The Box Company, da Gioia del Colle a Palo Alto, la startup assume

Nel 2015 tutte le aziende, piccole medie e grandi, dovranno fare i conti, inevitabilmente, con il totale stravolgimento delle abitudini di consumo, attraverso i numerosi canali di acquisto online e gli strumenti di comunicazione che il Mobile ha introdotto negli ultimi anni.

Per anticipare i trend e le novità di mercato del mobile marketing ed essere ancora più competitivi, la startup “The Box Company” (TheBC) con base a Gioia del Colle, ha ufficializzato l’apertura di una nuova filiale nella città di Palo Alto in California, sul medesimo parallelo (41°), ma a 10.300 km di distanza dalla sede pugliese.

A Gioia del Colle, nel quartier generale della start up digitale, nota al mercato per aver rivoluzionato l’SMS marketing, la nuova apertura in Silicon Valley rappresenta un’occasione unica di sviluppo, non solo tecnologico, per avviare nuove relazioni con potenziali investitori statunitensi (venture capitalists, fondi di investimento, imprese e incubatori high tech), quindi favorire lo scambio di tecnologia e la creazione di joint-venture, partenariati tra incubatori o laboratori universitari. La nuova sede statunitense, inoltre, sarà un hub destinato alla formazione dei programmatori informatici del team pugliese, consentendo nuove opportunità di impiego.

A fine ottobre, infatti, una delegazione di TheBC si è recata in missione con ICE negli USA, dove si sono avviati i primi contatti con Google e Yahoo, interessati al modello di business della startup di Gioia, specializzata nella progettazione e realizzazione di piattaforme tecnologiche per il Digital & Mobile Marketing, e già presente sul mercato internazionale in Inghilterra, Spagna, Brasile, Romania e Venezuela.

“Durante la missione ICE in California, abbiamo avviato rapporti d'interesse con finanziatori della Bank of America - spiega Roberto Calculli, fondatore e CEO di TheBC - e in particolar modo con la Presidente di un'importante agenzia di comunicazione che si è mostrata interessata ad acquisire il progetto di sviluppo della The Digital Box per l’intera California”.

Tra gli effetti positivi dell’impetuoso sviluppo del mercato online, oltre all’apertura della nuova sede a Palo Alto, c’è il piano di assunzione nel 2015 per 15 nuovi dipendenti, di cui 5 Account Manager Internazionali e 10 nuovi programmatori da inserire in organico a Gioia del Colle.

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno al Mobile World Congress di Barcellona, The Box Company, startup “made in Puglia” attualmente con un team di 11 programmatori (assunti tutti a tempo indeterminato), ha finora aiutato migliaia di imprese nelle attività di comunicazione e marketing verso gli utenti in mobilità: dal retail food al marketing dello sport, dalla comunicazione politica all’elettronica.

Sulla nuova esperienza nella Silicon Valley il Ceo TheBC Roberto Calculli osserva fiducioso:
«Penso che la Puglia abbia le potenzialità per divenire la California d'Italia (sono anche identiche morfologicamente) oltre che per il turismo, anche per il grande fervore digitale che stanno vivendo tante aziende con riconoscimenti nazionali e internazionali».

A Palo Alto TheBC collaborerà con un coach esperto programmatore della Silicon Valley, ma l’obiettivo sarà quello, anche grazie alle nuove assunzioni, di costituire presto un team di italiani perché, conclude Calculli,«gli sviluppatori italiani sono tra i migliori al mondo non solo per competenze e gusto estetico ma anche perché sono costanti nel lavoro, credono nei progetti e fanno squadra».

SHARE THIS