NY Times e Axel Springer investono nella startup olandese Blendle

Secondo quanto riportato dal The Wall Street Journal, il quotidiano statunitense New York Times e l’editore tedesco Axel Springer hanno deciso di investire 3.000.000 di Euro in Blendle, una startup olandese, che si descrive come l’iTunes del giornalismo.

La piattaforma online di Blendle, sebbene sia stata lanciata solo sei mesi fa, ha già stipulato contratti con la maggior parte degli editori di giornali e riviste dei Paesi Bassi, in Belgio e ha recentemente firmato anche un accordo con l'editore dell'Economist.

Blendle ha 130.000 utenti nei Paesi Bassi, il 20% dei quali si sono aggiunti dopo il periodo di prova. Gli articoli costano in media 20 centesimi e gli editori mantengono il 70% delle entrate.

La startup ha catturato l'attenzione dei grandi editori di giornali negli Stati Uniti e in Europa, molti dei quali sono alle prese con il calo delle vendite e la diminuzione dei ricavi dalla pubblicità.

Il New York Times e Axel Springer, hanno tenuto a precisare i fondatori di Blende, che non vedranno i dati di vendita di altri editori che vendono contenuti attraverso Blendle e che i loro giornali non riceveranno alcun trattamento preferenziale.

SHARE THIS