Partnership Italian Angels for Growth e I3P, l'incubatore del politecnico di Torino

Italian Angels for Growth (IAG), la più grande associazione italiana di Business Angel attiva dal 2007 nello sviluppo di nuove realtà imprenditoriali, e I3P, Società per la gestione dell’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, annunciano di avere siglato una partnership per sostenere lo sviluppo di progetti e startup ad alto potenziale di crescita. I3P gode di un prestigio anche a livello internazionale essendosi posizionata al quinto posto in Europa e al quindicesimo al mondo nella classifica annuale 2014 dei migliori incubatori accademici, realizzata dalla svedese Ubi Index.

In base all’accordo, l’incubatore I3P effettuerà periodicamente uno scouting tra le aziende del proprio network per identificare una rosa da presentare a IAG.
Allo stesso tempo IAG si rende disponibile a promuovere presso i propri soci le giovani imprese segnalate da I3P, per valutarne l’inserimento in una fase di screening e selezione interna, che potrebbe portare all’attivazione di un eventuale investimento.

I Soci IAG, più di 120, sono uomini e donne, imprenditori, manager, professionisti e esperti di finanza che ad oggi hanno investito, anche con il contributo di altri operatori, 22,5 milioni di euro in 28 imprese innovative, eccellenze della ricerca e dello sviluppo tecnologico.

“L’accesso al ricco network IAG potrà dare ai progetti delle nostre startup ulteriori importanti opportunità di crescita “– afferma Marco Cantamessa, presidente e amministratore delegato di I3P, che aggiunge – “Ad oggi abbiamo avviato 167 start up in diversi settori, quali ICT, Cleantech, Medtech, Industrial, Social Innovation, Elettronica e Automazione. Pensiamo quindi che questa collaborazione potrà dare nuova linfa all’ecosistema che sostiene le giovani imprese innovative nel nostro paese”.

“Con questo accordo di partnership si aggiunge un importante tassello alla strategia di IAG, volta a sostenere l'imprenditorialità innovativa”- afferma Maria Cristina Fenoglio Gaddò, Angel referente per l’incubatore, che aggiunge - “le start up ad alto contenuto tecnologico, insieme agli stretti legami con il Politecnico di Torino e l'attento tutoraggio dell’incubatore, pongono tutte le premesse perché si creino delle importanti sinergie con IAG, che potrà mettere a disposizione le ampie competenze imprenditoriali e il sostegno finanziario dei suoi soci. Ad oggi con il nostro supporto già 28 giovani aziende hanno potuto conoscere ulteriori fasi di sviluppo per il loro progetto”.

SHARE THIS