Gipstech vince il bando di Calabria Innova

GiPStech, startup presente da quest’anno nel portfolio dei soci di Italian Angels for Growth, ha recentemente vinto il bando “Talent Lab” di Calabria Innova dedicato alle startup innovative. Un riconoscimento ulteriore della brillante intuizione avuta dai fondatori, Gaetano d’Aquila, Giuseppe Cutrì, Giuseppe Fedele e Matteo Faggin, di creare una tecnologia in grado di individuare persone e oggetti anche all’interno dei luoghi chiusi con grande precisione, sfruttando un modello matematico capace di combinare segnali geomagnetici con i sensori presenti nei comuni device mobili.

“I business angels di IAG hanno messo a nostra disposizione risorse importanti dal punto di vista economico, che ci hanno messi nelle condizioni di iniziare un percorso di crescita, anche umano, dandoci una mano a strutturare l’attività e a farci conoscere in ambiti internazionali attraverso il loro network di contatti, per attrarre nuovi partner tecnologici e potenziali investitori”, ha dichiarato lo stesso Matteo Faggin.

Gipstech, che ha ricevuto un primo finanziamento di 200.000 euro da parte dei soci IAG per lo sviluppo della sua avanzatissima tecnologia, sta completando lo sviluppo di una tecnologia per la localizzazione e la navigazione negli spazi chiusi che si serve dei sensori presenti nei più comuni smartphone per individuare con sufficiente accuratezza utenti o oggetti all’interno di locali chiusi, laddove il GPS non funziona.

“Rispetto ai sistemi oggi in commercio, che si basano su segnali poco stabili e quindi sono imprecisi e hanno bisogno di un buon collegamento dati perché tutto è fatto dal cloud – spiega Matteo Faggin – Gipstech riesce a dare una precisione di un metro sfruttando il segnale geomagnetico “naturalmente” presente negli edifici, e punta a portare il sistema di localizzazione direttamente all’interno dello smartphone, grazie ad un algoritmo ottimizzato che sfrutta unicamente la potenza di calcolo del device mobile”.

È evidente, quindi, come la tecnologia di Gipstech possa tradursi in un supporto essenziale al business e alle società di servizi: dal facilitare i consumatori nel trovare i prodotti all’interno di un supermercato, dando la possibilità al retailer di interagire con il cliente in un’ottica di marketing di prossimità, all’ottimizzare i percorsi dei prodotti in movimento all’interno di uno stabilimento. Inoltre, Gipstech può essere sfruttata anche in ambito healthcare, favorendo ad esempio la localizzazione di pazienti ricoverati in ospedale che si perdono all’interno di una struttura.

Prima dell’investimento dei soci di IAG e la vittoria del bando della regione Calabria, Gipstech ha vinto il Tech Crunch Italy e Working Capital di Telecom Italia nel 2013. L’investimento dei soci di IAG, guidato da Massimo Vanzi e Simon Ardiss e conclusosi a Maggio 2014, ha permesso ai fondatori di Gipstech di passare da una tecnologia allo stadio di prototipo a una versione industrializzata, utilizzabile anche da clienti terzi e per la quale si prevedono nuovi round di investimento nei prossimi mesi.

SHARE THIS