Il futuro spin-off offrirà una metodologia innovativa basata su sensori per il monitoraggio dell’integrità strutturale di edifici, infrastrutture ed impianti industriali.

L’ultima realtà a diventare presto impresa opera nell’ambito della stampa 3D e della meccatronica e realizza strumenti tecnologici ed innovativi nell’ambito delle neuroscienze cognitive. Già nei primi mesi del 2015 sonderà il mercato con iniziative pilota come ad esempio la realizzazione di prodotti commerciali, nati da soluzioni inventate e sviluppate dal Mechatronics Lab della SISSA durante la propria attività di supporto agli altri laboratori ricerca.

Grazie al progetto regionale RE-SEED, oltre alla messa a punto di servizi specialistici ad alto valore scientifico, sono stati inoltre sviluppati nuovi prodotti che potranno essere brevettati per valorizzare e al tempo stesso proteggere la proprietà intellettuale e il know-how specialistico ad essa connessi.

Scopo del percorso di RE-SEED era stimolare l’imprenditorialità proveniente dal mondo della ricerca, potenziare la conoscenza e aiutare i giovani a creare la propria impresa ad alto valore aggiunto.

Ai candidati è stato offerto un percorso personalizzato e gratuito di formazione imprenditoriale e percorsi manageriali di consulenza. In totale sono state erogate quasi 700 ore di formazione sui temi della gestione aziendale e circa 2500 ore di accompagnamento consistente in consulenze specialistiche e personalizzate.

I destinatari dell’iniziativa, ricercatori dipendenti, assegnisti di ricerca, laureati con alle spalle attività di ricerca di almeno nove mesi, allievi di corsi di specializzazione post laurea e post dottorato, dottorandi e dottori di ricerca, hanno avuto modo in questi 30 mesi di attività di intraprendere un percorso di crescita imprenditoriale e concretizzare i risultati dei loro anni di ricerche e studi.

Concluso il progetto RE-SEED, nel corso del 2015, gli aspiranti imprenditori avranno la possibilità di essere ulteriormente supportati nella fase di avvio all’impresa dall’incubatore certificato Techno Seed di Friuli Innovazione. Grazie alle competenze e all’orientamento imprenditoriale acquisiti dai beneficiari assieme a queste nuove azioni di accompagnamento, non tarderemo a vedere la nascita di altre startup targate RE-SEED.

SHARE THIS