American Express si aggiudica lo Smart Working Awards 2014

L’iniziativa Blue Work di American Express ha ricevuto oggi lo “Smart Working Awards 2014”, il premio assegnato alle best practice dalla School of Management del Politecnico di Milano.

Questo riconoscimento sottolinea la capacità da parte della società leader nel settore dei pagamenti di saper aggiornare i propri modelli organizzativi tenendo conto dell’impatto che la tecnologia e lo stile di vita attuale hanno apportato nel mondo del lavoro.

Il progetto Blue Work di American Express nasce da un'analisi interna, che ha rilevato che solo il 70% delle postazioni all’interno di un ufficio sono occupate giornalmente. Dall’individuazione di diversi livelli di presenza in azienda è stato creato un modello organizzativo che a seconda della mansione e della necessità di interazione con altri colleghi, offre l'opportunità ai dipendenti di lavorare in spazi comuni in azienda, negli uffici dei clienti o addirittura da casa. Questo approccio innovativo, facilitato dalla tecnologia, consente di gestire il proprio lavoro in maniera più flessibile, migliorando l'equilibrio tra la vita professionale e quella lavorativa e, nello stesso tempo, all'azienda di costruire spazi di lavoro efficienti e "misurati" sulle reali esigenze del business.

“Siamo molto orgogliosi di questo importante riconoscimento - commenta Rosa Santamaria, direttore delle Risorse Umane. Abbiamo sempre riservato massima attenzione ai nostri dipendenti e alle loro esigenze, e Blue work non è altro che l’ultimo investimento fatto per creare un luogo di lavoro innovativo, in linea con l’evoluzione della società e con la necessità di avere un buon equilibrio vita-lavoro. Il progetto Blue work è frutto della consapevolezza che il futuro dell’organizzazione passi necessariamente dallo smart working, un connubio tra lavoro e nuove tecnologie, che porta con sé un significativo cambiamento di mentalità da parte sia delle aziende sia dei dipendenti.”

Con Blue Work, American Express potrà così ottenere significativi benefici in termini di costi e di impatto ambientale, ma anche di soddisfazione e di engagement dei dipendenti che potranno anche meglio conciliare la vita professionale e personale, grazie ad una maggiore flessibilità, mobilità e connettività.

Le attuali forme di flessibilità saranno sfruttate sempre di più a valle del passaggio alla nuova sede romana che avverrà a inizio 2015. Questa nuova flessibilità nel lavoro, per la quale American Express ha affrontato un notevole investimento economico sia per la tecnologia che per la riorganizzazione degli spazi, porterà ad un importante risparmio di costi e ad una gestione aziendale ecocompatibile, offrendo la possibilità di destinare alcune aree anche alla creazione di ambienti di lavoro più collaborativi, spazi per meeting informali e aree break, zone per la concentrazione.

SHARE THIS