Rectv, la casa di produzione video che si auto-produce le attrezzature con materiali di recupero

Rectv è una casa di produzione video. Una start up, inserita al TreataBit, il programma di supporto per progetti digitali dell’incubatore del Politecnico di Torino, che utilizza attrezzature auto-prodotte con materiali di recupero e intelligenti, comandabili cioè a distanza attraverso una semplice app.

Il primo prototipo in lavorazione è un carrello. Ogni movimento, dagli spostamenti sui binari, ai movimenti della telecamera stessa, compreso il controllo sulla focale, sul diaframma e ogni altra funzione, è comandabile tramite un dispositivo remoto (computer, tablet o smartphone) sul quale si ha il controllo costante dell'inquadratura. L’attrezzatura è stata sviluppata con il sistema Arduino e realizzata con materiale di recupero (alluminio, viti, rotelline dello skateboard, tubi in pvc incollati l’uno all’altro tramite una penna Bic).
Il carrello è il primo step. Il progetto è quello di arrivare ad avere un'intera regia intelligente, attraverso la quale proporre anche proiezioni in streaming con montaggio in tempo reale.

Autoproduzione, sviluppo di attrezzature intelligenti e, infine, specializzazione su un target specifico. Il tipo di attrezzature create, snelle ed economiche, permettono a Rectv di offrire un servizio low cost, per produzioni medio-piccole, con buoni risultati ad un prezzo abbordabile. Un servizio studiato in particolare per le start up, le idee d'impresa e i freelance: realtà che necessitano di visibilità, ma che non hanno ancora le risorse per accedere a case di produzione video più costose.


Info: www.rectv.it

SHARE THIS