Arriva Artan, il primo fumetto SciFi in grafica tridimensionale

Artan è un fumetto realizzato da Gianfranco Casano e Stefano Orlando completamente in grafica tridimensionale di genere Scifi-Fantasy.

La storia si svolge a cavallo di due mondi: Barsec e Artan. Barsec è un pianeta sovrappopolato dove la popolazione ha sfruttato in modo incontrollato il pianeta, distruggendo sia la vegetazione che il mondo animale. Per questo motivo un grosso gruppo di coloni ricchi e privilegiati, hanno lasciato il pianeta madre per stabilirsi nell'altro pianeta abitabile nello stesso sistema solare di Nikron: ARTAN.

Quando i coloni arrivano, Artan è un pianeta vergine, pieno di vegetazione e forme viventi. Un pianeta perfetto per creare una nuova civiltà fondata su uno stile di vita più rigoroso e controllato rispetto a quello barsechiano. Ma quando i coloni arrivano, un'altra specie era già presente su Artan: gli artakiani.

Gli artakiani, popolo fiero e coraggioso, vivono in simbiosi con la natura che li circonda e senza l'ausilio della tecnologia. All'inizio i visitatori vengono accolti con intenti pacifici, e le due parti stipulano un trattato di insediamento, che permette ai barsechiani di stabilirsi nelle isole a sud del pianeta. Ma durante il meeting, una fazione artakiana contraria all'accordo, gli "Elyfan", attacca i barsechiani a tradimento, compromettendo anche la sicurezza della delegazione artakiana che era all'oscuro di tutto. I barsechiani in forza della loro tecnologia e della loro superiorità numerica, iniziano una sanguinosa guerra. Alla fine del conflitto, viene stipulata una pace che permette ai barsechiani di stabilirsi a sud di Artan, all'interno di dieci distretti.

Artan nasce dall'idea di poter realizzare qualcosa di nuovo mai tentato prima. Un fumetto digitale realizzato con tecniche sino ad ora usate solo per i games e per la cinematografia. L'approccio iniziale è identico. Dopo un iniziale studio dei personaggi e delle varie ambientazioni, con schizzi e disegni classici, i creatori sono arrivati a creare i personaggi con i software di modellazione 3d presenti in commercio.

Sin da subito la mole di lavoro e le difficoltà sono stati enormi, sia per i mezzi hardware, sia per i costi elevati dei software utilizzati. Un esempio: per la realizzazione di alcune città (Artancity, Arlea, Rometik, ecc...) è stato usato CityEngine, mentre per ricreare gli environment, è stato utilizzato Vue 2013.

L'enorme numero di personaggi principali (quasi cinquanta), e di comparse (più di 10.000) e di ambientazioni (più di 300) ha portato i creatori a lavorare per due anni senza sosta sul progetto. Il tutto reso in modo ancora più complesso da uno storyboard ricco e articolato che ha portato a realizzare un fumetto con un numero di pagine elevate.

SHARE THIS