Startup innovative, se ne parla alla Camera di Commercio di Ferrara

A Ferrara il termometro delle start up continua a schizzare in alto. Sono 19 quelle iscritte nel registro delle imprese e il numero è destinato a salire ancora visto che la febbre ormai contagia tutta la provincia e non solo. Lo dimostrano le oltre 60 imprese già accreditate che arriveranno da tutta la regione per partecipare al workshop della Camera di commercio “Le start up innovative ferraresi tra consapevolezza, opportunità e canali di finanziamento”, al fine di poter contare su un percorso di sostegno, anche economico, per tentare il grande salto nel mercato.
Con il potenziale di crescita al lumicino, dunque, l'economia ferrarese ha fame di risorse che facciano uscire la produttività dallo stato di prostrazione in cui è caduta da troppo tempo.

Le 19 start up innovative (diventeranno 23 entro l'anno) che corrono lungo i campi, in particolare, delle nanotecnologie, della scienza dei materiali, dell'Ict e della biologia stanno creando il potenziale per una terza rivoluzione industriale: quella che utilizzerà le risorse in modo più produttivo di quanto facciamo oggi, dando così libero sfogo a una forte crescita economica. Nel campo del software, ad esempio, sempre più le start up ferraresi sono chiamate ad appoggiare la manifattura nella grande sfida di integrare le tecnologie digitali nelle sue attrezzature tradizionali.

Trovare il giusto mix di politiche e incentivi per l'imprenditorialità vincente di oggi e per quella che, si spera, lo sarà domani è l'obiettivo del convegno della Camera di commercio, in programma l'11 dicembre prossimo, con inizio alle ore 14.30, presso la sala Conferenze dell'Ente camerale, al quale, dopo l’apertura affidata allo stesso presidente Govoni, interverranno Caterina Ferri, assessore del Comune di Ferrara in rappresentanza del sindaco Tiziano Tagliani, Pasquale Nappi, rettore dell'Università degli studi di Ferrara, Marco Maceroni, dirigente del Ministero dello Sviluppo economico, Marco Conte, vice Segretario generale di Unioncamere italiana, e Sveva Ruggiero, coordinatore del dipartimento Startup di ASTER Regione Emilia-Romagna.

Successivamente avrà luogo una Tavola rotonda, nel corso della quale Claudia Pingue (PoliHub by Fondazione Politecnico di Milano), Mario Maschio (Osservatori Digital Innovation), Nicola Sabba (MecMurphil Srl), Roberto Vitali (Village for all Srl), Michele Tedeschi (Fancy Pixel Srl), e Fabio Previato (Mobivision Srl) si confronteranno tra loro e con i più evoluti canali di finanziamento in grado di sostenerne i primi passi e la crescita verso un salto di qualità e renderle dei veri campioni internazionali cui anche altri possano ispirarsi. Coordinerà i lavori, Emanuele Borasio, fondatore della start up ferrarese Wear Srl. Presenti, inoltre, tutti i Sindaci dei Comuni sede delle startup innovative ferraresi.

SHARE THIS