GlaxoSmithKline sceglie i media di Bulsara Advertising

Bulsara Adv, agenzia di comunicazione creativa e concessionaria di spazi nel settore del Washroom Advertising, in particolare nei servizi igienici, lancia oggi la nuova campagna pubblicitaria promossa dall’azienda farmaceutica GSK (GlaxoSmithKline). La società britannica è riconosciuta a livello mondiale soprattutto per l’impegno nella ricerca di farmaci innovativi e nella prevenzione di numerose malattie di difficile cura.

Quale luogo migliore dove poter agganciare il target maschile se non proprio i servizi igienici? La campagna è incentrata su tre domande-chiave utili a capire se si soffre di ipertrofia prostatica benigna, che in Italia riguarda circa 2 milioni di uomini, di cui oltre l’80% over 50 con conseguenze fastidiose e pericolose sia di salute che sessuali.
Con consigli utili e mirati, i pannelli posizionati sui vespasiani incitano gli utenti a rivolgersi ad un medico specializzato, qualora ci si riconoscesse nei sintomi elencati. Le aree toilet consentono, infatti, di poter leggere questi messaggi in un momento di massima attenzione, senza sentirsi osservati o giudicati.

Le strutture coinvolte sul territorio nazionale nelle quali verranno installate le affissioni sono le Grandi Stazioni di Roma, Milano, Bologna, Firenze e Napoli, gli Aeroporti di Milano Malpensa e Linate, Venezia e Olbia e la struttura Autogrill del Duomo di Milano.
I contatti maschili raggiunti saranno circa 235 mila nella settimana di campagna.

La campagna punta a sfruttare al massimo le potenzialità e i mezzi offerti dalla comunicazione unconventional di Bulsara Adv; su tutte, in questo caso, la targetizzazione garantita sul genere maschile al 100% all’interno di queste aree toilet.

“È sempre più complicato raggiungere i maschi adulti per informarli su argomenti ‘intimi’ legati alla salute della prostata o alla sessualità – osserva Maurizio Brausi, presidente SIU e direttore della UO di Urologia Asl Modena – Per questo abbiamo pensato di metterli letteralmente di fronte ai fatti, cercando di allertarli nelle toilette di luoghi pubblici molto frequentati: manifesti e locandine non potranno essere ignorati e “costringeranno” gli uomini a porsi poche, semplici domande che però possono fare la differenza per capire se qualcosa non va.”


Per contatto:
Ufficio Stampa e Relazioni esterne Bulsara Adv
Giulia Frerè
Tel. + 39 06 96521889

SHARE THIS